THE ROOKIE / Anticipazioni 25 maggio 2019: Nolan accusato di aggressione?

- Morgan K. Barraco

The Rookie, anticipazioni del 25 maggio 2019, in prima tv su Rai 2. Nolan finisce sul banco degli imputati a causa di un incidente legato ad un arresto; il padre di Lucy finisce in ospedale.

The Rookie facebook 2019
Nathan Fillion protagonista di The Rookie

THE ROOKIE, ECCO DOVE SIAMO RIMASTI

Nella prima serata di Rai 2 di oggi, sabato 25 maggio 2019, verranno trasmessi due nuovi episodi della serie poliziesca The Rookie, in prima visione assoluta. Saranno il 17° ed il 18°, dal titolo “Modalità crisi” e “Fronte interno“. Prima di scoprire le anticipazioni, ecco dove siamo arrivati la settimana scorsa: le reclute decidono di impegnarsi in un finto documentario, che ancora una volta li fa finire nei guai. La città intanto è nel ciclone di una tempesta, che minaccia di bloccare la città e tutti i cittadini. Prima però John (Nathan Fillion) e gli altri rimangono coinvolti in un particolare addestramento, a parte di un esperto in fatto di ostaggi che si trasforma in un valido aiuto per impedire una situazione incresciosa. Un uomo minaccia infatti di farsi saltare in aria grazie ad una bomba: Nolan riesce ad ottenere una visibilità maggiore perché ha letto in precedenza il libro del mentore. Subito dopo il Dipartimento viene informato di un incidente ad un mezzo di trasporto della Polizia, che ha provocato la fuga di alcuni detenuti. Nolan soccorre subito una delle guardie ferite, ma si ritroverà a dover assistere da vicino alla sua morte. Inizia quindi la caccia all’uomo: cinque detenuti pericolosi sono a piede libero ed occorre battere a tappeto la città. Talia (Afton Williamson) si dimostra scettica di fronte all’intuito di Nolan, che riuscirà comunque a trovare il nascondiglio di uno dei criminali. Nel frattempo, Lucy (Melissa O’Neil) e Tim (Eric Winter) si ritrovano a fermare il crescendo di odio da parte di un gruppo di vigilantes razzisti. Alla ricerca di uno dei tre fuggitivi ancora in libertà, i due poliziotti rimarranno intrappolati in un quartiere pericoloso.

Andersen (Mercedes Mason) annuncia ai novellini che è arrivato il momento di invertire i ruoli: l’integrità degli ufficiali verrà messa a dura prova grazie a finti crimini. Bradford non la prende bene, visto che ai suoi occhi quella particolare giornata di addestramento implica distogliere l’attenzione dal lavoro reale. In realtà il suo nervosismo è dovuto alla denuncia fatta allamoglie, tradita proprio dall’esercitazione. Finirà comunque per intuire di essere inciampato in una delle finzioni. Nel frattempo, John e Talia fermano una donna prima che possa colpirli con un coltello. Durante l’arresto, la recluta finirà per mettere in imbarazzo la sospettata, che gli giurerà quindi che presto avrà di che pentirsene. Una volta finito il turno, John verrà preso di mira infatti da uno sconosciuto che armato di fucile cercherà di ucciderlo. Il poliziotto finisce quindi sotto scorta, a causa di un forte sospetto: la donna arrestata è la fidanzata di un criminale. Quest’ultimo fa inoltre parte di una banda cittadina pericolosa, che ha la possibilità di confrontarsi con la Polizia. Tuttavia nelle ore successive il bersaglio verrà tolto dalla testa di Nolan, ma Andersen finirà in trappola con la recluta. Nonostante gli sforzi di John, il figlio del criminale riuscirà a colpire l’ufficiale al collo: la Andersen morirà poco dopo fra le braccia del collega.

ANTICIPAZIONI DEL 18 MAGGIO 2019

EPISODIO 17, “MODALITA’ CRISI” – Dopo aver sorpreso una giovane a scavare in un cimitero, Nolan verrà assegnato a Tim per affrontare una nuova missione. Un uomo è stato accusato di far parte di un cartello e i due poliziotti raggiungeranno una casa sicura per osservarlo da vicino. Intanto, Talia e Chen fermano il rituale di una madre che ha deciso di torturare il figlio, convinta che sia posseduto. Lucy scoprirà poco dopo che il padre è stato ricoverato in ospedale, dopo essere stato ferito da un paziente di cui non vuole fare il nome. Solo in un secondo momento realizzerà che il genitore non ha fiducia nel sistema, almeno quando si parla di malati di mente.

EPISODIO 18 – “FRONTE INTERNO” – Durante l’inseguimento di un criminale, Nolan finisce per scontrarsi con un uomo che in seguito lo denuncerà per lesioni. Il poliziotto verrà quindi sotto posto a giudizio e potrà avere l’aiuto di un avvocato, Simon Parks. Secondo i colleghi si tratta del migliore in tribunale, un vero squalo che è già riuscito ad affrontare casi simili con successo. In realtà si ritroverà a fare i conti con il figlio del noto legale, un avvocato appena uscito dalla facoltà di Legge che affronterà grazie a lui il suo primo vero caso in aula. Nel frattempo, Jenkins finisce nei guai a causa di una criminale che afferma di sapere che il poliziotto ha mentito in tre differenti casi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA