Tifoso prende casco Valentino Rossi a Misano/ “Mi sembrava di avere un infarto”

- Michela Colombo

Tifoso prende casco di Valentino Rossi a Misano: a un 33 enne di Fabriano il prezioso cimelio, lanciato dal Dottore ai tifosi dopo il Gp Emilia Romagna 2021.

valentino rossi tifosi curva lapresse 2021 640x300
Valentino Rossi sotto la curva dei suoi fan a Misano (Lapresse)

Sono passati ormai alcuni giorni dal Gran premio dell’Emilia Romagna 2021 della Motogp, tappa dove Valentino Rossi ha potuto salutare per l’ultima volta il suo pubblico a Misano prima del ritiro, ma il ricordo di quella meravigliosa celebrazione è negli occhi e nel cuore di molti. Di certo lo è per Michele Quirini, il tifoso che ha preso il casco di Valentino Rossi, lanciato dallo stesso Dottore sul pubblico in festa al termine del gran premio, per ringraziare del fortissimo affetto dei suoi fan.

Il giovane di Fabriano proprio oggi è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport e sulle colonne della rosea non ha certo nascosto l’emozione di aver ricevuto un cimelio così prezioso, dal valore stimato di oltre centomila euro: “Quando me lo sono trovato tra le mani, mi sembrava di avere un infarto” ha subito raccontato il 33 enne, fin da piccolo appassionato di motori e grande tifoso del pilota pesarese, prossimo al ritiro.

TIFOSO PRENDE CASCO VALENTINO ROSSI A MISANO: “NON LO VENDO MA..”

Davvero una giornata speciale A Misano domenica scorsa per Michele Quirini, tifoso che ha ricevuto il casco di Valentino Rossi, lanciato dallo stesso pilota a una curva di tifosi al termine della gara di Motogp. Il 33 enne ha avuto l’occasione di raccontare alla Gazzetta dello sport questa importante giornata e ovviamente anche il preziosissimo casco del Dottore, che la sorte ha voluto finisse tra le sue braccia. Quirini racconta: “A fine gara avevamo intuito che Vale sarebbe venuto da noi, perché c’erano Cesare Cremonini, Uccio e gli altri ragazzi del team VR46, oltre alla fidanzata di Rossi. Avevamo tanta emozione quando lui ci ha salutato, ma non ho visto lacrime. Eravamo semplicemente esaltati, contenti di averlo vicino. Tutto mi sarei aspettato, tranne quello che mi sarebbe successo di lì a poco”.

E ancora aggiunge: “Ho iniziato a registrare un filmato, e mentre stavo guardando la scena dal cellulare, il casco di Vale si è infilato nella mia mano, come si vede nel video che ho fatto. Mi stava prendendo un infarto, e pensare che neanche lo stavo cercando, e che un mese prima stavo lavorando con la VR46 per quel collegamento di Valentino con i tifosi in piazza a Tavullia. Sono stato il più fortunato di tutti”. E ora che si farà col casco di Valentino Rossi? “Per il momento non lo vendo. Ma lo voglio condividere con la comunità, con gli appassionati. Se venissero organizzati degli eventi di beneficenza nelle Marche, anche di tipo sportivo, e mi venisse chiesto, non direi di no”. Per il momento il cimelio, assicura il tifoso di Fabriano, è al sicuro in banca, che ha pure ribadito di tenere profondamente al casco di Rossi, “da appassionato vero”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA