Sylvester Stallone “Quasi morto in Rocky 4″/”In terapia intensiva per pugno di Drago”

- Michela Colombo

Sylvester Stallone rivela: “Durante le riprese di Rocky 4 sono quasi morto per un pugno di Ivan Drago”. L’attore racconta il dietro le quinte del celebre film.

sylvester-stallone-2018
Sylvester Stallone

Grandi rivelazioni da parte di Sylvester Stallone, protagonista e regista di Rocky 4, film cult del 1985, di cui pure l’attore è tornato a parlare di recente per il documentario su Youtube “ ‘The Making of Rocky vs. Drago by Sylvester Stallone’, disponibile sulla piattaforma solo da oggi. Stallone infatti ha in questi giorni raccontato il dietro le quinte della famosa scena del combattimento tra Rocky Balboa e Ivan Drago (interpretato da Hans Lundgren), svelando di aver rischiato davvero grosso quel giorno sul ring.

L’attore raccontando di quei frammenti memorabili, ha svelato che quello occorso era tutto vero: Sly volle allora usare il suono reale dei pugni e il collega che era pure cintura nera quarto Dan, accettò di combattere davvero. Ma l’incontro fu troppo per Stallone che racconta: “Nel primo round, quando sono andato al tappeto, è stato tutto vero. Lundgren mi ha distrutto con un pugno, ma in quel momento non me ne sono reso conto. Più tardi però quella notte il cuore ha iniziato a gonfiarsi, il pericardio era stato danneggiato, come capita in un incidente d’auto quando si colpisce il volante con il petto, la mia pressione sanguigna è schizzata a 260 e i dottori erano convinti che avrei parlato con gli angeli”.

STALLONE RIVELA: QUASDI MORTO IN ROCKY 4: QUEL PUGNO DI DRAGO..

Rivelazioni scioccanti dunque da parte di Sylvester Stallone, che ha dichiarato che per le riprese di Rocky 4 ha davvero rischiato di morire. L’attore, proseguendo nel suo racconto “dietro le quinte” del famoso incontro di box con Ivan Drago ha poi aggiunto che le sue condizioni si erano fatte subito gravissime, e che pure è stato costretto a volare dal Canada in California per venir subito ricoverato in terapia intensiva.

L’attore, ormai 75 enne ha aggiunto: “Mi sono ritrovato su un volo d’emergenza a bassa quota, e una volta in California mi hanno ricoverato in terapia intensiva. In ospedale ed ero circondato dalle suore che pregavano che ce la facessi”. Per fortuna dopo qualche giorno in terapia intensiva, l’attore si è ripreso e pure ha potuto fare ritorno sul set per completare la scena del combattimento con Ivan Drago e ovviamente completare il film Rocky 4 subito diventato leggenda.



© RIPRODUZIONE RISERVATA