Valeria D’Esposito, morta di covid giornalista campana/ L’ultimo post “2 speranze…”

- Davide Giancristofaro Alberti

Lutto nel mondo del giornalismo online a seguito della morte di Valeria D’Esposito, 49enne campana di Visit Campania

valeria desposito social 630x300
Valeria D'Esposito (Foto presa dai social)

Un altro lutto nel mondo del giornalismo, è morta in queste ore Valeria D’Esposito. La collega era famosa soprattutto nel giornalismo campano in quanto era un volto molto noto del portale web “Visit Campania”. Lavorava ormai da dieci giorni nell’editoria online visto che il suo primo blog risale esattamente al 2011, anno in cui venne rapita dal giornalismo, decidendo di lasciare il suo precedente mestiere di artigiana-orafa anche a causa di alcuni problemi di salute.

Come ricorda Il Fatto Quotidiano, Valeria D’Esposito era molto giovane, avendo compiuto pochi giorni fa, lo scorso 15 febbraio, solamente 49 anni. Ma pochi giorni dopo era sopraggiunto il virus subdolo del covid, che le è stato purtroppo fatale e che ha aggiunto il suo nome al lungo elenco di vittime a seguito del coronavirus in Campania composto da più di 4.500 decessi.

VALERIA D’ESPOSITO E’ MORTA: IL CORDOGLIO SUI SOCIAL

Numerosi i messaggi di cordoglio sui social, amici, famigliari ma anche semplici conoscenti, che hanno voluto ricordare Valeria D’Esposito in vari modi. Un’amica ha ad esempio scritto: “Un’altra cicatrice sul mio cuore portata da questo maledetto virus”. A comunicare l’infezione del covid era stata la stessa giornalista di Visit Campania, che pochi giorni fa nella sua ultima newsletter, aveva raccontato: “Nella terza ondata, che non avrebbe dovuto esserci, il covid ha raggiunto anche me”. E ancora: “Mentre ero in attesa della chiamata per il vaccino, un giorno all’improvviso mi sono sentita poco bene. È stato davvero un attimo: ero al pc, tranquilla a scrivere e a bere il mio tè, e in un secondo ho sentito le forze venire meno, mentre la gola iniziava a bruciare e la testa a pulsare di dolore”- La D’Esposito aveva concluso il suo intervento con due speranze future: “Le mie priorità future? Due cose che già avevo nel cuore: avere massima cura di me stessa e riprendere a viaggiare”. Il primo marzo era morta la giornalista di Rai Radio 3, Rossella Panarese, anche se le cause del decesso non erano state rese note.



© RIPRODUZIONE RISERVATA