ACHTUNG BABIES, THE BAND/ Canta U2 e divide l’opinione dei giudici

- Ilaria Macchi

Gli Achtung Babies sono arrivati a “The Band” come cover band degli U2 e hanno conquistato la giuria per la loro grinta. Difficile però possano arrivare alla vittoria.

Gli Achtung Babies a "The Band"
Gli Achtung Babies a "The Band"

Achtung Babies concorrono alla finale di The Band 2022: la stoccata di Asia Argento

Nella finale di The Band 2022, gli Achtung Babies si esibiscono in una cover sulle note di With or without you di U2, una performance che divide l’opinione dei critici presenti in studio. Tra i giudici, a margine della performance, la prima a pronunciarsi è Gianna Nannini: “Contenta che questa band difendesse l’italianità, ma ci rimango male quando fa il verso agli altri. Non mi piace questo vino”.  Carlo Verdone: “Li trovo bravi, amano gli U2 e fanno cover degli U2”.  Asia Argento è perentoria: “Perché venire a un talent solo per mettere in mostra il fatto di essere tribute band? Una band tributo a U2”. (Aggiornamento di Serena Granato)

Achtung Babies si esibiscono in finale

Si avvicina la finale di “The Band“, il programma del venerdì sera di Raiuno condotto da Carlo Conti, che ha tenuto compagnia a tanti telespettatori che amano la musica. E cresce così l’attesa di conoscere quale possa essere il gruppo vincitore, sulla base anche del percorso di crescita fatto in queste settimane, grazie al rispettivo tutor che li ha seguiti.

Tra questi ci sono gli Achtung Babies, finita sotto l’ala protettiva di Rocco Tanica e già noti soprattutto a Roma e dintorni per una scelta stilistica ben precisa: essere una cover band degli U2. Come tale, la grinta è certamente una delle loro caratteristiche distintive e l’hanno messa in mostra anche nel corso delle puntate.

Achtung Babies a “The Band”: la grinta non manca ma..

Arrivare a “The Band” non ha rappresentato comunque un esordio in Tv per gli Achtung Babies. Di loro, infatti, si era parlato anche in un servizio ad hoc realizzato da “Le Iene”. Anzi, secondo alcune indiscrezioni, i musicisti sarebbero stati vicini a partecipare anche al “Grande Fratello”, ipotesi non tramontata. Sapere quindi cosa significhi esibirsi davanti a un pubblico e alle telecamere ha quindi rappresentato un plus per il complesso.

Non tutto, però, finora è andato sempre per il verso giusto e sono in pochi a essere convinti che possano essere loro a conquistare la vittoria del talent show. A essere conquistati da loro c’è stata soprattutto una come Gianna Nannini, che non ha quindi difficoltà nell’individuare un talento. L’artista toscana, infatti, ha fatto un complimento non da poco: “Il cantante canta meglio di Bono”, ha detto. In occasione dell’ultina puntata hanno raccolto i commenti positivi della giuria con “Wish You were here” dei Pink Floyd, mentre non ha convinto del tutto la loro perfomance con “Se telefonando” di Mina.







© RIPRODUZIONE RISERVATA