“Apple rimuova l’emoji nerd”/ Appello di Teddy, bimbo di 10 anni: “Chi ha gli occhiali non è un topo”

- Davide Giancristofaro Alberti

La richiesta di un bimbo inglese di 10 anni, Teddy, di rimuovere l'emoji nerd, quella con gli occhiali con le lente spesse e il sorriso un po' sghembo: l'appello ad Apple

emoji nerd 2023 640x300 Bimbo inglese di 10 anni chiede che sia rimossa l'emoji Nerd

Un bimbo di 10 anni, uno studente inglese di Peppard, nell’Oxfordshire di nome Teddy, ha chiesto ad Apple di rimuovere l’emoji “nerd”, ovvero, la famosa emoticon con gli occhiali con le lenti spesse e il sorriso un po’ sghembo, con i denti sporgenti, come specifica il Corriere della Sera. A sposare la causa del bimbo è stata l’emittente inglese BBC, diffondendo un video in cui lo stesso Teddy strappa l’immagine dell’emoji nerd, mostrandone una nuova, disegnata dallo stesso ragazzino, e denominata “genius”, che si traduce in “Genio”.

L’emittente ha provato anche a contattare la Apple per avere un commento ma al momento la multinazionale famosa in tutto il mondo per il suo iPhone, non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione, di conseguenza sembra difficile pensare che l’emoticon della discordia venga rimossa a breve. «Mi piace la sua mente curiosa e il fatto che si batta per ciò in cui crede. È molto esplicito al riguardo, lo fa in modo piuttosto maturo, e credo che questo vada sostenuto, incoraggiato e lodato», le parole di Lisa, la maestra di Teddy, riferendosi alla vicenda. Teddy aveva scoperto l’emoji mentre stava scrivendo al suo cugino, e dopo una prima arrabbiatura avrebbe avuto l’ispirazione per disegnare una nuova emoticon.

BIMBO DI 10 ANNI CHIEDE AD APPLE DI RIMUOVERE EMOJI NERD: “MEGLIO LA GENIUS”

Ne è quindi nata una petizione online dal titolo No nerd emoji! in cui si legge: «Pensiamo che le persone che portano gli occhiali siano cool e siamo preoccupati che chi dovrà iniziare a indossarli per la prima volta pensi che sembrerà un coniglio o un topo».

Teddy ha aggiunto che la nuova emoji, genius, «ha lenti sottili e montature sottili…e poi ha un piccolo sorriso al posto degli orribili denti da coniglio». Il quotidiano di via Solferino ricorda come questa vicenda rimanda a quanto accaduto in Italia con la storia di petaloso, il piccolo Matteo che aveva appunto coniato il nuovo termine dopo che il bimbo era stato incoraggiato dalla sua maestra a tirare fuori la sua vena creativa.







© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Esteri

Ultime notizie