Stefano Tacconi, come sta?/ Il figlio “Oggi ha fatto i suoi primi passi, incredibile”

- Davide Giancristofaro Alberti

Stefano Tacconi, come sta? Il figlio Andrea racconta emozionato i primi passi del padre dopo più di due mesi passati in un letto d’ospedale

stefano tacconi 2022 640x300
Stefano Tacconi, post social del figlio Andrea

Stefano Tacconi continua lentamente ma progressivamente a migliorare e come sempre, testimone di questi piccoli ma importanti progressi, è la famiglia, a cominciare dal figlio Andrea, che da quando l’ex portierone della Juventus è stato colpito da un aneurisma cerebrale, non l’ha lasciato solo un istante. Attraverso i propri social, Andrea Tacconi ha pubblicato un bello scatto della sua mano che stringe quella di papà, con il commento: “Oggi con l’aiuto dei fisioterapisti papà ha fatto i suoi primi passetti, un’emozione indescrivibile”.

Un altro passo in avanti verso la normalità per l’ex calciatore, che ricordiamo, era stato colto da un malore a fine aprile mentre si trovava ad Asti per un pranzo di beneficenza: dopo un fortissimo mal di testa e un po’ di riposo, Stefano Tacconi era letteralmente crollato a terra, per essere poi soccorso tempestivamente dal figlio. A quel punto Tacconi era stato ricoverato per poi essere trasferito ad Alessandria, dove è stato preso in cura in maniera eccellente dal professor Barbanera. Dopo gli interventi di rito e la degenza in terapia intensiva, Stefano Tacconi ha potuto lasciare la rianimazione per essere trasferito in reparto, e quindi, dopo ulteriori significativi miglioramenti, è stato spostato in una clinica riabilitativa sempre facente parte dell’ospedale alessandrino.

STEFANO TACCONI, E IL PRECEDENTE MESSAGGIO: “FRA POCO INSIEME”

In questi giorni di ricovero e riabilitazione, Stefano Tacconi si è mostrato spesso e volentieri un leone, come ha raccontato anche la moglie Laura, ospite di Mattino5, e recentemente aveva preso una matita e un block notes e vi aveva scritto sopra: “Dai, fra poco insieme”, riferendosi alla possibilità di lasciare appunto l’ospedale, e il successivo passaggio presso la clinica riabilitativa.

I medici ovviamente restano cauti ma nel contempo non nascondo un pizzico di ottimismo, vista la grande forza di volontà sin qui dimostrata dall’ex calciatore bianconero. La speranza, ovviamente, è che Stefano Tacconi possa tornare a casa il prima possibile per iniziare quella che di fatto potrebbe rappresentare una seconda vita.







© RIPRODUZIONE RISERVATA