ACHILLE LAURO A SANREMO 2022, “DOMENICA”/ “A torso nudo davanti a tanta grandezza”

- Matteo Fantozzi

Achille Lauro con la canzone "Domenica" al Festival di Sanremo 2022: a Domenica In ha spiegato il significato dell'essere a torso nudo

Achille Lauro a "Domenica In" Achille Lauro a "Domenica In" (Rai, 2022)

Achille Lauro

a Domenica In ha svelato di voler fare un film con Christian De Sica. Come mai a torso nudo sul palco di Sanremo 2022? “Prima di tutto è una performance. Sanremo mi ha dato tantissimo. Cerco sempre di portare qualcosa in più. Quest’anno il brano con il coro gospel, ho pensato cosa poteva contraddistinguere questa domenica. Il nulla, per questo ho cercato di togliermi tutto e restare spoglio davanti alla grandezza delle coriste e di questa domenica”. Mara Venier ha svelato che Domenica diventerà la nuova sigla di Domenica In.

Proprio sul palco dell’Ariston in occasione dello speciale di Domenica In si è esibito nuovamente insieme al coro internazionale che lo ha accompagnato nella sua performance sanremese. “Abbiamo fatto tutta questa esibizione tutto spento, non sentivo nulla. Alla cieca!”, ha rivelato Achille Lauro. Ricordando la cover con la Bertè, l’ha definita “una donna immensa”, sottolineando l’importanza di averla conosciuta. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

ACHILLE LAURO IN FINALE AL FESTIVAL DI SANREMO 2022 CON “DOMENICA”

Si scriveAchille Laurosi legge“polemica”,

ma stavolta al Festival di Sanremo 2022 un po’ se l’è cercata. Il cantante di Domenica è salito sul palco e ha effettuato un “battesimo” che ha mandato su tutte le furie il mondo cattolico. Non è la prima volta che Lauro finisce al centro di polemiche come queste visto che già in passato l’avevamo visto protagonista di situazioni simili come quando l’anno passato sempre all’Ariston si era presentato mimando la crocifissione di Gesù Cristo. Il pubblico lo difende, sottolineando che si tratta di arte, mentre altri tuonano. Intanto gli autori del Festival glielo consentono anche perché non pensiamo sia possibile che abbia studiato tutto senza avvisare nessuno.

ACHILLE LAURO, OBIETTIVO TOP TEN

Nonostante l’ottima performance Achille Lauro è risultato solo 11esimo nella classifica generale, risulta quindi troppo difficile che per l’ultima serata riesca a raggiungere le prime posizione. Molto più probabile che riesca ad inserirsi nei primi 10 migliori artisti di questa edizione del Festival di Sanremo. Nonostante la canzone scelta per questo festival abbia diviso dal punto di vista del gusto, l’ultima esibizione per la serata cover in compagnia della Bertè ha fatto guadagnare all’artista nuove posizioni e sopratutto una nuova considerazione. Il magnetismo dell’interpretazione offerta hanno messo in evidenza ancora una volta le grandi qualità di performer di Lauro, che accompagnato dalla Bertè è riuscito a regalare un momento di grande caratura artistica. Passano in secondo piano anche le evidenti carenze dal punto di vista tecnico, ampiamente compensate dalla qualità interpretativa. La sua peculiarità è stata infatti ancora una volta quella di riuscire a pesare ogni parola, regalando al pubblico immagini nitide e toccanti premiate con un prolungato applauso. Anche sui social l’esibizione è stata ampiamente apprezzata, come dimostrato dalle valanghe di commenti in favore dell’artista.

LA COVER E LA STANDING OVATION

La quarta sera del Festival di Sanremo è stata dedicata come di consueto alle cover, con la collaborazione di diversi artisti in supporto dei concorrenti in gara. Una delle prestazioni più convincenti ed apprezzate dal pubblico è stata senza dubbio quella di Achille Lauro. La canzone scelta è stata l’iconica Sei bellissima di Loredana Bertè, scelta proprio come artista con la quale duettare per l’occasione. I due sono stati accolti con grande calore sia dal pubblico che da Amadeus, che in particolare ha voluto sottolineare la felicità nel poter presentare la Bertè al festival. L’interpretazione è stata magnetica, Lauro ha reso un pezzo tutto al femminile come un testo universale, raccontando con grande emozione ogni singola rima e parola.

Energica come sempre invece la rappresentazione di Loredana, particolarmente emozionata nel cantare proprio sul palco dell’Ariston quella che è considerata la sua canzone simbolo. Al termine dell’esibizione sono stati salutati dal pubblico con una incredibile standing-ovation, a dimostrazione del grande impatto avuto con la performance. Prima di salutare il palco Achille Lauro ha voluto dedicare una lettera davvero toccante proprio per Loredana Bertè, dimostrandole un immenso affetto con parole di scuse per vecchi dissapori ormai superati. Per quanto riguarda il look Achille si è esibito in uno splendido completo bianco arricchito ancora una volta dalla scelta di posare a piedi nudi e a petto scoperto al di sotto della giacca. Classico abbigliamento scuro invece con la Bertè, con la sua tipica borsetta a tracolla.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanremo

Ultime notizie