ANTONINO CHEF ACADEMY/ Eliminati Milone e Sparesotto nella semifinale

- Stella Dibenedetto

Antonino Chef Academy, anticipazioni e diretta quinta puntata. Ospiti Umberto Bombana e Andrea Cannavacciuolo. Due gli eliminati: Sparesotto e Milone

Antonino Chef Academy
I concorrenti di Antonino Chef Academy (foto Sky)

La semifinale di Antonino Chef Academy, il cooking show presentato da Antonino Cannavacciuolo su Sky Uno ha regalato una serata di grandi sorpresa. La prima è stata la presenza come ospite di Andrea Cannavacciuolo, il padre del noto chef “televisivo”, mentre la seconda è stata la doppia eliminazione di due concorrenti. A giocare un momento fondamentale nella sfida di questa sera è la stata la sfida di approfondimento che ha visto gli aspiranti chef confrontarsi con la cucina globale. Tutti i concorrenti hanno avuto un’ora di tempo per realizzare un piatto principale utilizzando uno degli ingredienti scelti dallo chef pluristellato Umberto Bombana e assegnati da Antonino Cannavacciuolo. Ecco le assegnazioni: a Marzullo il tamarillo e manzo di Kobe, a Petito il manzo australiano e funghi della termite, a Milone il black angus e germogli myoga, a Bartolini: il black cod e cordyceps, a Sparesotto il kimata e l’ocra e a Liu lo hamachi e stringbean. Alla fine della prova come sempre vengono assegnati i voti che compongono così la classifica finale:  Bartolini: 22 (8), Marzullo: 21 (7), Liu: 19 (5), Petito: 19 (7), Milone: 18 (5) e Sparesotto: 17 (5). Il primo eliminato della puntata è Pietro Sparesotto, ma a sorpresa la semifinale si conclude con un secondo eliminato: si tratta di Angelo Milone.  (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Antonino Chef Academy, diretta 10 dicembre: prima prova con Andrea Cannavacciuolo –

Ultima puntata di “Antonino Chef Academy“, il cooking show presentato da Antonino Cannavacciuolo su Sky Uno. Per il gran finale in studio ospite il padre Andrea Cannavacciuolo e lo chef pluristellato Umberto Bombana. Per la prima prova tecnica arriva in aula magna il papà di Antonino  lezione dedicata alle tecniche della cucina e all’estetica del piatto. I concorrenti sono chiamati a impiattare la loro portata, ma per l’occasione ognuno di loro dovrà vedersela con un piatto diverso di forma, colore e materiale. Ecco le assegnazioni: a Liu un piatto a forma di mezza bottiglia, a Sparesotto un piatto “fashion”, a Milone un piatto dorato, a Petito un piatto “rotto”, a Bartolini un piatto di legno e Marzullo un piatto di marmo. Dopo la prima prova ecco i voti: Marzullo: 7, Sparesotto: 5, Liu: 6, Bartolini: 6, Milone: 5, Petito. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

ANTONINO CHEF ACADEMY, ANTICIPAZIONI SEMIFINALE

Martedì 10 dicembre, in prima serata, Sky Uno, trasmette il quinto e penultimo appuntamento con Antonino Chef Academy, il cooking show di Antonino Cannavacciuolo che, nei panni di un insegnante, cerca di trasformare gli allievi dell’Accademia in veri e propri chef capaci di lavorare nelle cucine di importanti ristoranti. Tra i concorrenti, il vincitore porterà così a casa la possibilità di poter cominciare a lavorare nell’ambita cucina del ristorante Villa Crispi. Il gran finale è ormai alle porte e i concorrenti ancora in gara, per poter staccare il biglietto per l’ultima puntata, dovranno superare tre complicate sfide. Per ogni prova, i concorrenti riceveranno un punteggio. Al termine della terza sfida, i vari punteggi verranno sommati per stilare una classifica. Chi avrà ottenuto il punteggio più basso dovrà lasciare l’Accademia ad un passo dalla finale. Anche questa sera, Cannavacciuolo non sarà solo. Ad affiancarlo ci sarà lo chef pluristellato Umberto Bombana, rappresentante della cucina italiana nel mondo.

LE PROVE DI ANTONINO CHEF ACADEMY

Quali prove dovranno affrontare gli studenti di Antonino Chef Academy in questo penultimo appuntamento? Accanto a Cannavacciuolo ci sarà suo padre Andrea Cannavacciuolo. Lo chef, così, svelerà ai ragazzi alcuni aneddoti della sua vita prima di passare alle prove vere e proprie. La prima, sulle tecniche di cucina, sarà incentrata sull’estetica del piatto e sulle regole per un impiattamento perfetto. Il test fuori sede si svolgerà nella cantina vinicola del Castello di Castellengo. Gli allievi dovranno degustare un Nebbiolo, un Nebbiolo rosato e un Erbaluce creando poi un menù a tre portate. Nel test di approfondimento dedicato alla cucina globale, infine, i concorrenti dovranno soddisfare l’esigente palato di  Umberto Bombana, chef sette stelle Michelin che chiederà agli allievi di Cannavacciuolo di realizzare dei piatti prelibati e assolutamente perfetti utilizzando i sei ingredienti che porterà lui stesso. Al termine delle tre prove, un altro concorrente lascerà l’accademia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA