Rush Hour, Due mine vaganti/ Info streaming: bocciato dalla critica (15 giugno 2019)

- Matteo Fantozzi

Rush Hour – Due mine vaganti in onda oggi, 15 giugno 2019, su Nove a partire dalle ore 21:15. Nel cast Jackie Chan, Chris Tucker, Ken Leung, Tom Wilkinson, Tzi Ma e Elizabeth Pena.

rush hour 2019 film
Rush Hour - Due mine vaganti

La critica ha stroncato il film “Rush Hour – Due mine vaganti”: “Da un action movie con il più grande attore postkeatoniano (nel senso di Buster), Jackie Chan, ci si aspetta sempre il massimo. E invece il regista Brett Ratner non riesce neppure a tenere il passo di ‘Arma letale 4’, tanto è insulsa la rappresentazione”, ha scritto Mauro Gervasini, su Film Tv. Anche per Massimo Lastrucci, su Ciak, “Jackie Chan ci aveva abituati a ben altro”. Massimo Bertarelli, sul Giornale, ha definito il film “Scorrevole, frenetico e insulso parapoliziesco” e ha bocciato Chris Tucker “una brutta copia del già indisponente Eddie Murphy”. Il film “Rush Hour – Due mine vaganti”, clicca qui per il trailer del film, andrà in onda sul Nove a partire delle 21.25 ma sarà possibile vederlo anche sintonizzando i propri dispositivi mobile a dPlay, cliccando qui

Rush Hour – Due mine vaganti, la trama del film

Rush Hour – Due mine vaganti arricchisce la programmazione televisiva di oggi, 15 giugno 2019, di Nove a partire dalle ore 21:15. Si tratta di una pellicola americana realizzata nel 1998 la quale ha avuto ben due seguiti cinematografici usciti nel 2001 nel 2007 che è stata prodotta da diversi produttori cinematografici con la regia di Brett Rattner e con soggetto e sceneggiatura che sono stati ideati e sviluppati da Ross LaManna e Jim Kouf. Musica e scritte da alcuni importanti artisti internazionali tra cui Michael Jackson mentre il ruolo di direttore della fotografia è stato affidato a Phil Meheux. Nel cast della pellicola sono presenti diversi attori di livello internazionale come Jackie Chan, Chris Tucker, Ken Leung, Tom Wilkinson, Tzi Ma e Elizabeth Pena.Clicca qui per il trailer del film

Andiamo a spulciare nella trama di Rush Hour – Due mine vaganti. Ci troviamo nella città stato di Hong Kong dove il detective Lee messo a capo del distretto della polizia locale sta portando avanti delle importanti indagini con la collaborazione di uno scrupoloso senatore della Repubblica. Le sue indagini Sono indirizzati verso il contrabbando di alcuni Preziosi manufatti cinesi entrati nel mirino di una organizzazione malavitosa locale. Le indagini ben presto riusciranno ad avere importanti risultati bloccando questo imponente traffico internazionale e soprattutto arrestando alcuni protagonisti. Paio di anni più tardi il senatore si ritrova a Los Angeles per una visita di natura politica insieme alla propria amata famiglia e qui viene preso di mira dal boss delle valutazioni malavitosa che per vendicarsi di quanto fatto in passato decide di rapire l’amata figlia. Il senatore non volendo creare un caso di natura politica con gli Stati Uniti d’America decide di contattare il proprio caro amico del Detective Lee Affinché si possa occupare delle relative indagini per riuscire a liberare la ragazza. Tuttavia per poter operare sul suolo americano l’esponente di polizia deve chiedere il necessario permesso alle autorità. Permesso che gli viene in parte concordato in quanto gli viene affiancato il detective Carter per una collaborazione che almeno all’inizio sembra essere tutt’altro che semplice. Infatti i due hanno caratteri completamente differenti e soprattutto modo di agire praticamente agli antipodi. Tuttavia con il passare del tempo e con diverse situazioni che si manifestano durante le loro indagini si rendono conto di essere fatti per stare in una squadra capace di portare a termine qualsiasi genere di missione. I due unendo le proprie forze sapranno superare ogni genere di difficoltà perché vi permetterà finalmente di essere Sulle tracce del Boss malavitoso e quindi nelle riuscire a liberare la Madda figlia del senatore che evidentemente si trova ad essere ricattato dai malviventi.

Il trailer del film “Rush Hour – Due mine vaganti”



© RIPRODUZIONE RISERVATA