TTG 2021/ Tre fiere di settore in una per capire dove va il turismo

- Alberto Beggiolini

Oggi prende il via il TTG Travel Experience che ritorna in presenza. Un bel segnale della ripartenza del settore turistico

TTGEXPO1280 640x300
Al via oggi il TTG Travel Experience

Un bel segnale della ripartenza del settore turistico è il ritorno “in presenza” del TTG Travel Experience, la manifestazione (58esima edizione) di riferimento per la promozione del turismo mondiale in Italia e per la commercializzazione dell’offerta turistica italiana nel mondo, un salone che apre oggi per chiudere venerdì al quartiere fieristico di Rimini. Una tre giorni che vedrà la partecipazione di operatori provenienti da tutto il mondo, key player delle principali aziende del comparto: enti del turismo, tour operator, agenzie di viaggi, compagnie aeree, trasporti, strutture ricettive, servizi per il turismo, tecnologia e soluzioni innovative. 

L’evento (con lo slogan Be confident, ossia siate fiduciosi) fa parte della piattaforma The Italian Marketplace for Travel&Hospitality, il brand firmato Italian Exhibition Group (la società nata dalla fusione delle Fiere di Rimini e Vicenza). È un nuovo modello di sviluppo strategico del business, che unisce in un unico evento le community delle tre più importanti fiere di settore: TTG Travel Experience, SIA Hospitality Design – il salone internazionale dell’Accoglienza e SUN Beach&Outdoor Style – il salone B2B di riferimento per il mondo dell’outdoor, degli stabilimenti balneari e dei campeggi.

Al TTG 2021 sono in calendario 200 eventi divisi in 9 arene; si inizia oggi con “Progetti e innovazione nel futuro dell’industria”, un dialogo con, Giorgio Palmucci, presidente ENIT, Fabio Lazzerini, ad di ITA, Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi, e Massimo Garavaglia, ministro del Turismo. Da seguire, poi, Vision TTG 2022, che presenterà ai professionisti una prospettiva sui movimenti e sulle tendenze del mercato turistico dei prossimi cinque anni.
Le trasformazioni nei gusti e nei valori dei consumatori e le dinamiche con cui le imprese globali mutano obiettivi saranno affrontate in cinque Deep Trend che dovranno profilare tendenze e finalità di imprese e viaggiatori. E secondo il TTG si tratta di “una tendenza al rifugio come destinazione tipo in cui ritrovare sé stessi, per ripristinare connessioni salutari e vitali tra individui che capitalizzino esperienze durevoli con un alto valore simbolico”. Al centro di TTG Travel Experience, tra gli altri, appuntamenti come Book&Go, in cui sono gli scrittori di viaggio a ispirare agenti di viaggio e tour operator nella creazione del prodotto turistico; Beactive che toccherà insieme al turismo attivo e sportivo gli aspetti slow e naturalistici dell’offerta turistica, e Eatxperience che mostrerà come l’Italia sia costellata di strutture ricettive con alta ristorazione, enoteche e cantine, musei del cibo, scuole di cucina, itinerari enogastronomici. Quanto a Sia Hospitality Design, la kermesse porterà in scena ambienti e arredi per l’ospitalità alberghiera, con focus dedicati agli arredi per esterni e alla sicurezza e alla sanificazione degli ambienti e due mostre Rooms, dedicata alle camere d’albergo e Wellness dedicata agli spazi per il relax e per il benessere individuale. Sun Beach&Outdoor Style, infine, indicherà i nuovi trend per la spiaggia e il campeggio.

— — — —

Abbiamo bisogno del tuo contributo per continuare a fornirti una informazione di qualità e indipendente.

SOSTIENICI. DONA ORA CLICCANDO QUI

© RIPRODUZIONE RISERVATA