SANTA MESSA DI NATALE, RAI 1/ Video “Per lockdown festa ridotta, ma non limita gioia”

- Niccolò Magnani

La Santa Messa di Natale, la celebrazione nella Basilica di Santa Maria in Trastevere a Roma in diretta video streaming su Rai 1 e RaiPlay: il messaggio dell’omelia

Santa Maria Trastevere
Messa in Basilica di S. Maria in Trastevere, Roma (LaPresse, 2020)

È terminata da poco la Messa di Natale dalla Basilica S. Maria in Trastevere in Roma. Ora l’attenzione è rivolta alla benedizione Urbi et Orbi di Papa Francesco, ma l’omelia di oggi, venerdì 25 dicembre 2020, ci lascia significativi motivi di riflessione. L’omelia ha infatti ribadito un concetto espresso ieri dal Santo Padre: «Il figlio di Dio è nato scartato, quindi ogni scartato è figlio di Dio. Con noi ama fare cose grandi con le nostre povertà. Dio ci rende preziosi per gli altri». Non poteva mancare un riferimento alla Comunità di Sant’Egidio e al lavoro svolto per aiutare i più fragili: «La mensa del Natale in questo tempo si allarga, si trasforma, non si restringe. Amare è possibile in ogni condizione. Oggi dobbiamo e possiamo amare più di quanto non abbiamo mai fatto». Infine, un significativo messaggio sulla Fede: «Credere è accogliere, accogliere è la via maestra per incontrare Gesù che si identifica con i fratelli più piccoli e con lui scoprire il volto del Padre, scoprire che Dio ci ha scelti». (agg. di Silvana Palazzo)

SANTA MESSA DI NATALE, “OGGI COMINCIA IL DOMANI”

«Da dove ci verrà la salvezza? Lo chiedono i nostri fratelli anziani, chi è lontano dalla famiglia ed è assediato dalla solitudine». Comincia così l’omelia della Messa di Natale 2020 da Roma, trasmessa su Rai 1 in diretta tv e video streaming. «Restiamo vicini gli uni agli altri», l’appello rivolto ai fedeli. «Dio non è lontano, è vicino. Ci risveglia all’amore. Dalla sua fragilità può sbocciare una forza d’amore tanto grande da contrastare la morte». Il Natale è fragile, ma questo lo è particolarmente. «Ma è la nascita della vita di Dio tra di noi, dove la vita è messa alla prova».

Tutto è possibile nel Natale, giorno in cui arriva la luce vera. E Dio, a differenza di noi, vuole raggiungere tutti, senza dimenticare nessuno. «La vita di Dio è compassione, lotta piena di fiducia e di speranza. È un Natale eccezionale, il lockdown sembra imporci una festa ridotta, ma non si può limitare la gioia». Dio ci rivela oggi nascendo una stalla fino a dove giunge l’amore del Padre. «Qui comincia la nuova creazione, qui oggi con il Bambino Gesù comincia il mondo di domani». (agg. di Silvana Palazzo)

SANTA MESSA DI NATALE IN DIRETTA SU RAI 1

Sta per cominciare la Santa Messa di Natale dalla Basilica S. Maria in Trastevere in Roma. La si può seguire in diretta tv su Rai 1, dove l’appuntamento è curato da Gianni Epifani per la regia e da Elena Bolasco per il commento. La linea è passata da “A sua immagine”, che era in Piazza di Santa Maria in Trastevere con l’inviato Paolo Balduzzi, il quale ha raccontato il Natale della comunità di Sant’Egidio che sta accanto ai poveri in una forma diversa dal solito, del resto questo è un Natale insolito, ma resta sempre solidale. Questo è infatti ancor di più un Natale di solidarietà.

L’emergenza Covid ci impone sobrietà, ma ci spinge anche a concentrarci sulla vera essenza del Natale, cioè la gioia rappresentata dalla nascita di Gesù bambino che poi diventa più grande quando si aiuta chi ha bisogno, come ci ha ricordato Papa Francesco ieri nella Messa della Vigilia di Natale, ma già nei giorni scorsi. Al termine della Santa Messa di Natale su Rai 1 il tradizionale messaggio Urbi et Orbi del Santo Padre. (agg. di Silvana Palazzo)

COME VEDERE SANTA MESSA DI NATALE IN STREAMING

Dopo la celebrazione della Vigilia con Papa Francesco, la Santa Messa di Natale viene mandata in diretta tv su Rai 1 dalla Basilica di S. Maria in Trastevere a Roma: con le consuete ormai regole stringenti anti-Covid, tanto gli appuntamenti con il Santo Padre quanto le celebrazioni odierne del Natale, hanno visto una drastica riduzione nella partecipazione di popolo alle funzioni. Non per questo viene meno l’importanza e la centralità della Santa Natività del Signore, a maggior ragione in questo drammatico anno 2020 che va a concludersi nell’unico modo possibile per un cristiano, l’affidarsi a quella Grazia che riaccade da oltre duemila anni a questa parte il giorno di Natale.

L’inizio della Santa Messa è fissato alle ore 10.55 con la diretta in tv su Rai 1 e in video streaming online su RaiPlay 1: come da tradizione, il giorno di Natale non vede il Papa celebrare la Messa in quanto già anticipata dalla veglia della Vigilia di Natale (quest’anno anticipato eccezionalmente alle ore 19 per ottemperare alle regole sul coprifuoco vigenti in Italia). Sempre su Rai 1 ma a seguire – dalle ore 12 – è possibile invece assistere alla benedizione Urbi et Orbi in Vaticano con Papa Francesco, quest’anno non più dalla tradizionale Loggia Centrale di Piazza San Pietro bensì dall’Aula delle Benedizioni del Palazzo Apostolico.

SANTA MESSA DI NATALE: IL VANGELO DI OGGI

Per la Santa Messa di annuncio del Natale del Signore la Chiesa Cattolica (con rito romano) consegna tre particolari letture differenti dalla Messa della Notte: per la Celebrazione del Giorno di Natale, la Prima Lettura riguarda il passo di Isaia “Tutti i confini della terra vedranno la salvezza del nostro Dio”. Per la Seconda Lettura il rito ordinario prevede la lettera di San Paolo agli Ebrei, “Dio ha parlato a noi per mezzo del Figlio”: per quanto riguarda il Vangelo invece la Chiesa propone nella celebrazione della Natività il passo di Giovanni “in principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio”. Come ha spiegato Papa Francesco nell’ultima Udienza Generale prima delle Feste – mercoledì 23 dicembre 2020 – il Natale «ci invita a riflettere, da una parte, sulla drammaticità della storia, nella quale gli uomini, feriti dal peccato, vanno incessantemente alla ricerca di verità, alla ricerca di misericordia, alla ricerca di redenzione; e, dall’altra, sulla bontà di Dio, che ci è venuto incontro per comunicarci la Verità che salva e renderci partecipi della sua amicizia e della sua vita. E questo dono di grazia: questo è pura grazia, senza merito nostro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA