Vaiolo delle scimmie, Oms “gay e bisex limitino partner”/ “95% casi è omosessuale”

- Silvana Palazzo

Vaiolo delle scimmie, Oms dopo aver dichiarato emergenza sanitaria globale avverte: “Gay e bisex limitino partner sessuali. Il 95% dei casi è omosessuale”. Inoltre, ora virus più contagioso

monkeypox vaiolo scimmie colori 2022 lapresse 640x300
Monkeypox, trasmissione "a colori" del vaiolo delle scimmie (Foto: 2022, LaPresse)

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) raccomanda agli uomini gay e bisessuali di limitare il numero di partner sessuali per proteggersi dal vaiolo delle scimmie e contribuire a rallentare la trasmissione del virus monkeypox che si sta rapidamente diffondendo. Rosamund Lewis, esperta di vaiolo dell’Oms, ha dichiarato che gli uomini omosessuali sono attualmente il gruppo col più alto rischio di infezione. Infatti, circa il 99% dei casi riguarda uomini e almeno il 95% di questi sono uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini.

Quindi, il direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus, che recentemente ha dichiarato l’emergenza sanitaria globale, ha aggiunto: «Per gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini, questo include, per il momento, la riduzione del numero di partner sessuali, la riconsiderazione dell’idea di fare sesso con nuovi partner e lo scambio di dati di contatto con i nuovi partner per consentire un follow-up se necessario». Ma ha anche sottolineato che è fondamentale che le autorità sanitarie pubbliche coinvolgano le comunità gay per ridurre la trasmissione del vaiolo delle scimmie, proteggendoli al contempo da stigma e discriminazione. A tal proposito, invita social media, aziende hi-tech e testate giornalistiche a contrastare le fake news e le informazioni errate che non possono far altro che alimentare l’epidemia.

“ORA VAIOLO DELLE SCIMMIE È PIÙ CONTAGIOSO”

«Lo stigma e la discriminazione possono essere pericolosi quanto qualsiasi virus e possono alimentare l’epidemia. Come abbiamo visto con la Covid-19, la disinformazione e queste informazioni possono diffondersi rapidamente online», ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus. Secondo gli scienziati dell’OMS e dei CDC, il vaiolo delle scimmie si diffonde principalmente attraverso il contatto pelle-pelle durante i rapporti sessuali. Rosamund Lewis teme che il vaiolo delle scimmie possa diffondersi maggiormente se le persone non prenderanno precauzioni limitando il numero di partner sessuali e i contatti sessuali anonimi. In passato, le persone contagiate dal vaiolo delle scimmie trasmettevano il virus in media a meno di un’altra persona, motivo per cui le precedenti epidemie non si sono diffuse in modo così capillare.

Ma Rosamund Lewis ha spiegato che un individuo con il vaiolo delle scimmie potrebbe essere in grado di trasmettere il virus a più persone ora, perché l’immunità globale è diminuita e la vaccinazione contro il vaiolo è diventata molto meno comune. Sebbene il vaiolo delle scimmie si diffonde soprattutto tramite i rapporti sessuali, chiunque può contrarre il virus attraverso un contatto fisico ravvicinato, come baci e abbracci o con la condivisione di asciugamani o lenzuola. Ci sono stati, infatti, casi di donne e bambini che hanno contratto recentemente il vaiolo delle scimmie, anche se al momento la trasmissione sembra essere bassa nella comunità in generale. Infine, iò vaiolo delle scimmie può anche diffondersi attraverso le goccioline respiratorie quando gli individui infetti hanno lesioni in bocca, anche se questo richiede una prolungata interazione faccia a faccia.





© RIPRODUZIONE RISERVATA