Andrea Diprè arrestato in Germania/ In carcere a seguito di vecchie pendenze legali

- Davide Giancristofaro Alberti

Andrea Diprè è stato arrestato negli scorsi giorni in Germania per via di vecchie pendenze legali: il suo entourage è alla ricerca di un avvocato

Andrea Diprè
L'avvocato Andrea Diprè

E’ stato arrestato in Germania, Andrea Diprè, uno dei personaggi più noti della rete, nonché ex avvocato ed ex fidanzato di Sara Tommasi. Come riferito da diversi quotidiani online nelle ultime ore, Diprè sarebbe stato fermato una volta varcato il confine con la frontiera tedesca visto che su di lui vi era una diffida da parte delle autorità locali per dei precedenti penali.

A rendere nota la notizia è stata Isabhell, influencer di Twitch nonché attrice po*no, che al portale Men on Wheels ha fatto sapere: “È sparito da 3/4 giorni e a un certo punto ci siamo chiesti dove fosse finito. Poi, sapendo che era diretto in Germania, ci siamo informati con le autorità e ci hanno detto che è stato arrestato”. A far scattare l’allarme, il fatto che lo stesso Andrea Diprè fosse scomparso da social da qualche giorno a questa parte, cosa inusuale, e alla fine è emersa la verità. La stessa Isabhell ha fatto sapere che l’entourage dell’ex giornalista è al lavoro per fornirgli un’assistenza legale in Germania: “Ci stiamo già attivando per trovare un avvocato che parli tedesco e che possa occuparsi del suo caso”.

ANDREA DIPRÈ ARRESTATO IN GERMANIA: LE SUE NUMEROSE BEGE LEGALI

Non è ben chiaro come mai Diprè sia stato arrestato, visto che le autorità tedesche non hanno fornito dettagli sulle accuse, ma sembrerebbe che lo stesso abbia delle pendenze legali del passato, che avevano portato le autorità ad emettere una diffida a tornare in Germania.

Nonostante ciò, lo stesso Diprè ha pensato di violare questo “ordine restrittivo”, e appena varcato i confini è scattato in automatico l’arresto. Non si tratta comunque della prima bega legale per l’eccentrico personaggio nato su Youtube, oggi attore di film vietato ai minori, visto che più volte lo stesso ha avuto a che fare con le forze dell’ordine, fra assunzione di droga sui social, video porno girati in luoghi pubblici, una querela da parte di Benedetta Parodi per il “pollo alla cocaina”, e altro ancora.



© RIPRODUZIONE RISERVATA