Notte di San Lorenzo 2019/ Video stelle cadenti: lo spettacolo anche sui social!

- Carmine Massimo Balsamo

Notte di San Lorenzo 2019, video stelle cadenti: lo spettacolo delle Perseidi anche sui social. Ma non è finito: il picco è infatti atteso il…

San Lorenzo notte stelle cadenti
San Lorenzo, notte di stelle cadenti

Lo spettacolo delle stelle cadenti non ha deluso nella Notte di San Lorenzo 2019, anche se il picco si avrà tra domani e il 13 agosto. C’è chi si è attrezzato anche con calici di vino e chi ha approfittato di eventi a tema per condire l’appuntamento astronomico. Le associazioni che riuniscono gli appassionati del cielo, come l’Unione astrofili italiani (Uai), ha organizzato serate di osservazione e parallelamente, come avviene ormai da anni, sono state abbinate a Calici di Stelle, la manifestazione promossa dal Movimento Turismo del vino e dall’Associazione nazionale Città del vino. Inizialmente la Luna ha rubato la scena alle Perseidi, e così sarà anche nei prossimi giorni, ma nella seconda parte della notte la sua luce disturba meno. E questo è il momento migliore per guardare le stelle cadenti (perché se ne osserva un maggior numero) ed esprimere il proprio desiderio, come vuole la tradizione. «Ieri ho visto una roba tipo 12 stelle cadenti, regà giuro, erano tantissime ad Ostia, vorrei tornare a Capranica a vederle lì si vedono una bomba senza le luci di me..a che inquinano la visuale», ha commentato una utente su Twitter. «La notte di S.Lorenzo mi ha portato ben quattro stelle cadenti!!», racconta un altro. Basta digitare #sanlorenzo e #stellecadenti su Instagram per scoprire quanto sono state attese. (agg. di Silvana Palazzo)

NOTTE DI SAN LORENZO 2019, MA NON È FINITA

La notte di San Lorenzo è una delle notti più attese dell’anno. Tradizione vuole che, nel giorno 10 agosto, sono tantissime le persone che trascorrono la serata con il naso all’insù a caccia di stelle cadenti per esprimere un desiderio. Quest’anno però le cose potrebbero andare diversamente considerando le dichiarazioni dell’astrofisico Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope. Stando a quanto rivelato dall’astrofisico, infatti, quest’anno il momento clou del fenomeno di stelle cadenti ci sarà nelle serate del 12 e 13 agosto. “Dopo un 2018 a dir poco memorabile, per il 2019 le condizioni osservative delle Perseidi saranno meno favorevoli” – ha detto Gianluca Masi precisando – “sarà possibile vederne circa 50 l’ora a ridosso del picco. La Luna infatti sarà piena il 15 agosto e nei giorni del picco sarà visibile fin dal tramonto, per buona parte della notte”. Ma non finisce qui, visto che Masi ha sottolineato come lo sciame delle Perseidi sarà maggiore nelle notti dell’11, 12 e 13 Agosto. Per i sognatori e per gli amanti delle stelle cadenti è consigliabile guardare il cielo per le prossime notti! (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

NOTTE DI SAN LORENZO 2019 È UN ANTICO RITO

La Notte di San Lorenzo 2019 e un antico rito che si ripete. Miliardi di occhi si alzeranno al cielo alla ricerca delle stelle cadenti per esprimere un desiderio. Chi avrà la fortuna di godere di una serata chiara, potrà contemplare una miriade di corpi celesti che si stagliano contro il buio. Sono forze della natura che si scontrano in una battaglia che si ripete da innumerevoli anni. E a vincere è sempre la gravità, che le frantumerà dando vita allo spettacolo che da sempre ci affascina. Come riportato dal Corriere della Sera, nelle enormi fornaci nucleari che “ruggiscono” negli strati interni si producono tutti gli elementi più pesanti, fino al ferro. Una volta esaurito il “combustibile”, la gravità riesce appunto a frantumarle. Le più massicce collassano in maniera esplosiva proiettando tutt’intorno immense quantità di materiale. Tutto questo mentre noi esprimiamo un desiderio… (agg. di Silvana Palazzo)

NOTTE DI SAN LORENZO 2019: DOVE VEDERE LE STELLE CADENTI

Siete pronti a trascorrere la Notte di San Lorenzo 2019 col naso all’insù per vedere le stelle cadenti? Il posto ideale per osservarle è vicino al blu del mare che si confonde col cielo e amplifica la luminosità stellare. Tra l’altro crea una sensazione piacevole di straniamento. Dunque, per vedere le stelle cadenti non bisogna solo aguzzare la vista. Sono dei fenomeni abbastanza visibili, ma è anche necessario che ci siano le condizioni adatte perché dalla Terra si possa assistere a questo evento straordinario. A tal proposito ci sono diverse mete costiere ideali, segnalate dalla piattaforma Sailogy. Se siete nella parte meridionale della Sardegna, lontani dalle luci artificiali della Costa Smeralda, potete godervi l’Orsa Maggiore e Minore. La costa della Croazia è invece ideale per Cassiopea. Invece al largo di qualche isola del Mediterraneo, come le Eolie, si può percorrere la via Lattea. Ma dovete sperare anche che le condizioni del meteo siano ottime: se il cielo è coperto, la visibilità sarà inevitabilmente ridotta. (agg. di Silvana Palazzo)

NOTTE DI SAN LORENZO 2019 E LA LUNA PIENA…

La notte di San Lorenzo 2019 è arrivata e ogni momento è buono per esprimere un desiderio con lo sguardo rivolto verso il cielo. Ma lo spettacolo delle stelle cadenti in realtà è cominciato l’8 agosto e proseguirà fino al 15. La tradizione popolare collega lo sciame meteorico al martirio di San Lorenzo, che venne bruciato nel 258 e la cui ricorrenza si celebra proprio oggi, con le stelle che vengono associate alle lacrime. Quest’anno però sarà sottotono secondo Stefano Pezzuto, ricercatore presso l’Inaf (Istituto Nazionale di Astrofisica), a causa della luna piena. «Le notti saranno quindi molto chiare. La luna sarà un grande faro che illuminerà il cielo e coprirà le scie luminose», ha dichiarato a TeleRama. Per questo consiglia di avere un po’ di pazienza: «Se si sta per un po’ al buio l’occhio si abitua all’oscurità e vede sempre meglio. Cercare posti poco illuminati, possibilmente lontani dalle città ma anche dal mare dove l’umidità e la foschia rendono il cielo poco pulito. E, sopratutto, non scoraggiarsi». (agg. di Silvana Palazzo)

NOTTE DI SAN LORENZO 2019, IL PICCO ALLE…

San Lorenzo è arrivato, ma la notte delle stelle cadenti potrebbe non essere quella di oggi, 10 agosto 2019, bensì quella tra il 12 e il 13 agosto. Per stare con il naso all’insù, dunque, è forse meglio aspettare qualche giorno, per quanto la magia della notte di San Lorenzo sarà un po’ svanita. Ma se il vostro obiettivo, più che il romanticismo, sta nell’individuare il maggior numero di meteore, allora mettete la sveglia sul vostro smartphone per le ore 22 del 12 agosto. Secondo gli esperti, infatti, sarà allora che lo sciame delle Perseidi offrirà il meglio di sé, regalando agli appassionati la possibilità di intercettare oltre 50 stelle cadenti all’ora, esaudendo di conseguenza altrettanti desideri. Volete aumentare le vostre chance? Volgete lo sguardo verso nord-est a nottefonde e Luna tramontata. (agg. di Dario D’Angelo)

10 AGOSTO, NOTTE DI SAN LORENZO

10 agosto 2019, è la notte di San Lorenzo e delle stelle cadenti. Ma dove possiamo guardarle? Come vi abbiamo già raccontato, oggi è il giorno giusto per osservare al meglio lo sciame meteorico delle Perseidi, ma sarà possibile assistere allo spettacolo dello sciame meteorico – anche meglio rispetto a questo notte – lunedì 12 e martedì 13 agosto 2019. Le polveri lasciate dei passaggi della cometa Swift-Tuttl bruciano e lasciano una scia nel cielo, dando l’impressione di una caduta: «Questi grani di polvere penetrando a gran velocità nell’atmosfera terrestre, bruciano per attrito, lasciando così nel cielo la caratteristica scia», le parole di Gianluca Masi del Virtual Telescope ai microfoni di Vanity Fair. Come vi abbiamo già spiegato, per osservarle al meglio sarebbe necessario attendere la notte tra il 12 ed il 13 agosto, ma San Lorenzo si festeggia oggi e resterà comunque un evento da non perdere anche se la visibilità non sarà delle migliori…

SAN LORENZO, COME VEDERE LE STELLE CADENTI

Il maggior numero di stelle cadenti sarà osservabile dalla sera del 10 agosto 2019 fino alle prime luci dell’alba di domani, 11 agosto. Gli astronomi suggeriscono di guardare verso Nord Est a notte inoltrata oppure all’avvicinarsi dell’alba con sciame più intenso e Luna tramontata. Come evidenziato da Vanity Fair, non è necessario il telescopio ma basta un punto buio. I posti migliori? Vi abbiamo parlato di quelli di Milano, passiamo ora ad altre città del nostro Paese. A Roma non ci sono dubbi: villa Borghese, villa Ada e villa Pamphili, senza però dimenticare altri luoghi degni di nota come la terrazza del Pincio, il Gianicolo e il Giardino degli Aranci. Qui di seguito, invece, tre dei posti migliori per quanto riguarda Genova: il Monte Fasce, la Spianata di Castelletto e il Parco dell’Antola. Infine, un suggerimento per Torino: il Monte dei Cappuccini!



© RIPRODUZIONE RISERVATA