SALERNITANA PROMOSSA IN SERIE A/ Tris a Pescara, Castori centra un’altra impresa!

- Claudio Franceschini

Salernitana promossa in Serie A: i campani vincono a Pescara con tre gol nella seconda metà del secondo tempo e tornano nella massima serie, altra grande impresa per Fabrizio Castori.

Salernitana
Diretta Salernitana Roma (Foto repertorio LaPresse)

SALERNITANA PROMOSSA IN SERIE A: TRIS A PESCARA

La Salernitana è promossa in Serie A. Quasi emblematico che i due campi coinvolti abbiano vista sbloccata la situazione praticamente all’unisono: mentre all’Adriatico la squadra di Fabrizio Castori timbrava con il rigore di André Anderson, il solito Florian Ayé puniva un Monza ridotto in dieci uomini. A quel punto, la Salernitana aveva scavato un solco di 5 punti tra sé e i brianzoli, avvicinando l’obiettivo: al 72’ per mettere le cose in chiaro è arrivato il raddoppio di Tiago Casasola. Ci ha messo un po’ la Salernitana, contro un Pescara già retrocesso e che non aveva più motivazioni il nemico peggiore è stato l’ansia; tuttavia alla fine i ragazzi di Castori hanno segnato la rete della liberazione, ed è stata una gioia ancora più grande proprio perché a Monza l’avversaria diretta è andata sotto. Alla fine è stato 3-0 con il tris firmato da Gennaro Tutino: festa completata. Dunque dopo l’epopea di fine anni Novanta la Salernitana torna a festeggiare la promozione in Serie A, raggiungendo l’Empoli: ce l’ha fatta ancora una volta Fabrizio Castori, che nel 2015 aveva clamorosamente portato il Carpi a giocare nella massima serie. (agg. di Claudio Franceschini)

SALERNITANA PROMOSSA IN SERIE A SE…

La Salernitana può essere promossa in Serie A: si intende ovviamente senza passare dai playoff, e se sarà così lo scopriremo a partire dalle ore 14:00 di lunedì 10 maggio, quando è in programma la 38^ giornata del campionato di Serie B. I granata sono ospiti del Pescara, e possono contare sul fatto che il Delfino sia aritmeticamente retrocesso in Serie C, dunque al netto di voler chiudere bene non ha più alcuna motivazione e anzi arriva alla partita con il morale sotto i tacchi.

Fabrizio Castori, tuttavia, non si può accontentare del pareggio: la corsa si fa solo con il Monza, perché il pareggio interno contro la Reggina ha tolto di mezzo il Lecce. Di conseguenza, l’orecchio andrà teso soltanto all’U-Power Stadium dove i brianzoli giocano contro il Brescia, ancora a caccia di un posto nei playoff dopo una grande rimonta: la Salernitana sarà promossa in Serie A con una vittoria, in caso contrario dovrà aspettare buone notizie da Monza e le cose potrebbero non andare come previsto.

I RISULTATI UTILI ALLA SALERNITANA

La Salernitana si gioca la possibilità di essere promossa in Serie A: venerdì ha sfruttato la posizione dell’Empoli che aveva già timbrato il pass, ha battuto la capolista all’Arechi e ha confermato i 2 punti di vantaggio sul Monza. Tuttavia, i campani non hanno il beneficio del doppio confronto: sono infatti i brianzoli ad averli vinti entrambi, e questo significa che in caso di arrivo a pari punti sarebbe la squadra di Cristian Brocchi a salire in Serie A. Ecco perché, per evitare brutte sorprese, la Salernitana deve vincere a Pescara: in questo caso la promozione sarà aritmetica, mentre con un pareggio o una sconfitta (da questo punto di vista la cosa è ininfluente) bisognerà sperare che il Monza non batta il Brescia. Siccome è difficile ipotizzare che i brianzoli non facciano il loro dovere, essendosi rimessi in ritmo con tre vittorie consecutive, la Salernitana deve pensare solo a se stessa: battere un Pescara già retrocesso e deluso, così da spegnere qualunque voce possa arrivare dall’altro campo coinvolto e festeggiare la promozione. In caso contrario, sarà tutto rimandato ai playoff e Castori sa fin troppo bene che gli spareggi sono una tagliola complicatissima da superare…



© RIPRODUZIONE RISERVATA