ULTIME NOTIZIE/ Oggi ultim’ora convegno Lega: Salvini “no antisemiti destra-sinistra”

- Carmine Massimo Balsamo

Ultime notizie, ultim’ora oggi. Convegno della Lega sull’antisemitismo, Salvini “no antisemiti di destra e sinistra” (16 gennaio 2020)

sondaggi politici
Matteo Salvini (LaPresse)

Si è tenuto a Roma questa mattina il convegno della Lega in vista del Giorno della Memoria, legato al tema dell’antisemitismo: il leader Matteo Salvini, commentando l’evento, rilancia «L’antisemitismo di certa destra e di certa sinistra è nostro nemico. Abbiamo il dovere di combattere chi dice che gli ebrei siano i nazisti di oggi: lo pensano nel mondo islamico ma anche in una certa Europa». Da qui l’attacco all’Unione Europea sempre dall’ex Ministro leghista «Una Ue che nega le radici giudaico cristiane, una Onu che dedica 18 risoluzioni contro Israele e neanche una a Iran e Turchia sono un problema». In merito alla non presenza della senatrice Segre – che aveva ricevuto l’invito, declinandolo per “troppi impegni” – Salvini non cita direttamente anche se si lascia sfuggire davanti alla stampa «Mi spiace che qualcuno non sia oggi qui perché avremmo dovuto parlare di tutto: è una classica metodologia italiana». Infine, al termine del convegno di Palazzo Giustiniani, Salvini ribadisce «Chi vuole cancellare Israele ha un avversario in noi ora e sempre […] odiare Israele ha già fatto troppi danni nella storia». Per il Presidente dell’Ucei, Noemi Di Segni, è sicuramente «apprezzabile l’attenzione di Salvini sul tema dell’odio verso Israele. Sono posizioni precise, coraggiose, non condivise da altri esponenti della destra italiana. Questo però non esaurisce il pericolo dell’antisemitismo e per questo con Salvini abbiamo una dialettica, un confronto aperto». Poco prima sempre la Di Segni aveva chiesto alla Lega di prendere le distanze dai gruppi di estrema destra e di non legittimarli.

Ultime notizie, Festival di Venezia: Cate Blanchett presidente giuria

L’attrice Cate Blanchett, sarà la prossima presidente della giuria del Concorso della 77esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, più comunemente nota come Festival di Venezia, in programma fra il 2 e il 12 settembre prossimi. La decisione è stata presa dal cda della stessa Biennale lo scorso 10 gennaio, e comunicata in queste ore: “Ogni anno attendo la selezione di Venezia – il commento a caldo della futura presidente della giuria – e ogni anno essa risulta sorprendente e notevole. Venezia è uno dei festival di cinema più suggestivi al mondo, una celebrazione di quel mezzo provocatorio e stimolante che è il cinema in tutte le sue forme. E’ un privilegio e un piacere essere quest’anno presidente di giuria”. Alberto Barbera, direttore del Festival, ha invece spiegato: “Cate Blanchett non è soltanto un’icona del cinema contemporaneo, corteggiata dai più grandi registi dell’ultimo ventennio e adorata dagli spettatori di ogni tipo. Il suo impegno in ambito artistico, umanitario e a sostegno dell’ambiente, oltre che in difesa dell’emancipazione femminile in un’industria del cinema che deve ancora confrontarsi pienamente con i pregiudizi maschilisti, ne fanno una figura di riferimento per l’intera società”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, Roma: frana blocca in casa 11 persone

Paura a Roma, Castel Giubileo: una frana ha colpito un palazzo a quattro piani, bloccato l’accesso al condominio. Secondo quanto riportano i colleghi di romatoday.it, il fatto si è verificato alle ore 5.30: una massa di terreno fangoso ha franato, causando anche una importante perdita d’acqua. Sul posto i vigili del fuoco con due Squadre (6/A e 10/A), i nuclei specialistici SAF e USAR e l’Autoscala, i carabinieri, la polizia, la protezione civile, i vigili urbani ed un’ambulanza del 118, oltre ad una squadra di Acea Acqua. I pompieri sono riusciti a mettere in sicurezza le undici persone presenti all’interno della palazzina. Fortunatamente non si registrano feriti, attese novità a stretto giro di posta.

Ultime notizie, Foggia: bomba in centro anziani

Ennesimo attentato dinamitardo in quel di Foggia, nota località della Puglia. Una bomba è esplosa nelle scorse ore presso il centro anziani del gruppo “Sanità più”, il cui responsabile è Cristian Vigilante, già vittima di un attentato soltanto pochi giorni fa, il 3 gennaio scorso. Mentre è esplosa la bomba, molto probabilmente di fabbricazione artigianale, si trovava al suo interno la donna delle polizie, fortunatamente illesa. La vittima è stata comunque portata al pronto soccorso perchè in stato di chos. Il centro per anziani si chiama “Il Sorriso di Stefano” ed è ubicato in via Vincenzo Acquaviva: la bomba ha provocato danni esterni alla struttura, danneggiato alcune auto in sosta, e divelto l’insegna. “E’ chiaro che questo è un seguito alla bomba della scorsa volta”, il commento di Vigilante una volta giunto sul luogo dell’esplosione. Indagano le forze dell’ordine. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, a 18 anni si potrà votare per il Senato

Nuove regole per votare per il Senato e per diventare senatori della Repubblica: la Commissione Affari costituzionali di Palazzo Madama ha dato l’ok alla riforma costituzionale che consentirà di entrare a Palazzo Madama a 25 anni e di votare a 18 anni. I requisiti tra Camera e Senato si equiparano, dunque, ecco il commento del ministro Federico D’Incà: «La Commissione Affari costituzionali al Senato ha appena approvato il ddl per modificare l’età per votare per la Camera alta, che passa da 25 anni a 18, e quella per candidarsi, che scende da 40 a 25. Rispettiamo gli impegni presi, avanti con il cronoprogramma delle riforme!». Come evidenzia Repubblica, il testo modifica quello approvato in prima lettura a luglio alla Camera.

Ultime notizie, Los Angeles: aereo scarica carburante, 60 feriti

Un aereo decollato dall’aeroporto di Los Angeles, diretto a Shangai, per un guasto tecnico ha scaricato gran parte del carburante su un centro abitato a LA. Più di 60 persone, tra cui una trentina di alunni di una scuola elementare, sono stati sottoposti a cure mediche. I bambini non sono in gravi condizione di salute, ma hanno accusato dolori oculari. L’aereo, dopo lo scarico in volo del carburante, è atterrato in sicurezza. La Federal Aviation Administration ha avviato un’indagine.

Ultime notizie, Messina: 94 arresti

Le forze dell’ordine hanno arrestato 94 esponenti del clan di Messina per aver incassato illegalmente i fondi dell’Unione Euopea per 5,5 milioni di euro. Il clan avrebbe truffato l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura e l’ente preposto ai finanziamenti elargiti agli imprenditori agricoli. Più di seicento sono stati i militari impegnati nella maxi operazione, condotta dal procuratore Maurizio de Lucia e dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina. Gli esponenti del clan messinesi dovranno rispondere dei reati di “associazione mafiosa, truffa aggravata, intestazione fittizia di beni, estorsione, traffico di droga”. Le indagini eseguite hanno portato al sequestro di oltre 150 società. Sono stati arrestati anche gli esponenti delle famiglie Batanesi e Bontempo Scavo.

Ultime notizie, Trapani: incendio in casa, due morti

In una villa di via Napoli, in contrada Bocca a Trapani, a causa di un incendio scoppiato per un guasto elettrico, sono morti Vincenzo Monaco e il figlio Livio. Nell’incendio la moglie, Elvira Lasco, è rimasta intossicata in modo importante. Ora la donna è ricoverata in ospedale ma è fuori pericolo. A domare il rogo sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Trapani. L’asfissia è la causa delle due morti, come confermato dal medico legale. Sono in corso indagini dei carabinieri.

Ultime notizie, Dakar 2020: incidente per Fernando Alonso e Marc Coma

Fernando Alonso e Marc Coma sono stati vittime di un clamoroso incidente all’inizio della decima tappa della Dakar 2020. L’ex ferrarista e il suo copilota a forte velocità si sono ribaltati con l’auto sulla duna senza riportare danni fisici. Dopo l’intervento dei meccanici la coppia ha potuto proseguire la corsa, anche con il parabrezza danneggiato. Alonso e il suo copilota sono arrivati al traguardo con un’ora di ritardo rispetto al primo classificato, Carlos Sainz.

Ultime notizie, Milano: smog fuori dalla norma

Lo smog ha invaso Milano. I livelli delle polveri sottili superano la media consentita dal 6 gennaio. Il sindaco ha deciso di adottare le misure di secondo livello, con due giorni d’anticipo rispetto a quanto previsto dal regolamento regionale. Il blocco riguarda i veicoli Euro 4 e commerciali fino ai diesel Euro 3, dalle 8.30 alle 18.30. Segnale di arresto anche per i generatori di calore a biomassa legnosa. La condizione più grave si è registrata in pieno centro, dove la centralina di via Senato ha evidenziato livelli superiori ai limiti sopportabili, nonostante sia stata predisposta un’area B di accesso alle automobili.

© RIPRODUZIONE RISERVATA