Regina Elisabetta, il mistero della casa natale/ Dai blitz aerei al ristorante cinese

- Davide Giancristofaro Alberti

Il mistero legato alla casa natale della Regina Elisabetta: il numero 17 di Bruton Street fra demolizioni, raid aerei e ristoranti cinesi...

Regina Elisabetta lady diana Regina Elisabetta (LaPresse)

Che fine ha fatto la casa dove è nata la regione d’Inghilterra? Una domanda all’apparenza semplice, ma che in realtà nasconde diversi segreti, così come svelato dalla Bbc. La Regina è venuta ufficialmente al mondo il 21 aprile del 1926 al numero 17 di Bruton Street di Mayfair, a Londra “Non un palazzo o una grande tenuta – scrive il portale del network britannico – e nemmeno un ospedale, ma una casa di città in una trafficata strada londinese”. Al momento la prima casa della regina non esiste in più, e secondo alcune indiscrezioni online sarebbe stata vittima di alcuni raid aerei tedeschi avvenuti durante la seconda guerra mondiale. Secondo dei documenti custoditi presso la British Library e altri archivi, l’abitazione sarebbe in realtà scomparsa prima che iniziasse la guerra.

Sembra infatti che nel 1937 iniziò ufficialmente la demolizione di alcuni edifici di Bruton Street, fra cui appunto anche la casa natale della Regina. Si pensava di costruire un hotel per la Canadian Pacific Railway, ma alla fine si è pensato di “smantellare” il tutto per dare vita a uffici e negozi. Come scrive ancora la Bbc: “Erano tempi poco sentimentali riguardo al patrimonio architettonico. Senza un barlume di rammarico, le bande di demolitori rasero al suolo quelle che all’epoca fu descritta da un rapporto come una delle 20 delle case più storiche di Londra”.

REGINA ELISABETTA, IL MISTERO DELLA CASA NATALE: OGGI LA RICORDANO DUE TARGHE

A conferma della demolizione, una nota di un geometra datata maggio 1939, in cui si legge che la casa del numero 17 di Bruton Strett era stata demolita lasciando spazio al sito di Berkeley Square House. Tra le tante leggende circolanti attorno alla casa natale della regina, anche che la stessa sia ora un ristorante cinese.

In realtà non è proprio così, visto che l’Hakkasan ha lo stesso indirizzo, 17, Bruton Street, ma rientrante in un blocco commerciale costruito negli anni 20, con appunto lo stesso civico dell’abitazione reale. Al momento il sito appartiene alla famiglia reale di Abu Dhabi, come parte di un portfolio di proprietà che pare valga all’incirca 5 miliardi di sterline. Su un muro adiacente il luogo di nascita vi sono due targhe, inclusa una del Consiglio di Westminster.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Esteri

Ultime notizie