Ricchi e Poveri: “Eravamo operaio e benzinaia”/ “A lanciarci fu Franco Califano…”

- Alessandro Nidi

I Ricchi e Poveri, alias Angela Brambati e Angelo Sotgiu, hanno ripercorso la loro gioventù: "Da adolescenti ci fidanzammo. Sembrava perfetto, poi..."

ricchi poveri facebook 2018 640x300 Ricchi e Poveri (Facebook, 2018)

I Ricchi e Poveri, alias Angelo Sotgiu (76 anni) e Angela Brambati (75), si sono raccontati sulle colonne del “Corriere della Sera”. La Brunetta, prima di diventare cantante, faceva la benzinaia: “Abitavo accanto a un distributore della Shell e, standogli sempre tra i piedi, il titolare alla fine mi ha assunto. Me la cavavo, a parte qualche pasticcetto… Come quando ho versato acqua nel serbatoio dell’olio”. Angelo, invece, era operaio all’Italsider: “Ma tornato dal servizio militare ho mollato la fabbrica. Ho lavorato come barista, falegname, tornitore, ascensorista”.

I due, da ragazzini sono stati fidanzati in età adolescenziale e Angela ricorda: “Era un rapporto perfetto, poi dopo qualche anno lui aveva voglia di divertirsi e l’ho lasciato andare”. Nel frattempo era iniziata l’avventura dei Ricchi e Poveri e i due sono diventati come fratelli. Il primo a scoprirli fu Fabrizio De André, ma il suo produttore non li trovò interessanti. Dopodiché, fu il turno di Franco Califano: “Era direttore artistico della Carosello. Ci convocò a Milano. Gli cantammo tre pezzi, forse quattro, il repertorio era tutto lì. Decise di diventare il nostro produttore e ci cambiò il look”.

RICCHI E POVERI: “USCITA DAL GRUPPO DI MARINA OCCHIENA FU UN TRAUMA”

I Ricchi e Poveri approdarono anche a “Tante scuse”, in tv, con Sandra Mondaini e Raimondo Vianello. Sul “Corriere della Sera”, Sotgiu ha ricordato: “Cantavamo la sigla e ogni volta, nella gag, Raimondo doveva trovare un modo diverso per ucciderci. Ci sparava, ci schiacciava con un sasso, come nei cartoni animati. I bambini si divertivano moltissimo. Con lui non sapevi mai se scherzava o se parlava sul serio”. Con Sandra, invece, Angela divenne molto amica e trascorse anche le vacanze insieme a Courmayeur.

Nel 1981, un terremoto colpì i Ricchi e Poveri, con l’uscita di Marina Occhiena dal gruppo. Angelo ha rammentato che “sul momento fu un trauma, pensammo che potesse finire tutto”. “Poi però venne ‘Sarà perché ti amo’ – ha incalzato Brambati –. Vero, si chiude una porta e si apre un portone”. E, se sul tradimento dell’amica, che ebbe una storia con il suo ex marito, Angela non ha voluto rilasciare dichiarazioni, non si è tirata indietro nell’affermare che è “da cinquantacinque anni che sopporto Angelo e sì, discutiamo”. Infine, l’amicizia con Toto Cutugno e Al Bano Carrisi: “Siamo molto affezionati a entrambi. Quando si è sposata Cristel, la figlia di Al Bano, lui ci ha voluto in chiesa a cantare l’Ave Maria, promettendoci che avrebbe ricambiato. E infatti è venuto al matrimonio di mio figlio”, ha rivelato Sotgiu.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Musica e concerti

Ultime notizie