TESTO “TANGO”, CANZONE TANANAI/ Storia di un amore a distanza

- Emanuele Rauco

“Tango”, analisi del testo della canzone di Tananai al Festival di Sanremo 2023 e significato: un amore urbano e citazioni dei Police.

Tananai Tananai

TANANAI A SANREMO 2023: IL SIGNIFICATO DI “TANGO”

A Sanremo 2023, sul palco dell’Ariston torna Tananai, dopo l’ultimo posto dello scorso anno con “Sesso occasionale”. Quest’anno il brano proposto è opposto a quello del 2022. “Tango” racconta infatti di un amore a distanza, una relazione fatta di tanti ricordi, emozioni, e di pochi momenti da vivere insieme proprio a causa dei chilometri che dividono i due amanti. Allo stesso modo c’è un senso di appartenenza, una gelosia intrinseca, come si vede in vari passaggi del brano. La storia cantata da Tananai non sembra avere però un lieto fine: “È un anno che mi hai perso”, recita il testo.

“TANGO”, TESTO CANZONE TANANAI A SANREMO 2023

Non ha voglia di ripetersi Tananai in questo Sanremo 2023 e bisogna rendergliene merito: dopo l’ultimo posto dello scorso anno con un brano giocoso e divertito come Sesso occasionale, il cantante propone il testo della canzone Tango, un brano più romantico, adulto, relativamente elegante che parla di una relazione a distanza.

Una relazione che è fatta spesso di ricordi e rimpianti più che di momenti da vivere pienamente (“Tu, fammi tornare alla notte che ti ho conosciuta / Così non ti offro da bere e non ti ho conosciuta”), di gelosie più che di passione (“Ma ora addio, va bene amore mio / Non sei di nessun altro / E di nessuna io”), in cui si rimugina su ciò che resta di quell’amore più che vederlo fiorire (“È finita la poesia / È un anno che mi hai perso / È quel che sono, non volevo esserlo”).

“TANGO”, ANALISI TESTO CANZONE TANANAI A SANREMO 2023

I momenti in cui la storia si accende sono troppo brevi (“È bello stare così / Davanti a te in ginocchio / Sotto la scritta al neon di un sexy shop / Se amarsi dura più di un giorno”) e lasciano subito il campo alle difficoltà potremmo dire logistiche, il telefono che non prende, la connessione internet che non gira, la vita che ci ruba al partner (“Non c’è un amore senza una ragazza che pianga / Non c’è più telepatia / È un’ora che ti aspetto / Non volevo dirtelo al telefono”). E alla fine, se non ci si lascia, si rischia di attendere in eterno: “Io tornerò un lunedì / Ma non è mai lunedì”.

ANALISI TESTO CANZONE “TANGO” DI TANANAI A SANREMO 2023: GIOCHI DI PAROLE

Sebbene l’atmosfera e il tipo di testo Tango o siano diversi dal solito o almeno dal pezzo in gara allo scorso festival di Sanremo, Tananai e i suoi co-autori non rinunciano a giocare con le parole, dando vita a rime non sempre felicissime: “Eravamo da me, abbiamo messo i Police / Era bello finché ha bussato la police”. Dopo il video virale, che lo ha lanciato sui social, in cui esultava per l’ultimo posto di Sanremo, chissà se Tananai con il testo Tango ha pensato a un bis in tal senso: probabilmente no, ma non siamo sicuri che gli sforzi per maturare daranno i frutti sperati o che saranno pienamente recepiti dal pubblico e dai votanti. In ogni caso, due ultimi posti consecutivi sono un evento più unico che raro.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanremo

Ultime notizie