INTERVISTATI / Valentina Aprea

Valentina Aprea è nata a Bari il 17 luglio 1956. Laureata in pedagogia, direttrice didattica, è stata eletta alla Camera dei deputati nel 1994 nelle liste di Forza Italia, e poi riconfermata nelle due successive legislature, nel collegio uninominale di Rozzano, in Lombardia, in rappresentanza della coalizione di centrodestra. Nelle elezioni del 2006 è eletta per Forza Italia nella circoscrizione Lombardia 1. È stata responsabile delle politiche scolastiche di Forza Italia, e nei Governi Berlusconi II e III (dal giugno 2001 al maggio 2006) ha ricoperto l'incarico di sottosegretario al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. Rieletta nelle elezioni del 2008, è stata nominata Presidente della VII Commissione della Camera (Cultura, Scienza e Istruzione)

TUTTI GLI ARTICOLI

SCUOLA/2. Aprea: creiamo più concorrenza tra statali e non statali. Garavaglia: riconosciamo il valore pubblico delle private

VALENTINA APREA, presidente della Commissione Cultura e Istruzione della Camera, sottolinea l’importanza di creare nuove forme di organizzazione scolastica, che creino competizione tra scuole, sia statali che non statali. Il ministro-ombra dell’Istruzione MARIAPIA GARAVAGLIA sottolinea l’importanza di riconoscere il valore pubblico del servizio fornito anche dalle scuole private

ISTRUZIONE/ Aprea: la vera riforma? Una scuola libera dalla zavorra dello statalismo

Appena eletta presidente della Commissione Cultura della Camera, VALENTINA APREA discute di nuova governance della scuola, a partire dalle riflessioni lanciate nei giorni scorsi da ilsussidiario.net sui modelli americano e inglese. Leggi anche l’approfondimento di GIOVANNI COMINELLI, esperto di politiche scolastiche. All’interno, i precedenti interventi di Ribolzi, Pedrizzi, Zagardo e Albonetti

GLI ARCHIVI DELL'INTERVISTATO