TERREMOTO OGGI ASCOLI M 2.4/ Ingv ultime notizie, trema anche lo Stretto di Messina

- Davide Giancristofaro Alberti

Due scosse di terremoto avvenute oggi, una ad Ascoli di magnitudo 2.4 gradi sulla scala Richter, e una invece presso lo Stretto di Messina

Esplosione a Messina
Esplosione e terremoto nel porto di Messina (INGV)

Segnaliamo altre due scosse di terremoto avvenute oggi in Italia. L’ultima è stata registrata dall’Ingv alle ore 16:28 in quel di Offida, in provincia di Ascoli Piceno (nelle Marche). L’evento tellurico è stato tutto sommato lieve, di magnitudo 2.4 sulla scala Richter, ed ha avuto coordinate geografiche pari a 42.93 gradi di latitudine e 13.73 di longitudine, oltre ad un epicentro individuato 25 chilometri sotto il livello del mare. Stando alla Sala Sismica INGV-Roma l’evento ha interessato i comuni di Castorano, Spinetoli, Colli del Tronto, Appignano del Tronto e Monsampolo, mentre le città più vicine sono state Teramo, Pescara e L’Aquila, in un raggio massimo di 70 chilometri.

L’altro terremoto di oggi è avvenuto alle 12:23 in quel dello Stretto di Messina, fra la Sicilia e la Calabria. Un evento, anche in questo caso, di magnitudo 2.4 gradi, localizzato con coordinate geografiche pari a 37.85 gradi di latitudine e 15.5 di longitudine, e una profondità di 15 chilometri sotto il livello del mare. In entrambi in casi non si sono verificati dei danni. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TERREMOTO OGGI CATANIA M 2.4, INGV ULTIME NOTIZIE, TREMA ANCHE COSENZA

Due le scosse di terremoto che si sono verificate oggi in Italia, a cominciare dall’ultima segnalata dall’Ingv. Stando a quanto comunicato dall’Istituto nazionale italiano di geofisica e vulcanologia, alle ore 5:45 di oggi, martedì 26 gennaio, è stato registrato un terremoto in quel della provincia di Cosenza (Calabria), a 8 chilometri a sud del comune di Acri. Il sisma ha avuto un’intensità di magnitudo 2.1 gradi sulla scala Richter e le sue coordinate geografiche precise sono state pari a 39.42 gradi di latitudine, 16.4 di longitudine e un ipocentro, una profondità, di 14 chilometri sotto il livello del mare. La Sala Sismica INGV-Roma ha segnalato i comuni che hanno avvertito la scossa, leggasi i paesi limitrofi di Rose, Luzzi, San Pietro in Guarano, Castiglione Cosentino e infine Celico. Per quanto riguarda le città, invece, segnaliamo la presenza di Cosenza, Lamezia Terme, Catanzaro e Crotone dislocate in un raggio compreso fra i 18 e i 70 chilometri dall’ipocentro.

TERREMOTO OGGI A CATANIA, TREMA ANCHE COSENZA

Il secondo ed ultimo terremoto di oggi è avvenuto nella notte fra il 25 e il 26 gennaio, precisamente alle ore 1:39. La scossa è stata registrata dall’Ingv in provincia di Catania (Sicilia), precisamente a quattro chilometri a sud ovest di Bronte, con una magnitudo di 2.4 gradi sulla scala Richter. In questo caso le coordinate geografiche sono state 37.77 gradi di latitudine, 14.8 di longitudine e una profondità pari a 15 chilometri sotto il livello del mare. La Sala Operativa INGV_OE (Catania) ha fatto sapere che i paesi che hanno avvertito la scossa sono stati quelli vicini all’ipocentro di Maletto, Maniace, Cesarò, San Teodoro e Adrano, mentre le città più prossime alla zona del sisma sono state Acireale, Catania, Caltanissetta, Messina e infine Reggio Calabria. Entrambe le scosse di terremoto, vista la loro moderata forza, non hanno provocato alcun danno a edifici o vie di comunicazione, ne tanto meno dei feriti o delle vittime.

© RIPRODUZIONE RISERVATA