Riccardo Fogli/ Aprile complesso dal testamento ai suoi cani all’ex Viola Valentino

- Morgan K. Barraco

Riccardo Fogli, il cantante ha vissuto un aprile di emozioni dall’annuncio di voler lasciare tutto in testamento ai suoi cani alla possibilità di tornare sul palco con l’ex Viola Valentin

Il cantautore Riccardo Fogli
Il cantautore Riccardo Fogli

Riccardo Fogli è diventato un fiume in piena nel mese di aprile, non solo perchè ha rivelato di voler fare testamento a favore dei suoi cani. Impossibile che la proposta dell‘ex moglie Viola Valentino, sulla possibilità di ritornare insieme sul palco, non finisse in pasto ai media. Così come il brano Malinconia registrato a distanza con Valentino Favotto, Andrea Quinzi, Leo Risalli, Roby Facini ed Enrico Santacatterina. Le giornate a casa Fogli però proseguono anche con danze e balli con la figlia avuta dalla moglie Karin Trentini. Nelle Stories di Instagram, Riccardo si mostra infatti con la piccola Michelle, entrambi impegnati in un videogioco danzerino. Intanto Fogli ha dato il suo okay per partecipare alla raccolta fondi per la ricerca sul plasma iperimmune, grazie ad un concerto online che è stato diffuso ieri sulla piattaforma di Youtube. Fra i vari artisti, Al Bano, Enrico Ruggeri e Fausto Leali, alcuni degli esponenti della Nazionale Italiana Cantanti e in collaborazione con l’Associazione Culturale Italiana di New York. Oggi, martedì 5 maggio 2020, Riccardo Fogli sarà invece uno dei protagonisti che vedremo nella prima serata di Rai 1 grazie allo speciale Pooh – Amici per sempre.

Riccardo Fogli, la paura per le conseguenze del Covid-19

Riccardo Fogli non ha nascosto la propria paura a causa delle conseguenze del Covid-19. La pandemia infatti ha messo già da tempo in ginocchio il mondo dello spettacolo e sono tanti gli artisti, divisi fra i vari settori, ad aver manifestato una forte preoccupazione per il domani. Concerti, teatro e cinema sono tutti in stop e non è chiaro quando ci potrà essere la ripartenza, anche se le alternative al vaglio del governo sono tante. Come l’idea del Drive In proposta dal sindaco di Camaiore nella speranza di rendere la prossima estate un po’ più sopportabile e che ha incontrato lo sfavore di diversi nomi importanti dello spettacolo. In collegamento a Live – Non è la d’Urso, Fogli ha sottolineato di non essere convinto della proposta. “Il rischio di non socializzare è alto e si rischia di impazzire”, ha sottolineato, augurandosi al tempo stesso che si possa tornare presto ad ascoltare la musica dal vivo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA