Sondaggi politici/ Pd ko, Lega 28%, FdI 13,4%: Meloni 31%, Di Maio +10% in un mese

- Niccolò Magnani

Sondaggi politici, le intenzioni di voto nella Open media: Lega in testa, Pd ko e M5s non oltre il 14%. Fiducia leader, bene Meloni al 31%: e su Conte..

elezioni referendum fdi
Giorgia Meloni, Fratelli d'Italia (LaPresse, 2020)

Nei sondaggi politici raggruppati dalla Open media della settimana appena trascorsa (che tiene conto delle intenzioni di voto di Tecné, Swg, Euromedia Research, Index Research, Emg Acqua e Bidimedia) si conferma la stabilità della Lega in testa alle classifiche pur lontano dai fasti del pre-coronavirus. Male il Pd che non cresce più, non riprende respiro il M5s mentre crescono bene Fratelli d’Italia e Italia Viva di Renzi rispetto agli ultimi sondaggi di domenica scorsa. Nella Open Media del 19 aprile 2020, la Lega di Salvini resta in testa con il 28,2% del consenso mentre dietro è ben lontano il Partito Democratico di Zingaretti con il 21,1%, in calo dello 0,5%: il Movimento 5 Stelle perde solo lo 0,2% ma non riesce comunque a recuperare per l’ennesima settimana consecutivo, al netto dei sondaggi invece molto positivi per il “proprio” premier Giuseppe Conte. 14,6% per i grillini, tallonati ormai stabilmente da Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni (e per alcuni sondaggi da tempo, come Tecné, anche superati) in netta salita al 13,4% (+0.3%). La fase 2 del coronavirus potrà anche significare un ritorno a “schemi” politici più noti, ma intanto resta ancora attardato Forza Italia di Berlusconi al 6,2% dopo aver deciso di “staccarsi” dalla linea anti-Mes e quindi pro Europa rispetto agli alleati Salvini e Meloni nel Centrodestra.

SONDAGGI IPSOS (18 APRILE): FIDUCIA LEADER

Chiudono le intenzioni di voto dei sondaggi politici “mediati” da Open Online, Italia Viva di Renzi in crescita al 3,8%, poi Sinistra al 3%, Azione Calenda al 2,2%, Più Europa all’1,8% e infine allo stesso livello di consenso anche i Verdi. Ad oggi, spiegano ancora le analisi di Open, «solo l’alleanza con FdI (41,6%) o lo schema classico del Cdx (47,8%) garantirebbero la governabilità del Paese». Facendo un “salto” sui sondaggi che invece inquadrano la fiducia attuale nei principali leader di partito (quindi è escluso il Premier Conte, comunque per distacco ancora oggi in testa alle classifiche demoscopiche), i dati analizzati da Ipsos per il Corriere della Sera mostrano come Giorgia Meloni sia ancora questa settimana la preferita degli italiani, pur perdendo lo 0,4,% rispetto ad un mese fa. 31% per la n.1 di Fratelli d’Italia, seguita a sorpresa da Luigi Di Maio ex leader M5s risalito al 30% con un guadagno netto di 10 punti in un solo mese. Al terzo posto invece Matteo Salvini (29%, -0,2%) mentre subito dietro con 28 punti percentuali troviamo il leader del Partito Democratico, Nicola Zingaretti. A chiudere i sondaggi politici “personali”, troviamo Silvio Berlusconi al 22% e Matteo Renzi solo al 10% e ancora ultimo nella fiducia dei leader di partito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA