Silvio Berlusconi, come sta/ Bollettino ultime notizie: “è stabile, resta ricoverato”

- Niccolò Magnani

Come sta Silvio Berlusconi, ultime notizie: settimo bollettino medico oggi 3 maggio 2023, “quadro stabile e confortante". Resta ricoverato in degenza al San Raffaele: rimandate dimissioni

berlusconi Silvio Berlusconi con il dottor Zangrillo fuori dall'ospedale San Raffale di Milano nel settembre 2020 (LaPresse)

COME STA SILVIO BERLUSCONI: IL SETTIMO BOLLETTINO MEDICO DEL SAN RAFFAELE

Il quadro clinico di Silvio Berlusconi resta “confortante e stabile ma per il momento rimane ricoverato al San Raffaele di Milano, come da un mese ormai a questa parte: così recita il nuovo bollettino medico sulle condizioni di salute del leader FI dopo la grave infezione polmonare e gli effetti della leucemia mielomonocitica cronica. Per capire come sta Silvio Berlusconi oggi ecco dunque il settimo bollettino firmato da Alberto Zangrillo, medico personale e responsabile del Dipartimento di Anestesia e Terapia intensiva, e Fabio Ciceri, primario delle Unità di Ematologia e Trapianto di midollo osseo e Oncoematologia.

«Il quadro clinico generale del presidente Silvio Berlusconi è stabile e confortante, consentendo la prosecuzione, in degenza ordinaria, delle terapie mirate al controllo della malattia ematologica», si legge nel report giunto dall’ospedale San Raffaele (l’ultimo era datato 26 aprile, ndr). Ricordiamo che Silvio Berlusconi si trova ricoverato dal 5 aprile ma dal 16 aprile, dopo dodici giorni in terapia intensiva cardiochirurgica, è stato trasferito nel reparto di degenza dove rimane tutt’ora.

BERLUSCONI ULTIME NOTIZIE: RESTA RICOVERATO, LAVORA ALL’INTERVENTO PER CONVENTION FI

Sull’ipotesi ventilata di possibili dimissioni imminenti i medici si mantengono molto cauti: spetterà a loro l’ultima parola sull’uscita dall’ospedale di Silvio Berlusconi che sperava di partecipare in presenza alla convention di Forza Italia prevista per il 5-6 maggio. Alcune fonti ospedaliere chiariscono che le previsioni sulle dimissioni non riguardano le prossime 24 o 48 ore, bensì i prossimi 5 giorni: a questo punto è dato come probabile l’intervento videoregistrato di Berlusconi dal San Raffaele per la kermesse forzista, con possibili dimissioni dopo domenica.

«Il mio amico sta molto meglio, parlavano di dimetterlo, non so se già questa settimana», ha spiegato ieri uscendo dal San Raffaele Fedele Confalonieri, sempre presente come del resto tutti e 5 i figli nel lungo mese di degenza ospedaliera di Silvio Berlusconi, «sta lavorando per preparare la Convention a cui sicuramente parteciperà». Resta da capire in che modalità Berlusconi sceglierà di dare il suo contributo alla kermesse di Forza Italia, come sottolineato anche dal coordinatore nazionale Antonio Tajani: «Ho parlato con Berlusconi ieri sera. Sta continuamente migliorando, sta preparando il suo intervento per la manifestazione di Milano di venerdì e sabato. Mi auguro possa lasciare il San Raffaele nei prossimi giorni, però è pienamente impegnato con la testa, con le proposte e ci incalza». Ancora il vicepremier e Ministro degli Esteri rileva come Berlusconi, mentre è impegnato a guarire le proprie condizioni di salute, resta leader di una forza politica di Governo e «dal San Raffaele ci dà le indicazioni giuste per lavorare nella direzione di ridurre le tasse ai cittadini: quindi bene il taglio del cuneo fiscale che noi vogliamo diventi stabile, faremo sforzi necessari per difendere il potere d’acquisto di chi guadagna meno, di fronte all’aumento dell’inflazione». Intervenuto ai microfoni di Rtl 102.5 stamane, il leader della Lega Matteo Salvini ha sottolineato il suo affetto per il Cavaliere: «Ha fatto e può fare ancora molto. Spero che umanamente prima ancora che politicamente possa ritrovare la sua casa e i suoi affetti, non vedo loro di stringergli la mano. Lo ritengo un amico prima ancora che un alleato. Conto di andarlo a trovare a casa».





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Politica

Ultime notizie