Sven Augusti, pallanuotista denunciato/ Girava nudo per Roma, ha provocato incidente

- Luca Bucceri

Sven Augusti Santini, 22enne croato centroboa della Lazio, è stato denunciato dopo aver opposto resistenza ai carabinieri: girava nudo per Roma

sven augusti lazio facebook 640x300
Sven Augusti Santini e i giocatori della Lazio (Facebook: Lazio Nuoto)

Si aggirava completamente nudo per via del Foro Italico a Roma e la sua presenza, inusuale, ha addirittura provocato un incidente. Serata movimentata per Sven Augusti Santini, 22enne croato centroboa della Lazio Nuoto, squadra che milita nel massimo campionato di pallanuoto, denunciato lunedì sera per resistenza a pubblico ufficiale e aggressione. Il giovane, astro nascente della pallanuoto croata appena arrivato in Italia, è stato trasportato all’Umberto I per degli accertamenti per capire se avesse assunto sostanze o farmaci di qualche tipo.

Secondo quanto riferito dai giornali locali Augusti, che sabato è stato autore di una doppietta nel derby pareggiato 9-9 in casa tra Lazio e Anzio, l’atleta è stato fermato al termine di uno scontro fisico con i carabinieri accorsi sul posto dopo numerose segnalazioni fatte dai passanti al 112. In stato di alterazione psicofisica, Sven Augusti ha opposto resistenza alle forze dell’ordine, salvo poi cedere e seguire gli agenti verso la volante. Il giovane si sarebbe pure scusato per l’accaduto. Pochi istanti prima una Smart, con a bordo due romani di 22 e 23, era uscita fuori strada ribaltandosi per evitare di investire il campione di pallanuoto. I giovani sono stati trasportati al Gemelli e al Santo Spirito in prognosi riservata, ma non sono in pericolo di vita.

Sven Augusti Santini, chi è il “pallanuotista nudo” della Lazio

Originario di Rijeka e con alle spalle una stagione condita da 37 reti nel campionato nazionale, Sven Augusti Santini è arrivato in Italia nell’ultima finestra di mercato che ha portato la Lazio a rinforzarsi in vista del campionato di Serie A1. L’esordio con la calottina numero 10 del club capitolino è arrivato ad inizio ottobre nella disfatta esterna contro i campioni della Pro Recco, nella quale il croato si è presentato alla grande siglando due delle tre reti messe a segno dai biancocelesti. Alto un metro e 90 centimetri, il 22enne è visto come un futuro fuoriclasse della pallanuoto grazie alla sua fisicità e potenza di tiro.

Quanto successo lunedì sera in via del Foro Italico lascia però sorpresi. L’allarme è scattato verso le 21.40 proprio in seguito all’uscita di strada della Smart che ha provato ad evitare il croato in strada. Sul posto sono intervenuti 118 e carabinieri che hanno raccolto le segnalazioni piovute al 112 di un ragazzo alto e massiccio che circolava senza vestiti e in apparente stato confusionale. In un primo momento viste le forze dell’ordine il giovane ha opposto resistenza e ha successivamente provato a scappare, poi è stato immobilizzato e affidato alle cure dei sanitari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA