Alain Delon, trovato arsenale in casa: sequestrate 72 armi e 3mila munizioni/ “C’era pure poligono di tiro”

- Silvana Palazzo

Alain Delon, choc in Francia: trovato arsenale in casa. Sono state sequestrate 72 armi e oltre 3mila munizioni. "C'era pure poligono di tiro", fa sapere il procuratore

alain delon ansa 2021 640x300 Alain Delon (Foto Ansa: EPA/IAN LANGSDON, 2021)

Nuovi guai per Alain Delon, al centro di una diatriba familiare tra i suoi tre figli. La gendarmeria francese ha confiscato 72 armi tra collezione e da tiro nella casa di campagna dell’attore. Proprio nell’ambito della diatriba, è stata fatta una perquisizione nella casa di Doucht, nel Loiret, dove sono state trovate le armi e ben 3mila munizioni. La perquisizione è stata ordinata l’8 febbraio scorso dal giudice tutelare, dopo che durante una visita legale a casa dell’attore era stata trovata una prima arma da fuoco. Inoltre, sarebbe ora stata constatata anche l’esistenza di un poligono di tiro. Il divo 88enne non disponeva però del porto d’armi necessario, ha precisato il procuratore di Montargis Jean-Cédric Gaux in un comunicato stampa, come riportano i media francesi. Pertanto, è stata aperta un’inchiesta per detenzione illegale di armi.

Le indagini erano partite proprio dalle tensioni familiari che vedono coinvolti i tre figli di Alain Delon. Anouhka, che dal 2018 vive a Ginevra, vorrebbe far trasferire il padre vicino a lei, mentre Anthony vorrebbe che restasse nella casa di campagna, visto che il padre avrebbe chiesto di morire lì. Il più piccolo dei tre fratelli è Alain Fabien. Il figlio maggiore è Anthony, 59 anni, nato in California dalla prima moglie, Francine Canovas, attrice e regista francese morta due anni fa e che è stata sposata con l’attore tra il 1964 e 1969. Invece, dal matrimonio durato sei anni con la modella e giornalista olandese Rosalie van Breemen sono nati i figli Alain-Fabien che ha 29 anni e Anouhka che ne ha 33.

ALAIN DELON, LA DIATRIBA FAMILIARE

Alain Delon aveva un altro figlio, Ari Boulogne, fotografo figlio di Nico, la cantante dei Velvet Underground, ma l’attore non lo ha mai riconosciuto, nonostante il ragazzo volesse un test di paternità. Nel maggio scorso era stato trovato morto nel suo appartamento. Comunque il quadro drammatico dei rapporti familiari non sarebbe dovuto a questioni di eredità, visto che il padre l’ha già stabilita, destinando il 50% ad Anouhka e il resto diviso a metà tra i due fratelli. Sarebbe la figura della dama di compagnia giapponese a complicarlo. Si tratta di Hiromi Rollin, indicata a volte come badante, poi come dama di compagnia, ma pure come compagna di Alain Delon.

I figli dell’attore sono stati denunciati da lei di tentato omicidio nei confronti del padre. Dunque, la perquisizione è avvenuta nei margini della inchiesta che è seguita a questa denuncia. Ma già in precedenza erano emersi problemi con le armi nella famiglia di Alain Delon. Ad esempio, nel 2011 uno sparo considerato accidentale nell’appartamento a Ginevra ferì gravemente un’adolescente spagnola. AlainFabien, all’epoca 17enne, aveva organizzato una festa, durante la quale con la vecchia pistola dell’attore, assente, fu sparato un colpo che ferì gravemente una giovane ragazza.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Esteri

Ultime notizie