TIM DOWN A MILANO E ROMA/ Rete fissa ko “disservizio sistemi alimentazione elettrica”

- Niccolò Magnani

Tim down oggi su rete fissa delle principali città d’Italia: ko a Milano, Roma, Napoli. Il disservizio causato da sistemi alimentazione di elettrica

Telecom_Tim_Insegna_Lapresse
Tim Italia (LaPresse)

In molte zone d’Italia sono stati segnalati ormai da diverse ore problemi legati a Tim down, con disagi alla rete fissa del noto operatore telefonico. I maggiori problemi sono rappresentati dall’impossibilità di poter accedere a internet con i propri modem. Tanti utenti hanno potuto notare la famigerata luce rossa sul modem che indica malfunzionamento in corso con possibili problemi per coloro che lavorano in smartworking in questo primo lunedì lavorativo del 2021. Colpite non solo le maggiori città italiane – da Roma a Milano – ma anche i piccoli centri da nord a sud.

Sono numerosi gli utenti da tutta Italia che hanno segnalato un down alla rete fissa Tim sul quale la società sta già lavorando per risolverlo quanto prima. Già verso le 4 del mattino, scrive Hwupgrade.it, è stato segnalato un picco di segnalazioni. In mattinata è giunta la dichiarazione ufficiale di Tim: “TIM informa che nel corso della notte si è verificato un disservizio ai sistemi di alimentazione elettrica in una centrale telefonica di Milano che ha causato lo spegnimento di alcuni apparati. I tecnici, a lavoro da subito, hanno immediatamente ripristinato l’alimentazione, reinstradando la rete mobile e parte delle linee della clientela business. Il disservizio è in corso di risoluzione e si prevede di chiuderlo definitivamente entro la mattina”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

TIM DOWN A MILANO, ROMA E NAPOLI: COSA SUCCEDE?

Tiscali e Tim down praticamente in tutte le principali città d’Italia: è il primo “ko” del nuovo anno e arriva la mattina del 4 gennaio – con la ripresa di attività e uffici in larga parte del Paese. Il sito specializzato “Downdetector” segnala per la rete fissa di Tiscali e soprattutto Tim diversi disservizi a Milano, Napoli, Bologna, Roma, Brescia, Padova, Genova, Firenze e Torino, insomma in tutte le grandi città dove circola la banda larga e le connessioni sono più sottostesse. Quelle “lucine” rosse sul router e la connessione che non parte è il segnale riportato da migliaia di utenti che da stamattina sono alle prese con il down della rete fissa: al momento infatti la rete 4G e 5G sui cellulari prosegue senza intoppi, mentre i drammi provengono dai router di case e aziende. Al momento sui canali social ufficiali di Tim e Tiscali non appaiono comunicazioni circa i disservizi, altro fattore che ha fatto innervosire e non poco gli utenti online: «Spia rossa sul modem e zero linea internet: oggi non si lavora», lamenta una ragazza su Twitter.

INFO TIM DOWN: I DISSERVIZI

Tra smartworking, riunioni e esami in “dad” la connessione casalinga e nelle aziende è divenuta sempre più fondamentale ai tempi della pandemia: seppur ancora gli studenti delle scuole dell’obbligo siano in vacanza, non sono stati pochi i disservizi arrecati a lavoratori e studenti universitari con il Tim down di stamane. Da quanto si può leggere su Downdetector, alle ore 11 oltre il 60% degli utenti che ha segnalato il Tim down lamenta mal funzionamenti della linea Internet domestica, il 33% della telefonia, solo una parte minima (pari al 7%) sostiene di avere problemi anche con la propria linea mobile. Per essere questo il primo lunedì lavorativo dell’anno non è di certo di buon auspicio ma nelle prossime ore dovrebbero arrivare novità e, si spera, comunicazioni ufficiali anche dalle compagnie interessate dal down della rete: alcuni utenti però segnalano la risposta avuta in privato da Tim Italia, come questa «Gentile cliente, in riferimento alla tua segnalazione di assistenza, ti informiamo che nella tua zona è presente un guasto generalizzato che richiede una lavorazione più complessa da parte dei tecnici TIM e non sarà necessario intervenire presso il tuo domicilio. Ci scusiamo per il disagio, sarà nostra cura avvisarti all’avvenuta risoluzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA