Vinales rinnova con Yamaha/ Motogp: spagnolo firma fino al 2022, “siamo una famiglia”

- Michela Colombo

Vinales rinnova con Yamaha fino al 2022: lo spagnolo della Motogp rimarrà con la casa del diapason ancora a lungo, con l’obbiettivo Mondiale.

vinales yamaha pollice motogp lapresse 2019
Vinales rinnova con Yamaha (LaPresse)

A pochi giorni dal via dei primi test per la Motogp 2020, ecco l’annuncio ufficiale del rinnovo tra Yamaha e Maverick Vinales per il prossimo biennio: la casa del diapason attraverso i suoi canali ufficiali infatti ha appena annunciato di aver tolto lo spagnolo dal mercato, assicurandosi le sue prestazioni fino al 2022. E’ dunque un ottimo colpo per la scuderia giapponese, pronta a tornare in pista dopo le vacanze invernali (il prossimo 6 febbraio sono attesi i primi test ufficiali a Sepang), per dare il via a una stagione nel motomondiale che sia davvero all’insegna del riscatto, puntando sul pilota che più nel 2018 e 2019 ha dato conferme in pista oltre che punti. Vinales infatti è stato l’unico della Yamaha ufficiale a vincere negli ultimi due anni: contiamo infatti la vittoria in Australia nel 2018 e i successi ad Assen e Malesia l’anno scorso. Più che logico da parte dei giapponesi dunque scommettere forte ancora su Maverick Vinales, mentre è ancora tutto da decidere il futuro del compagno di squadra dello spagnolo, tra un Valentino Rossi in crisi di risultati e uno scalpitante Quartararo, pronto a fare il passo avanti dalla Petronas.

RINNOVO VINALES-YAMAHA, LO SPAGNOLO: SONO PIU’ CHE MOTIVATO

Subito dopo l’annuncio ufficiale del rinnovo tra Vinales e Yamaha  fino al 2022, non sono mancate le consuete parole al miele tra i contraenti di questo matrimonio, che pure ha dato non pochi frutti in pista nelle ultime stagioni della Motogp. Da parte sua infatti il pilota spagnolo si è detto subito “estremamente contento” dell’accordo stretto, oltre che “impaziente di scendere in pista”, aggiungendo di  considerare la “Yamaha come una famiglia”. Vinales ha poi affermato: ” Il nostro obiettivo principale è, come sempre, vincere il mondiale e cercare di riportare Yamaha al primo posto. Farò del mio meglio. Grazie alla Yamaha per la fiducia dimostratami, cresceremo molto velocemente”. Gli ha subito fatto voce anche Lin Jarvin, Managing director Yamaha Motor Racing: “E’ fortemente motivato ed è sempre pronto a dare il massimo. Prevediamo un futuro molto brillante per lui alla Yamaha. La decisione di Maverick di firmare con il team Yamaha Factory Racing MotoGP per altri due anni  dimostra la forza del nostro reciproco apprezzamento e sottolinea la convinzione condivisa che insieme possiamo sfidare per il titolo del campionato mondiale MotoGP”. L’obbiettivo per la prossima stagione della Motogp, come le prossime due è dunque tracciato dalla casa come dallo stesso alfiere ed è ben ambizioso. Prima del via della stagione 2020, purtroppo però la strada verso il titolo, per Vinales come per la Yamaha si annuncia arduo, considerato non solo l’onnipresente minaccia di Marc Marquez (da 4 anni di fila campione del mondo), ma pure i limiti che le moto del diapason hanno evidenziato nelle ultime stagioni. Chissà però che accadrà!



© RIPRODUZIONE RISERVATA