Ultime notizie/ Ultim’ora oggi, Veneto: ordinanza Zaia riapre gli stadi

- Fabio Belli

Ultime notizie e ultim’ora di oggi, sabato 19 settembre 2020: l’ordinanza del Veneto prevede la riapertura di stadi e palasport.

zaia
Luca Zaia, governatore del Veneto (LaPresse)

Il Veneto come l’Emilia Romagna: il presidente Luca Zaia ha firmato un’ordinanza che prevede la riapertura di stadi e palasport. In base a quanto previsto dal testo, gli spettatori possono partecipare agli eventi sportivi in base alla seguente capienza: 1.000 negli impianti all’aperto e 700 al chiuso. L’ordinanza vale da oggi al 3 ottobre 2020 e prevede che i tifosi «hanno l’obbligo di occupare per tutta la durata dell’evento esclusivamente i posti a sedere specificamente assegnati, con divieto di collocazione in piedi e di spostamento di posto, assicurando tra ogni spettatore seduto una distanza minima laterale e longitudinale di almeno un metro». Gli spettatori devono inoltre indossare la mascherina per tutta la durata dell’evento se questo si svolge al chiuso, mentre all’aperto va indossata dall’ingresso fino al raggiungimento del posto. (Aggiornamento di MB)

Ultime notizie, Cina vs Usa: “Su TikTok e WeChat atto di bullismo”

Prosegue la guerra a suon di parole, fra la Cina e gli Stati Uniti. A far scatenare Pechino è stata la decisione oltre oceano di vietare il download delle due app cinesi TikTok e WeChat, da sempre nel mirino del presidente Donald Trump in quanto ritenute poco sicure e “intrusive”. Una scelta che ovviamente non è piaciuta alla Cina, che ha replicato commentando l’atteggiamento degli Usa con le parole “bullismo”, suggerendo inoltre che potrebbe prendere delle “contromisure”, anche se non è ben chiaro a cosa si riferisca, magari il divieto di qualche app americana in voga, in suolo cinese. “La Cina – le parole del ministero del commercio cinese – esorta gli Stati Uniti ad abbandonare il bullismo e a cessare le sue azioni illecite. Se gli Stati Uniti insisteranno su questa strada, la Cina adotterà le misure necessarie a salvaguardare risolutamente i diritti e gli interessi legittimi delle società cinesi”. (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

Ultime notizie, sparatoria a Rochester: 2 morti

New York, sparatoria a Rochester: bilancio di 2 morti e almeno 16 feriti. Come riportato dai media statunitensi, la tragedia si è consumata attorno alla mezzanotte ora locale, nei pressi di Goodman Street e Pennsylvania Avenue: diverse le chiamate al 911 per segnalare un conflitto a fuoco, anche se per il momento non è chiara la dinamica dell’accaduto. In corso le indagini delle autorità statunitensi, che per il momento non hanno effettuato arresti. Attesi aggiornamenti anche sui numeri della sparatoria, la polizia al momento ha rilasciato solo una breve nota: «I nostri agenti sono sul posto. C’è stata una sparatoria di massa in Pennsylvania Avenue. Ci sono vittime». (Aggiornamento di MB)

ULTIME NOTIZIE, GLI AGGIORNAMENTI SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS

I quasi 100mila tamponi effettuati nella giornata odierna hanno fatto aumentare di 1907 unità il numero dei positivi in tutta Italia. Rispetto alla giornata di ieri i decessi sono invece aumentati di 10 unità, 3 meno di ieri. Cala anche il numero delle terapie intensive, -4 in totale. In aumento anche il numero delle guarigioni che ha toccato quota 853. Guardando alle varie regioni italiane, si nota che il maggior numero di nuovi casi è stato registrato in Lombardia con 224 ed anche la Campania ha superato quota 200 fermandosi a 209. Segue il Lazio con 193 nuovi contagi. Preoccupa l’aumento dei casi in diverse regioni come il Veneto, il Piemonte, la Sicilia, l’Emilia Romagna e la Liguria che rispetto al giorno precedente hanno avuto una percentuale di incremento superiore al 100%. L’unica regione italiana a zero contagi è stata la Basilicata, mentre il Molise he ha segnalati 3. Una preoccupazione arriva anche dall’età media dei nuovi contagiati che torna a salire facendo pensare ad una trasmissione dai giovani agli anziani all’interno delle famiglie.

ULTIME NOTIZIE, BONACCINI RIAPRE GLI STADI IN EMILIA ROMAGNA

Con la ripartenza del campionato di serie A, il governatore dell’Emilia Romagna ha deciso di dare spazio agli spettatori negli stadi della sua regione. Bonaccini ha infatti emesso una ordinanza in deroga alle disposizioni nazionali, che permetterà di avere sugli spalti 1000 spettatori sia nelle partite tra Parma e Napoli che tra Sassuolo e Cagliari, che si giocherà a Reggio Emilia. Con questa deroga sarà possibile anche assistere alla gara di Formula 1 che si disputerà sul circuito di Imola, con l’ammissione di 13mila persone. Queste aperture sono naturalmente condizionate ad un piano che gli organizzatori devono presentare per ottemperare a quelle che sono le misure di sicurezza previste contro il Coronavirus.

ULTIME NOTIZIE, ELEZIONI REGIONALI, STOP A CAMPAGNA ELETTORALE

In vista delle elezioni regionali ed amministrative e del referendum sul taglio dei parlamentari, oggi i principali leader delle varie parti politiche hanno chiuso la campagna elettorale. Il centrodestra ha puntato particolarmente con la sfida in Toscana dove la sinistra schiera Giani mentre il centro destra la leghista Ceccardi. Anche Silvio Berlusconi ha speso parole in vista del voto confidando che gli italiani confermino il centrodestra come parte maggioritaria nel paese. Ultimi appelli anche per i sostenitori del “” e del “no” al referendum confermativo, ma la grande battaglia si è giocata sulle elezioni regionali.

ULTIME NOTIZIE, I FUNERALI DI DON ROBERTO MALGESINI

Si sono svolti nella giornata di oggi, alle 17.00, i funerali di don Roberto Malgesini. Centinaia di persone hanno assistito alle esequie che si sono svolte a Regoledo, una località della provincia di Sondrio dove il prete ucciso martedì scorso era nato. Presenti i suoi familiari e tante persone che hanno voluto porgere l’ultimo saluto a quello che era conosciuto come “il prete degli ultimi“.

ULTIME NOTIZIE, OLTRE 10MILA CONTAGI, FRANCIA VERSO NUOVO LOCKDOWN?

La situazione francese sta diventando sempre più grave. Oggi i nuovi contagi sono stati oltre 10mila e anche il numero delle persone che sono presenti negli ospedali sta continuamente salendo. Questo preoccupa la sanità francese e l’OMS e si stano predisponendo misure sempre più stringenti per cercare di evitare l’aumento dei contagi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA