Ryan Giggs a processo per violenze contro l’ex compagna/ “Abusi emotivi e fisici”

- Josephine Carinci

Ryan Giggs, iniziato a Manchester il processo per violenze contro l’ex compagna Kate Greville per abusi emotivi e fisici

ryan giggs
(Goalhanger)

È cominciato a Manchester il processo contro Ryan Giggs, ex calciatore dello United e capitano della nazionale del Galles. L’ex Red Devils è accusato dall’ex compagna, Kate Greville, di violenze fisiche e psicologiche. Il processo, cominciato lunedì mattina, vede come imputato il 48enne nato a Cardiff. Dall’altra parte c’è proprio l’ex fidanzata che ha parlato di “un ciclo infinito di abusi emotivi e fisici” da parte del suo compagno tra il 2017 e il 2020. Davanti ai giurati del Crown Court di Manchester, il pubblico ministero ha anche letto i messaggi dell’ex calciatore alla Greville, spiega Fanpage. Quando questa professava la volontà di lasciarlo, lui scriveva: “Solo una stronza malvagia e orribile lo fa. Semplicemente non posso credere che tu l’abbia fatto. Sono così fottutamente arrabbiato in questo momento e mi sto spaventando perché potrei fare qualsiasi cosa”.

La leggenda del Manchester United, quando ha appeso gli scarpini al chiodo ha deciso di intraprendere l’attività di allenatore, diventando proprio ct del Galles. Un ruolo dal quale però è stato sospeso dopo le pesantissime accuse da parte dell’ex compagna. Ora, con il processo inaugurato a Manchester, Ryan Giggs verrà dichiarato o colpevole o innocente: rischia fino a cinque anni di carcere per aggressione.

Le accuse della ex compagna

Il racconto di Kate Greville parla di episodi di violenza: botte, calci nella schiena e anche una testata. Il legale della donna, davanti ai giurati del Crown Court di Manchester, ha affermato: “Diciamo che è stata una vita privata che ha comportato una litania di abusi, sia fisici che psicologici, di una donna che ha professato di amare, una donna con cui aveva una relazione e l’ha trattata in un modo che non può essere scusato o ignorato né dall’adorazione pubblico o la legge. Questa è una storia di controllo e coercizione di una donna che pensava di essere amata e rispettata purtroppo la realtà era molto diversa“. La donna sarebbe stata anche cacciata fuori da una stanza di hotel completamente nuda dall’ex compagno.

Giggs si è sempre difeso dalle accuse, professandosi innocente. Il suo avvocato difensore ha affermato che da parte della signora Greville sono arrivate parole esagerate: “Non ha mai usato violenza illegale contro la signora Greville nel corso della loro relazione, non importa quanto le cose siano andate male. La sua difesa agli assalti è semplice. Tali accuse sono basate su distorsioni, esagerazioni e bugie. Non ha aggredito nessuno“.





© RIPRODUZIONE RISERVATA