San Giovanni della Croce/ Il 14 dicembre si celebra il Beato amatissimo in Spagna

- Matteo Fantozzi

San Giovanni della Croce, il 14 dicembre si celebra il Beato molto amato in Spagna che si impose non solo per la fede ma anche per la sua cultura. Gli altri Beati di oggi.

san giovanni croce 2019 iconografia
San Giovanni della Croce

San Giovanni della Croce si celebra il 14 dicembre in tutto il mondo. Questo personaggio che ha segnato la storia della Chiesa nacque in un territorio che oggi fa parte della Spagna ed il suo nome era Juan de Yepes Alvarez. E’ passato alla storia non solo della Chiesa, sia per il suo fervore religioso, ma anche per la sua grande cultura e per il fatto di essere stato colui che ha dato vita all’ordine dei Carmelitani Scalzi. Giù solo queste poche righe fanno capire l’importanza di quest’uomo a cui la Chiesa oggi dedica la giornata. Stando alle fonti storiche arrivate fino a noi, la sua data di nascita è da collocare al 24 giugno del 1542. Il padre era di nobile estrazione e proveniva da Toledo: tuttavia venne, letteralmente, diseredato dalla famiglia a causa della sua ferma volontà di vivere con Catalian Alvarez, una giovane ragazza che non era di estrazione nobiliare e che quindi era mal vista non solo dalla famiglia del padre di San Giovanni della Croce, ma anche dall’aristocrazia del luogo. L’infanzia di San Giovanni della Croce non fu per nulla semplice, in quanto ben preso dovette affrontare la perdita del padre. Questo evento incise profondamente sulla sua vita, visto che dovette abituarsi a spostarsi spesso, in virtù del fatto che la madre si spostava per motivi di lavoro. Nelle fonti storiche è riportato come fino al 1559 il futuro santo si dovette ingegnare a fare diversi lavori per riuscire a mettere insieme dei soldi con cui aiutare la madre a mandare avanti la famiglia.

San Giovanni della Croce fece diversi mestieri, tra cui ad esempio il fabbro. L’incontro con la cristianità ha una data precisa ed è il 1560: in questo anno fece l’infermiere all’Ospedale della Conciliazione: questa occupazione lo rese molto felice perché uno dei suoi sogni fin da giovanissimo era quello di prestare cura agli ammalati e agli ultimi. Fu questa esperienza che lo spinse verso il mondo cristiano e nel 1563 maturò concretamente la scelta di aderire all’Ordine dei Carmelitani a cui affiancò anche lo studio di natura prettamente teologica. Lui stesso chiese di poter condurre una vita il più possibile umile e fatta di sacrificio. Nel 1367 visse un altro importante momento, ovvero quello in cui divenne sacerdote. Quest’anno fu per lui particolarmente fecondo, perchè avvenne anche l’incontro con Teresa D’Avila: quest’ultima aveva in mente di riformare l’Ordine dei Carmelitani e questa sua volontà andò a combaciare con quello di San Giovanni della Croce, che in modo esplicitò le diede un totale assenso. Nell’estate del 1568 si recò a Valladolid, dove decise di dare vita all’Ordine delle Carmelitane scalze, di cui divenne la guida spirituale a tutti gli effetti. La morte, dopo alcune vicende che lo condussero a dover subire delle torture a causa della sua fede, lo colse a soli 49 anni.

San Giovanni della Croce, una ricorrenza molto sentita in Spagna

San Giovanni della Croce è venerato in diversi luoghi, ma ovviamente questa ricorrenza è molto sentita in Spagna, in particolare a Toledo e Valladolid, dove si sono verificati eventi importanti nella vita di questo importante personaggio. Valladolid è una bella città spagnola che merita di essere visitata anche per la presenza di chiese dedicate al santo.

Gli altri Beati del giorno

Ovviamente San Giovanni della Croce non è l’unico santo che si festeggia il 14 dicembre. Tra coloro che sono stati santificati si possono ad esempio ricordare Sant’Agnello di Napoli e San Matroniano, senza dimenticare i Beati, tra cui ad esempio Giovanna Lambertini.

La vita del Beato



© RIPRODUZIONE RISERVATA