Salvo Veneziano vs Fabio Testi/ “Io maniaco sessuale? Se dovessi dire…” (GF Vip 4)

- Stella Dibenedetto

Salvo Veneziano si scaglia contro Fabio Testi che, nella casa del Grande Fratello Vip 2020 gli avrebbe dato del maniaco sessuale: “se dovessi dire…”.

salvo veneziano grande fratello vip 640x300
Salvo Veneziano al Grande Fratello Vip

Salvo Veneziano si scaglia pubblicamente contro Fabio Testi. L’ex gieffino, ancora al centro dell’attenzione per la squalifica subita dopo le frasi dette su Elisa De Panicis, è tornato sui social e, oltre ad aver pubblicato tutti i messaggi di sostegno chge sta ricevendo dai fans, ha pubblicato un post con cui ha attaccato l’attore rispondendo ad una frase che Testi avrebbe detto all’interno della casa del Grande Fratello Vip 2020. Veneziano, sul proprio profilo Instagram, ha così pubblicato lo screenshot di un messaggio di una utente che ha riportato ciò che Testi avrebbe detto nelle scorse ore durante una conversazione con i coinquilini prima che la regia cambiasse inquadratura: “Fabio questa mattina ha detto che Salvo è un maniaco sessuale e poi il Gf ha censurato“, sarebbero state le frasi detti dall’attore e riportate dalla spettatrice e che Veneziano ha ripostato sul proprio profilo Instagram.

SALVO VENEZIANO CONTRO FABIO TESTI AL GF VIP 4: “SARESTI ELIMINATO SE DOVESSI DIRE QUELLO CHE…”

Dopo aver saputo quello che Fabio Testi, con cui ha condiviso alcuni giorni nel privè, Salvo Veneziano ha mostrato tutta la sua delusione nei confronti dell’attore in cui pensava di aver trovato una persona amica. “Caro Fabio se io dovessi dire tutto ciò che hai detto saresti eliminato questa sera…. È penso bannato. P. S. Vedo che l’amicizia non esiste”, ha scritto l’ex gieffino ricevendo la solidarietà dei suoi followers. “Come al solito fanno a chi figli e a chi figliastri”, “Massa di ipocriti là dentro!!”, “Chi ti conosce e chi ti ha seguito per 3 mesi sa!”, “Dentro quella casa si salvano in pochi…“, hanno scritto alcuni utenti. “L’ho sentito anch’io”, ha poi ribadito un altro follower.



© RIPRODUZIONE RISERVATA