Sofia Goggia: “accetto piano che Dio ha per me”/ “Infortunio? Accolgo e vado avanti”

- Josephine Carinci

Sofia Goggia, il messaggio di speranza dopo l’infortunio al ginocchio sinistro che mette a rischio le Olimpiadi: “non posso che accettare il piano che Dio ha per me”

sofia goggia 2022 youtube 1 640x300

Nuovo stop per Sofia Goggia. La sciatrice azzurra, dopo la caduta subita ieri, è stata sottoposta ad esami approfonditi presso la Madonnina di Milano. L’atleta si è fatta male a metà del circuito Super G sull’Olimpia delle Tofane a Cortina Medica. Dopo la caduta, la bergamasca è tornata sugli sci ed è arrivata al traguardo, nonostante un’espressione dolorante sul volto. L’azzurra ha lasciato poi il parterre zoppicante ed è stata trasportata a Milano in elicottero. La commissione medica FISI, presieduta dal dottor Andrea Panzeri, ha sottoposto Goggia a una risonanza magnetica a entrambe le ginocchia e a una TAC. Gli esami hanno evidenziato un trauma distorsivo al ginocchio sinistro, con una lesione parziale del legamento crociato già operato nel 2013. C’è inoltre una piccola frattura del perone e una sofferenza muscolo tendinea.

Ci crede comunque il Professor Andrea Panzeri, responsabile della commissione medica FISI: “La speranza olimpica va tenuta aperta. Il trauma è importante, il ginocchio operato ne ha risentito, e i giorni sono pochissimi, ci attacchiamo alle speranze e alla forza di Sofia, ai recuperi che è abituata a fare: domattina inizia la riabilitazione. Niente è precluso al 100%, niente è dato per certo al 100%”.

Sofia Goggia, il messaggio social: “Il volere di Dio…”

Sofia Goggia, dunque, tenterà il recupero lampo per le Olimpiadi di Pechino, in programma tra pochissime settimane. La sciatrice non sarà operata e inizierà subito la riabilitazione per provare a volare a Pechino, in tempo per i Giochi Olimpici. La prova di discesa libera alle Olimpiadi cinesi è in programma il 15 febbraio: si tratta di una vera e propria corsa contro il tempo ma nulla è già deciso. Possibile, dunque, il recupero per l’atleta bergamasca, che già l’anno scorso a causa di un infortunio per una caduta a Garmisch aveva dovuto saltare i Mondiali di Cortina. 

Sofia non si scoraggia, nonostante il brutto stop imprevisto. Sui social, Goggia ha scritto: Se questo è il piano che Dio ha per me, altro non posso fare che spalancare le braccia, accoglierlo e accettarlo. E andare avanti”. Un messaggio di speranza, dunque, arriva proprio dall’atleta, che non ha intenzione di mollare: la riabilitazione è cominciata subito e l’intenzione è quella di rientrare in tempo per volare a Pechino con la squadra azzurra. Una missione non semplice, certo, ma Sofia può contare sul supporto di fan e colleghi: un messaggio di solidarietà è arrivato anche da parte dell’Atalanta, che ha risposto al post social della sciatrice con un ‘Mola mia’, ovvero ‘Mai mollare’ in dialetto bergamasco.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sofia Goggia (@iamsofiagoggia)







© RIPRODUZIONE RISERVATA