BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

AEREO EGYPTAIR/ Giulietto Chiesa: sono stati i neocon Usa per colpire Hollande e al Sisi

Per GIULIETTO CHIESA, dietro al disastro dell’Airbus EgyptAir precipitato al largo di Creta ci sono servizi segreti deviati che vogliono sia colpire sia la Francia sia l’Egitto

Foto dal web Foto dal web

Un Airbus della compagnia EgyptAir con a bordo 66 persone si è inabissato ieri tra l’isola greca di Karpathos e la costa egiziana dopo essere scomparso dai radar. Tra i passeggeri e l’equipaggio non ci sono superstiti. Il volo era partito da Parigi in mattinata ed era diretto al Cairo. Alle 3.39 del mattino, poco dopo essere entrato nello spazio aereo egiziano, ha iniziato a seguire una traiettoria impazzita. Prima una virata di 90 gradi verso sinistra, quindi una rotazione completa di 360 gradi nella direzione opposta. Due fonti anonime della Casa Bianca citate dalla Cnn hanno affermato che la dinamica del disastro rivela che a bordo del velivolo è esplosa una bomba. Per Giulietto Chiesa, giornalista, commentatore politico ed ex europarlamentare, “non c’è il minimo dubbio sul fatto che sia stato un attentato. E’ una punizione inflitta contemporaneamente all’Egitto e alla Francia”.

 

Una punizione per che cosa?

La Francia è stata punita in quanto il suo presidente, François Hollande, ha chiesto l’annullamento delle sanzioni alla Russia. Inoltre in questo momento l’obiettivo delle forze che vogliono destabilizzare il mondo è quello di mettere in ginocchio l’Egitto. Dopo avere distrutto Libia e Siria, adesso hanno preso di mira anche il Cairo. Quindi le due cose sono perfettamente coincidenti.

 

Hollande di recente è stato al Cairo per stringere degli accordi commerciali tra Egitto e Francia. Può avere a che fare con il disastro EgyptAir?

E’ naturale, sono due fatti che vanno insieme. La Francia ha cercato di muoversi per conto suo e ne ha pagato il conto. In grande, si ripete quanto era avvenuto a Enrico Mattei. Siccome è più facile fermare un solo uomo come Mattei che non un intero Paese come la Francia, si incomincia con l’abbatterne un aereo.

 

Oggi le misure di sicurezza negli aeroporti sono molto rafforzate. Come è stato possibile aggirarle?

I servizi segreti sono in grado di aggirare queste misure. Un tempo li si definivano servizi deviati, mentre oggi sono i padroni della politica in alcuni Paesi chiave. Questi apparati possono superare qualunque ostacolo. Avendo a disposizione sterminate quantità di denaro, possono infatti permettersi di comprare chiunque inclusi pezzi di servizi segreti di Paesi terzi.

 

Chi c’è dietro ai servizi deviati?

Per capire di chi sto parlando, basta andare per esclusione togliendo Russia e Cina. Ci sono forze che vogliono annichilire la Francia ogni volta che l’Eliseo cerca di alzare la testa. Queste stesse forze hanno l’obiettivo di creare il caos in tutto il Medio Oriente, e nello stesso tempo vogliono la guerra con la Russia.

 

Lei allude a poteri che stanno oltreoceano. Quali nello specifico?

Esiste una coalizione della guerra, rappresentata dai neocon americani e da quanti sono collegati con loro.

 

Quindi non dipendono da chi oggi è al potere a Washington?


COMMENTI
20/05/2016 - Una perfetta analisi da uno molto ben informato (Massimo Vignati)

E' proprio un peccato che mi sia perso l'annuncio sul NYT dove i servizi deviati cercavano 500 agenti da pagare per fare l'attentato!!

 
20/05/2016 - BEL TEOREMA, MA PUR SEMPRE UN TEOREMA (Pierluigi Piccinini)

"Un teorema è una proposizione che, a partire da condizioni iniziali arbitrariamente stabilite, trae delle conclusioni, dandone una dimostrazione." Non hanno ancora rinvenuto il relitto, ed ovviamente nemmeno la scatola nera. Fatti certi ancora pochissimi. Ma c'è già il teorema confezionato, con asserzioni indubitabili, senza prudenze che non lasciano spazio ad altre ipotesi. Teorema plausibile, certo, ma uno dei 10 o 20 possibili.

 
20/05/2016 - Perplesso (Nicola Marai)

Ma perché dare voce a una tesi così sperticata e non fondata? A che scopo? È informazione o dietrologia?