Roberto Alessi/ “Laura Ziliani? Figlie e Mirto hanno stessi avvocati, per ora…”

- Alessandro Nidi

Roberto Alessi ha detto la sua sulla morte di Laura Ziliani e, soprattutto, sulla linea difensiva dei tre arrestati: le figlie Paola e Silvia e il giovane Mirto Milani

Roberto Alessi a Storie Italiane 640x300
Roberto Alessi (Storie Italiane, 2021)

Roberto Alessi, giornalista, direttore di Novella 2000 e direttore editoriale del settimanale Visto, è intervenuto quest’oggi, martedì 28 settembre 2021, nel salotto televisivo di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele, commentando il caso relativo alla morte di Laura Ziliani, la vigilessa bresciana ritrovata priva di vita in estate a Temù, dopo essere scomparsa all’inizio del mese di maggio. In particolare, l’opinionista si è espresso a seguito dei mancati interrogatori di Paola e Silvia Zani, due delle tre figlie della vittima, arrestate insieme a Mirto Milani, fidanzato della seconda.

“Per ora – ha sottolineato Alessi – i tre accusati hanno lo stesso avvocato e la stessa linea difensiva. Adesso, chiaramente, i legali e gli indagati dovranno capire fino a che punto vi siano altre potenzialità di difesa. Si parla di ragazze circuite da un uomo che le ha manipolate, per cui non è escluso che in futuro gli avvocati comincino a essere di due fazioni e ricorrano all’incapacità di intendere e di volere, che va molto di moda in questo ultimo periodo…”.

ROBERTO ALESSI: “MIRTO ERA MOLTO PRESENTE A SE STESSO”

Nel prosieguo del programma, Roberto Alessi ha affermato che, in una intercettazione telefonica di Mirto Milani, si sente il giovane parlare anche di “nero”: “Si può pensare che ci siano affitti delle case di proprietà di Laura Ziliani non dichiarati, tanto che si crede che potrebbero esserci altri nascondigli di questi contanti”.

Quanto all’incapacità di intendere e di volere a cui potrebbero fare ricorso i tre indagati, il giornalista ha voluto evidenziare a chiare lettere che Mirto era più che presente a se stesso. Si tratta di una persona che si è preparata per settimane queste versioni. Non dimentichiamo che ad aprile, una vicina di casa disse che Laura aveva bevuto una tisana offerta da una delle figlie e aveva dormito per 36 ore consecutive. A seguito di quell’episodio, pare che la signora Ziliani si fosse confidata con le vicine e avesse confessato di avere paura delle sue due figlie, Paola e Silvia”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA