Rocio Morales “Giustizia per tutti”/ “Nella fiction sono il capo di Raoul Bova, mi è piaciuto”

- Alessia Miceli

Rocio Morales racconta chi è il suo personaggio in Giustizia per tutti e come vive questo lavoro e la vita privata con Raoul Bova

Rocio Morales
Rocio Morales Verissimo (foto: web)

Rocio Morales e il suo ruolo in “Giustizia per tutti”

Il 18 maggio Rocio Morales apparirà insieme al compagno di vita Raoul Bova, nella serie “Giustizia per tutti”. In un’intervista rilasciata a Tv Sorrisi e Canzoni, Rocio racconta che il personaggio da lei interpretato: Victoria Bonetti, l’ha resa molto felice nonostante sia in gran parte molto diverso da quella che è lei nella realtà. Victoria è un avvocato che difende anche gratis i clienti, che pensa alle mamme, alle donne, alle vittime degli errori giudiziari. Ha adorato recitare in una serie poliziesca ad alta tensione e ha rivelato che in un periodo della sua vita le piaceva moltissimo la serie “Suits”.

Il fatto che lei e il suo personaggio siano molto diverse l’ha entusiasmata, Rocio dichiara: “Victoria è una donna che per via del suo passato non è abituata a esprimere sentimenti ed emozioni. Io invece mi lascio travolgere spesso dai miei stati emotivi”. Lavorare insieme a Raoul è stato bellissimo, i due avevano grande complicità e si esercitavano insieme prendendosi anche in giro ironicamente, ma durante lo studio delle proprie parti, entrambi facevano un lavoro individuale e ognuno dei due aveva i suoi spazi. Rocio dichiara anche: “Nella fiction io sono il suo capo, mi è piaciuto comandare, visto che a casa invece il capo è lui…”.

Rocio Morales e Raoul Bova, amici, amanti e complici

La relazione tra Rocio Morales e Raoul Bova procede a gonfie vele sia nella quotidianità che sul set. In un intervista a TV Sorrisi e Canzoni i due oltre a parlare della loro nuova serie tv, hanno parlato del loro rapporto di coppia. A casa Raoul non sembra fare moltissimo ma a parte questo i due hanno un rapporto da amici, complici e amanti. Rocio dichiara: “La verità è quella che non sempre si vede, adesso la dico. Anche se Raoul a volte non vuole e mi boicotta. La verità è che siamo molto complici, Raoul è il mio migliore amico, il mio amante. E’ solo con lui che voglio ballare, pregare, ubriacarmi. Ed è solo del suo giudizio che mi importa e di cui a volte, se è troppo severo, ho paura. Raoul è tutta la bellezza della mia vita”.

Sono parole forti che fanno capire quanto sia innamorata nonostante il passare del tempo. Per capire ancora meglio quanta complicità possa esserci tra i due, Raoul racconta un esempio pratico: “Una volta eravamo in mezzo a una foresta, in cima, con un ruscello sotto di noi. Le ho detto ‘chiudiamo gli occhi e ci buttiamo?’ e lo abbiamo fatto”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA