VALERIA FABRIZI/ “L’assenza di mio padre non mi ha segnata. È scomparso ma…”

- Elisa Porcelluzzi

L’attrice Valeria Fabrizi dai fotoromanzi a Miss Universo. La copertina di Playboy e la nuova vita con Suor Costanza. L’amore per Tata Giacobetti.

Valeria Fabrizi
L’attrice Valeria Fabrizi

Valeria Fabrizi ammette che c’è tanto di Suor Costanza, tra i protagonisti di Che Dio ci aiuti, in lei. “Io sono proprio così. – racconta a Serena Bortone a Oggi è un altro giorno – Sono cresciuta dalla suore, ero un piccolo Pierino.” spiega. Valeria Fabrizi è cresciuta senza il papà che è letteralmente scomparso quando era molto piccola: “Non mi è mai mancata la figura di mio padre. – ha ammesso la Fabrizi su Rai 1 – Si chiamava Alberto, aveva il vizio delle donne e del gioco. Era un medico dentista e si è finto sordomuto ma lo arrestarono perché si girò quando fecero cadere dei soldi a terra. La sua assenza non ha segnato la mia vita, ho avuto comunque tanto amore da mia madre e dai miei nonni”, ha concluso. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Valeria Fabrizi ospite a Oggi è un altro giorno

Valeria Fabrizi, classe 1936, è rimasta orfana del padre Alberto, catturato e ucciso dai tedeschi, durante la guerra. Fin da giovanissima ha lavorato al catasto, fatto la parrucchiera e la sarta. Ha esordito nel mondo dello spettacolo con i fotoromanzi e nel 1954 ha debuttato al cinema nel film “Ridere! Ridere! Ridere!”. Nel 1957 si è classificata quarta al concorso di Miss Universo: “Fu una esperienza sconvolgente. Il concorso si svolgeva a Long beach, in California, dall’altra parte del mondo. Ero infatti una ragazza semplice. Nata da una povera famiglia di Verona”, ha ricordato ad Alga News. Da qui è iniziata la sua carriera nel cinema e nel teatro. Valeria Fabrizi è stata legata per due anni a Walter Chiari, suo vicino di casa a Verona: “Una storia molto intensa che però non ufficializzammo mai… Non me la sentivo di impegnare la mia vita con un farfallone. Cosi  decidemmo di lasciarci e trasformammo il nostro amore in amicizia”. I due sono rimasti molto legati fino alla morte di Chiari nel 1991.

Valeria Fabrizi: il matrimonio con Tata Giacobetti e i figli

Nel 1964 Valeria Fabrizi ha sposato Giovanni “Tata” Giacobetti, fondatore del Quartetto Cetra. Si conobbero nel varietà “Biblioteca di studio Uno” con il quartetto Cetra e sono rimasti insieme 25 anni, fino alla morte improvvisa del musicista nel 1988: “Tata era un uomo solido, affidabile. Mi dava sicurezza. Di lui mi innamorai con la testa”, ha detto ad Alga News La coppia ha avuto due figli: Giorgia, nata nel 1966, e Alberto, nato nel 1969 e morto a un mese dalla nascita. Nel 1976 Valeria Fabrizi è apparsa sulla copertina di Playboy:Inizialmente mi sentii una civetta, poi mi sono vergognata. È come se mi fossi venduta”, ha spiegato a Vanity Fair. Valeria Fabrizi è tornata al successo con il ruolo di suor Costanza nella fortunata fiction “Che Dio ci aiuti”: “Non mi aspettavo la carriera da suora. C’è stata una vera e propria seconda giovinezza artistica, non me l’aspettavo”, ha raccontato a Caterina Balivo a “Vieni da me”. Negli anni scorsi l’attrice ha anche dovuto affrontare la malattia e l’asportazione di un tumore: “Per fortuna hanno tolto tutto e non ho fatto chemio, ora sto bene”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA