Veronica Satti vs Clizia Incorvaia al Gf Vip 4/ “Vai a cag*are, tua figlia…”

- Stella Dibenedetto

Veronica Satti attacca Clizia Incorvaia e la sua scelta di andate al Grande Fratello Vip 2020: “vai a cag*are, hai lasciato tua figlia…”.

veronica satti e clizia incorvaia min
Veronica Satti e Clizia Incorvaia - Foto Instagram

Veronica Satti si scaglia ancora contro Clizia Incorvaia. Dopo averla criticata alla vigilia della sua partecipazione al Grande Fratello Vip 2020, Veronica Satti torna a puntare il dito contro l’ex moglie di Francesco Sarcina dopo averla vista piangere durante la sorpresa ricevuta da Adriana Volpe. La conduttrice ha ricevuto una lettera scritta dalla figlia Gisele e il momento ha commosso gli altri genitori della casa, in particolare Clizia Incorvaia che a casa ha lasciato la sua Nina. La commozione di Clizia, però, non ha intenerito Veronica Satti che, attraverso una serie di storie pubblicate su Instagram, ha criticato il suo atteggiamento. “Queste lacrime di Clizia mi hanno completamente commossa e si vede. Solitamente sono una persona che si commuove facilmente, si vede che sono commossa”. afferma ironicamente e mostrando gli occhi perfettamente asciutti e privi di lacrime. La figlia di Bobby Solo, contraria alla partecipazione dell’ex moglie di Francesco Sarcina al Grande Fratello Vip 2020, poi, rincara la dose: “Clizia Incorvaia entra nella casa per parlare di gossip perché lei è famosa penso per questa cosa di gossip. So solo che lei ha fatto le corna a Francesco Sarcina con quell’altro attore… Te ne vai, vai a fare il Grande Fratello, lasci da sola tua figlia nel mezzo di un vortice mediatico del genere, di gossip e di tutte queste becere cose… Ma vai a cag*are va”.

VERONICA SATTI ATTACCA CLIZIA INCORVAIA: “LA BAMBINA SUBISCE QUELLO CHE FA LA MADRE”

Dopo aver ascoltato le parole di Veronica Satti, alcuni followers le hanno scritto dicendole che, in realtà, la bambina non sa nulla della situazione che stanno vivendo i genitori. I messaggi ricevuti, però, hanno scatenato un’ulteriore reazione della Satti che, essendo figlia d’arte, ribadisce che le informazioni, alla bambina, arrivano comunque. “La bambina ha cinque anni, la bambina non vive in una torre di un castello, la bambina non vive in una campana di vetro, ma va all’asilo probabilmente. S’interfaccia con i suoi compagnetti che hanno dei genitori a casa che è ovvio che parleranno di Clizia, della situazione, del cornificamento, del non cornificamento. I bambini prendono queste informazioni e vanno a scuola e fanno dei discorsi allucinanti quindi la bambina, comunque, è sottoposta a quello che la madre fa lì e non mi venite a dire che non è così perché sono figlia d’arte, so perfettamente come funzionano queste dinamiche quindi ciao”, conclude la Satti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA