BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

J’ACCUSE/ Scaglia e il caso Fastweb, un esempio di malagiustizia da "studiare"?

Pubblicazione:lunedì 24 maggio 2010

giustizia_statuaR375_5set08.jpg (Foto)

Questo nostro Paese ha un suo destino particolare, per il quale spesso le iniziative giuste vengono prese dalle persone sbagliate, e non vanno in porto a causa dell’inadeguatezza dei propri promotori. È il caso della riforma della giustizia che, fin quando sarà propugnata da un governo guidato da Silvio Berlusconi, rischia di non veder mai la luce, lasciando la magistratura italiana in una posizione di inefficiente strapotere, che si risolve in una serie di gravissimi disservizi, continui arbitrii e complessivo crollo di credibilità.

 

Berlusconi però, in materia, anche se la dice giusta non è credibile: non lo è persino tra alcuni dei suoi stessi grandi elettori. Peccato: perché la malagiustizia è una vera piaga nel cuore del Paese, che ha perso la certezza del diritto sia in sede civile che penale.

 

Uno dei temi di critica contro i magistrati che Berlusconi, personalmente, pur nel suo feroce quindicennio di polemica con la categoria non aveva ancora toccato, è quello dell’abuso della carcerazione preventiva. C’era stato più che un dibattito un tormentone di dibattito, rigorosamente sterile, tra il ‘92 e il ‘95, negli “anni d’oro” di Tangentopoli, ma nulla era cambiato nell’ordinamento.

 

Di fatto, i giudizi sommari che, sulla documentazione istruttoria raccolta dai pubblici ministeri per chiedere l’arresto di un imputato o il commissariamento di un’azienda, vengono espressi dal Giudice per le indagini preliminari o, successivamente, dal Tribunale del Riesame, appaiono sempre giudizi psicologicamente e anche tecnicamente subalterni a quelli già espressi dal pm, che quindi di solito si vede accogliere le proprie richieste.

 

Nel corso di Mani Pulite divenne chiaro a tutti e fu oggetto anche di infinita letteratura pubblicistica il criterio profondamente estorsivo che queste misure cautelari seguivano: “Io ti arresto, tu ti spaventi e collabori, ammettendo le tue colpe e, meglio ancora, chiamando qualcun altro a corredo”.

 

Ecco: nel caso di Silvio Scaglia, Mario Rossetti e di almeno alcuni altri fra i numerosi indagati dell’inchiesta sulle asserite evasioni dell’Iva con riciclaggio che sarebbero state commesse da Telecom Sparkle e da Fastweb, la letale discrezionalità, la totale autoreferenzialità e l’arrogante aggressività dei pm, nell’assoluta supremazia su Gip e Riesame, sono emerse in tutta la loro chiarezza.

 

Di fatto, un’inchiesta avviata nel 2007, con un primo giro di interrogatori che non avevano condotto assolutamente a nulla, è stata rianimata dopo tre anni. La tempistica, e la visibilità data agli arresti, ha fatto pensare a tutti che la Procura di Roma cercasse un proprio momento di gloria, di pubblicità, quasi a prescindere dalla concretezza degli addebiti.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


  PAG. SUCC. >

COMMENTI
24/05/2010 - malagiustizia da curare (SOLE ROSSI)

complimenti per l'articolo! Molto interessante anche se il Sig.Scaglia non è il solo ad avere ricevuto "l'ottimo trattamento dalla giustizia italiana!".Nell'inchiesta ci sono altre persone indagate e che purtroppo non hanno la stessa visibilità del Sig.Scaglia (anzi i loro nomi sono stati pubblicati e quindi già giudicati colpevoli da tutti) e che comunque pagano l'onnipotenza e aggressività dei Pm e Gip i quali chissà forse cercano veramente un momento di gloria e di pubblicità, visto che le indagini sono state avviate nel 2007 senza alcun esito. Sicuramente trattenere in custodia cautelare più di 50 indagati senza la possibilità di arresti domiciliari perchè vi è la possibiltà di inquinameto delle prove è un pò strano? Visto che dal 2007 ad oggi c'era tutto il tempo di inquinare le prove..sempre che ce ne fossero? Quindi ora cosa succede.attendere prego.tutte le persone che in questo momento sono grazie ai pm in alberghi a 5 stelle sono lì ad attendere cosa facciano i nostri magistrati o attendono i loro umori mattutini..e intanto le loro famiglie che sempre grazie al loro metodico lavoro (pm,gip)hanno subito la popolarita' mediatica,cambiamenti lavorativi,economici ed emotivi.Cosa faranno il giorno in cui"QUESTA PRATICA",perchè per loro solo questo è,e cosa si sentiranno dire? "stavamo indagando da solo qualche anno?" Morale:loro non pagano eventuali errori,chi era indagato pagherà 2 volte "cornuti e mazziati" Non sarebbe il caso di far provare anche a loro il -5 stelle?

 
24/05/2010 - non esiste solo il sig. scaglia (SOLE ROSSI)

complimenti per l'articolo! Molto interessante anche se il Sig.Scaglia non è il solo ad avere ricevuto "l'ottimo trattamento dalla giustizia italiana!".Nell'inchiesta ci sono altre persone indagate e che purtroppo non hanno la stessa visibilità del Sig.Scaglia (anzi i loro nomi sono stati pubblicati e quindi già giudicati colpevoli da tutti) e che comunque pagano l'onnipotenza e aggressività dei Pm e Gip i quali chissà forse cercano veramente un momento di gloria e di pubblicità, visto che le indagini sono state avviate nel 2007 senza alcun esito. Sicuramente trattenere in custodia cautelare più di 50 indagati senza la possibilità di arresti domiciliari perchè vi è la possibiltà di inquinameto delle prove è un pò strano? Visto che dal 2007 ad oggi c'era tutto il tempo di inquinare le prove..sempre che ce ne fossero? Quindi ora cosa succede.attendere prego.tutte le persone che in questo momento sono grazie ai pm in alberghi a 5 stalle sono lì ad attendere cosa facciano i nostri magistrati o attendono i loro umori mattutini..e intanto le loro famiglie che sempre grazie al loro metodico lavoro (pm,gip)hanno subito la popolarita' mediatica,cambiamenti lavorativi,economici ed emotivi.Cosa faranno il giorno in cui"QUESTA PRATICA",perchè per loro solo questo è,e cosa si sentiranno dire? "stavamo indagando da solo qualche anno?" Morale:loro non pagano eventuali errori,chi era indagato pagherà 2 volte "cornuti e mazziati" Non sarebbe il caso di far provare anche a loro il -5 stalle?