Rosanna Vaudetti/ “Se avessimo cantato, forse saremmo ancora qui…” (Domenica in)

- Morgan K. Barraco

Rosanna Vaudetti ospite della puntata odierna di Domenica in. Spazio al racconto del suo lavoro da “Signorina Buonasera”.

vaudetti 2019 rai
Rosanna Vaudetti a Vieni da me

Rosanna Vaudetti, una delle Signorine Buonasera ospiti a Domenica in, svela l’arcano dell’annunciatrice col fiatone (Alessandra Canale), che qualche anno fa fece una figuraccia in diretta tv. In pochi seppero il perché: oggi, la Vaudetti, conferma di essere una di quei “pochi” che sanno cos’è successo. “Lo studio annunci era lontano da dove ci trovavamo, l’hanno chiamata e le è venuta l’angoscia”. Da qui il video “esilarante” (almeno per chi guarda) che ai tempi fece ridere tutti. Dopo l’intervista, Mara Venier invita le Signorine a rifare qualche annuncio. L’obiettivo è quello di divertire, naturalmente, e infatti si tratta di annunci molto “particolari”. Dopo il siparietto, Rosanna osserva: “Se li avessimo fatti cantando, gli annunci, forse a quest’ora saremmo ancora sulla piazza”. (agg. di Rossella Pastore)

LA VAUDETTI SU GIOCHI SENZA FRONTIERE

Il volto di Rosanna Vaudetti ha fatto compagnia agli italiani in tanti anni di televisione, grazie al suo ruolo di Signorina Buonasera. Il suo debutto avviene negli anni Sessanta e sfoggia un capello corto in perfetta linea con le tendenze del momento. Negli Ottanta invece la chioma verrà allungata e comparirà un velo di trucco in più, secondo gli usi dell’epoca. “Voglio ricordare Giochi senza frontiere, perché è stata una trasmissione serale, a livello europeo”, dice a Vieni da me, parlando di uno dei ricordi più cari della sua carriera televisiva. “Sono stata catapultata lì. Siccome avevo proposto un Giochi senza frontiere per ragazzi, il giorno dopo mi hanno convocato per farlo”, aggiunge. Senza dimenticare che quello della Vaudetti, dice Aldo Grasso nella sua Enciclopedia della televisione, è stato il primo volto ad apparire sul piccolo schermo. Nonché il primo a essere trasmesso sulla tv a colori dieci anni più tardi, proprio in occasione dei giochi sportivi.

ROSANNA VAUDETTI, IL RICORDO DI CORRADO

“Noi rappresentavamo la Rai”, risponde ancora con orgoglio ed entusiasmo a chi osa paragonare il suo ruolo a quello delle veline. “Io la televisione non la guardavo. Annunciavo e poi leggevo”, ammette poi parlando anche di alcuni schivati proprio durante Giochi senza frontiere. Poco prima del primissimo collegamento, la Vaudetti scopre alcune dinamiche del regolamento che non conosceva e che nessuno le aveva mai riferito. I ricordi di Rosanna Vaudetti sono tantissimi, molti dei quali legati a Corrado. L’ex Signorina Buonasera e il grande e scomparso conduttore hanno avuto modo di lavorare fianco a fianco per qualche tempo: di lui ricorda con affetto l’estrema calma. “Corrado era simpaticissimo. Una volta mi fa ‘andiamo a prendere un caffè’. Chiacchera qui, chiacchera là, la trasmissione era già iniziata”, racconta a Vieni da me. L’annunciatrice e Corrado si ritroveranno l’uno affianco dell’altra anche a Domenica in nell’Ottanta.

LE PAROLE SULLE SIGNORINE BUONASERA

Oggi, 13 ottobre 2019, Rosanna Vaudetti ritornerà a Domenica in nel salotto di Mara Venier per raccontarsi con le ex colleghe storiche. “Le mie colleghe sono tutte del cuore, è stato un periodo meraviglioso e ancora adesso sono amiche”, dice infatti. Nessuna sorpresa invece quando è stata trasmessa la notizia che le Signorine Buonasera non sarebbero più comparse in Rai. “Trovo che sia stata una cosa giusta, perché ormai le annunciatrici erano obsolete”, dice ricordando quel momento, “non avremmo mai immaginato che l’affetto si prolungasse negli anni così tanto”. Anche se secondo la Vaudetti c’è un responsabile: “Il telecomando è stato il killer delle annunciatrici”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA