Sting/ “Tutti nella stessa tragedia e dobbiamo stare vicini” (Concerto 1 maggio)

- Emanuele Ambrosio

Sting ospite del concerto del 1 maggio 2020 in onda su Rai3. L’ex voce dei Police sarà in collegamento da Londra per il pubblico italiano: “dobbiamo stare vicini”

sting_bekaert_youtube_2018
Sting, concerto per i 318 operai licenziati da Bekaert

Sting è tra gli ospiti del Concerto del 1 maggio 2020, l’evento musicale condotto da Ambra Angiolini e trasmesso su Raitre. L’ex voce dei Police si è aggiunto in corsa alla lunga lista di artisti pronti ad esibirsi in diverse location: dalla sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma a Museo del Novecento e Terrazza Martini a Milano fino a Piazza della Signoria a Firenze e tante altre. Per via dell’emergenza Coronavirus tutti gli artisti saranno per quest’edizione che si preannuncia straordinaria ed unica in location differenti e dalle proprie case. Anche Sting sarà in diretta dallo suo studio di Londra per deliziare e regalare ai suoi fan e al pubblico italiano una performance che si preannuncia imperdibile. L’artista e attore britannico è da sempre un grandissimo fan dell’Italia, un Paese a cui è molto legato e dove ha deciso anche di acquistare un casa a Figline e Incisa Valdarno, in Toscana. Proprio al pubblico italiano ha voluto dedicare un pensiero di forza e coraggio in questi tempi così difficili per via della diffusione del virus Covid-19.

Sting canzoni: “The Empty Chair” una dedicata per l’Italia

“Mi mancate tutti, mi manca il mio paese preferito, mi manca la mia bella casa in Toscana: sono sicuro che in questo momento terribile molti di voi sono separati da quelli che amano” – ha scritto Sting a Giulia Mugnai, sindaca di Figline e Incisa Valdarno. Nella lettera Sting ha anche precisato di essere a Londra a casa con la sua famiglia: “come voi sto a casa per tenere la mia famiglia e i miei amici al sicuro, so quanto l’Italia ha sofferto e continua a soffrire”. Sul finale poi l’artista ha intonato “The Empty Chair”, brano in cui parla delle persone care che ci mancano, di chi non può tornare a casa. Il messaggio di Sting è stato poi condiviso su tutte le pagine social del comune di Figline e Incisa Valdarno dove l’artista ha deciso di acquistare una bellissima tenuta di campagna dove ha iniziato da anni anche una produzione di vino. E’ molto scosso e colpito l’artista dai numeri dei contagi e dei decessi che il Coronavirus ha fatto in Italia. Durante una recente ospitata, sempre in collegamento da Londra, a Che tempo che fa, ha detto: “ho il cuore spezzato per quello che sta succedendo adesso in Italia, come nel mondo. Voglio esprimere la mia solidarietà perché siamo tutti insieme, tutti nella stessa tragedia e dobbiamo stare vicini”. L’artista ha poi rassicurato tutti sulla sua condizione di salute: “sto benissimo, non ho contratto il virus e spero di non contrarlo” e sul finale ha voluto dedicare un pensiero a tutti i medici, paramedici e infermieri impegnati in prima linea: “devo dare il ringraziamento a chi è in prima linea, sono pieno di ammirazione per i medici e per i paramedici, per gli infermieri. Il mio cuore è con loro”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA