Antonella Rocchi è morta/ Giornalista Rtl 102.5 aveva 51 anni: era malata da tempo

- Alessandro Nidi

È morta Antonella Rocchi, 51enne giornalista di Rtl 102.5: da tempo lottava contro la malattia. Lascia il marito Massimo e i figli Matteo e Arianna

Antonella Rocchi Rtl 102.5 640x300
Antonella Rocchi (Rtl 102.5)

La notizia della morte di Antonella Rocchi, giornalista della redazione di Rtl 102.5, è giunta nella giornata di lunedì 8 agosto 2022, generando profonda commozione e il profondo cordoglio da parte dei colleghi e delle persone che le hanno voluto bene. La donna, 51 anni, è venuta a mancare dopo una lunga malattia e in queste ore sono numerosi coloro che si stanno stringendo alla sua famiglia, composta dal marito Massimo e dai loro due figli, Matteo e Arianna.

Fra coloro che hanno inteso ricordare la figura di Antonella Rocchi c’è stato anche l’editore di Rtl 102.5, Lorenzo Suraci, il quale ha dichiarato: “Il suo percorso con noi è stato lungo e fruttuoso. Nel lavoro ha sempre dimostrato professionalità e umanamente grande spessore e garbo. Era un volto noto ai nostri ascoltatori e per salutarla e ricordarla oggi le abbiamo dedicato un notiziario. In questi quattro anni ha sempre seguito con passione il percorso della radio e dei colleghi nella speranza di poter tornare”.

ANTONELLA ROCCHI È MORTA: ECCO CHI ERA LA GIORNALISTA DI RTL 102.5

Antonella Rocchi era nata a Milano il 30 maggio 1971 e, come si legge nella sua biografia, pubblicata sul sito internet di Rtl 102.5, era laureata in Lingue. Iniziò la sua carriera nell’ambiente televisivo, lavorando nella redazione spettacoli di Mediaset, per poi passare nella redazione di “In giallo 4”, un programma di cronaca condotto da Donatella Raffai.

Nel 2000 approdò a Rtl 102.5, dove lavorò come giornalista in redazione. Antonella aveva numerosi hobbies, tra cui cinema, televisione, sport (le piaceva molto nuotare). La cucina era un’altra sua passione: adorava cucinare, assaporare i manicaretti che preparava e fare gustose gite enogastronomiche. Il suo sogno? Riuscire a conciliare lavoro e famiglia e vedere quanto più possibile del mondo. Per Antonella è sempre stato emozionante scoprire qualcosa di nuovo: le piccole cose di tutti i giorni che non conosceva erano le scoperte più piacevoli.







© RIPRODUZIONE RISERVATA