Ravagnese, ladro spara a dipendenti: strage sfiorata/ Arrestato dopo colluttazione

Paura a Ravagnese, provincia di Reggio Calabria: rapina rischia di terminare in tragedia, ladro arrestato al termine di una lotta con gli agenti.

ravagnese
Immagine di repertorio (La Presse)

Dopo le tragedie di Roma e di Ostia, anche a Ravagnese (Reggio Calabria) si è sfiorato il dramma durante una rapina. Tutto ha avuto luogo al McDrive lungo la SS106 Jonica: un uomo è entrato nel locale poco prima della mezzanotte armato di pistola. Come spiegano i colleghi di Stretto Web, i dipendenti si sono subito avventati contro di lui per tentare di fermarlo: il malvivente ha esploso un colpo e fortunatamente non ha colpito nessuno. Un passante ha contattato il 113 e sul posto sono immediatamente gli agenti della Polizia locale: i militari hanno circondato l’esercizio commerciale e fatto irruzione all’interno, dopo aver verificato le condizioni di sicurezza per i dipendenti del McDrive. Il ladro stava aggredendo un cassiere, precisamente gli stava mordendo una mano, quando i poliziotti sono riusciti ad immobilizzarlo: nonostante l’intervento degli agenti, il ladro è riuscito ad esplodere qualche altro colpo d’arma da fuoco, fortunatamente senza conseguenze.

TRAGEDIA SFIORATA A RAVAGNESE (REGGIO CALABRIA)

Una strage sfiorata, dunque, con i poliziotti che sono riusciti ad arrestare il ladro ed a condurlo in Questura per gli adempimenti di rito a suo carico. Stretto Web sottolinea che il cassetto del registratore di cassa era stato asportato dal rapinatore e conteneva circa 900 euro in contanti. Il malvivente, il reggino 43enne B. A., aveva presso la sua abitazione un fucile marca cal.12 con relative 79 cartucce oltre ad altre 12 cartucce per pistola calibro 9X21 dello stesso calibro di quella utilizzata per la rapina. Entrambe le armi sono risultate legittimamente detenute dal soggetto. Dipendente di una azienda privata fino a febbraio, il ladro risultava incensurato: in corso accertamenti per verificare se lo stesso soggetto sia stato autore di altre rapine.



© RIPRODUZIONE RISERVATA