Ainett Stephens e Aldo Montano/ “Se fosse stato single ci avrei fatto un pensierino”

- Adriana Lavecchia

Ainett Stephens in una lunga intervista a Chi ha parlato della malattia di suo figlio e dei suoi ex coinquilini della casa del Grande Fratello Vip 2021

Ainett Stephens
Ainett Stephens (Foto per gentile concessione dell'Ufficio Stampa Endemol Shine Italy)

Dopo la sua partecipazione al Grande Fratello Vip 2021 Ainett Stephens ha parlato della sua esperienza all’interno della casa e di suo figlio Christopher, che ha da poco compiuto sei anni, che vedendo partire sua mamma ha pensato di averla persa per sempre, ma la donna non si pente delle sue azioni e all’interno di una lunga intervista al settimanale Chi ha rivelato: “Essere una mamma che ha un figlio speciale non significa che questo blocchi la mia vita. Io continuo e continuerò a lavorare anche per lui e il suo disturbo non sarà mai qualcosa che limiterà le nostre vite”.

Dopo la partecipazione al reality di canale 5 Ainett Stephens ha ammesso come i suoi corteggiatori siano aumentati: “A qualcuno è tornata la memoria e ha ripreso a scrivermi. Si sono ricordati di me e del mio ruolo di Gatta Nera” lasciandosi poi andare ad una confessione particolare: “C’è un pretendente, anzi sono in molti… anche donne e non mi dispiace. In merito al suo percorso all’interno della casa la showgirl ha dichiarato di non rimpiangere nulla e sulla sua nomination ha ammesso di aver servito la scusa a tutti gli altri concorrenti su un piatto d’argento, confessando a Manila Nazzaro di sentire la mancanza di suo figlio.

Ainett Stephens,  la confessione su Aldo Montano

Sui suoi compagni di avventura all’interno del Grande Fratello Vip 2021 Ainett Stephens non ha dubbi: “Il mio vincitore è senza dubbio Aldo Montano. […] Il peggiore? Alex Belli. Lui recita”. Su Aldo Montano la showgirl si lascia anche andare ad una confessione: “Se fosse stato single ci avrei fatto un pensierino. Non c’è nulla di male ad ammetterlo”. Aldo è anche il concorrente che Ainett spera di veder trionfare in questa edizione mente su Soleil Sorge non ha dubbi: “Un mostro da palcoscenico, una che recita sempre, anche basta”.

Sulla sua esperienza di mamma di un bimbo autistico Ainett afferma: “C’è chi la chiama patologia e sbaglia io sono una mamma che ama il suo bambino, tutto qua. Il dramma avviene a scuola. Quando le maestre di ti dicono che tuo figlio è deriso, bullizzato e messo da parte. […] Io vado dovunque con Christopher a testa alta e ci mancherebbe, e se qualcuno gli fa o gli farà del male, se la dovrà vedere con me!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA