BELLA DA MORIRE/ Anticipazioni 5 aprile e diretta: Eva incastra Sofia e… (Finale)

- Morgan K. Barraco

Bella da morire, anticipazioni 5 aprile 2020, in prima Tv su Rai 1. Finale di stagione della miniserie: Eva incastra Sofia, ecco cosa è successo.

Bella da morire
Bella da morire, in prima Tv assoluta su Rai 1
Pubblicità

Bella da morire: diretta terza puntata

Termina qui la serie Bella da morire. Eva e Sofia si sono sparate a vicenda con la prima che è stata solo ferita e la seconda ora in ospedale in fin di morte. Sofia ha confessato e così il caso è stato risolto. Intanto Matteo ha avuto la possibilità di conoscere suo padre anche se ha ribadito proprio a questo di essere felice di essere con sua madre. Eva spiega all’uomo che ora deve sparire ed è lei ad aver detto all’uomo cosa dirle e che se vorrà sarà il bambino stesso a cercarlo. Il questore Festa fa partire un applauso da parte di tutta la squadra nei confronti di Eva che ha risolto con un guizzo il caso. Marco Corvi intanto è ancora segregato e praticamente senza più voce per quanto ha urlato, per lui si mette molto male. È proprio Eva però ad avere lo scrupolo di scendere in cantina dopo aver sentito un fischio. Quando Eva arriva nel garage trova una porta nascosta e Marco Corvi steso a terra. Viene così chiamata un’ambulanza perché l’uomo è praticamente incosciente. La serie si chiude con Eva che fa un bagno e sorride finalmente serena per il suo futuro. (agg. di Matteo Fantozzi)

Pubblicità

Paolo non si è ucciso

È Sofia Scuderi l’assassino in Bella da morire? La donna ha rapito Marco Corvi e probabilmente ha fatto fuori suo marito Paolo. Anita nell’obitorio ha scoperto dall’autopsia che non si parla di suicidio come tutti avevano pensato e che il caso dunque è ancora aperto. Eva Cantini è contraria alla decisione di Ignazio Iurini di aprire una conferenza stampa per chiudere il caso. La situazione è molto intricata, ma di certo c’è da dire che abbiamo tanti motivi per pensare che Sofia Scuderi ha commesso qualcosa di orribile. Non è da escludere però che questa splendida serie con Cristiana Capotondi protagonista ci possa dare ulteriori colpi di scena in questo poco tempo che rimane da qui alla sua fine. E chissà se ci sarà una seconda stagione. (Agg. di Matteo Fantozzi)

Clicca qui per sapere se ci sarà la seconda stagione

Pubblicità

Corvi rapito

Eva Cantini in ufficio spiega il suo punto di vista e il finale di Bella da morire si accende. La donna specifica: “C’è qualcosa che non mi torna sul caso”. Questa sta vivendo un momento particolare con Corvi, che intanto si è preso delle ferie straordinarie anche se in realtà sappiamo essere imprigionato dalla moglie di Paolo. L’abbiamo vista cantare e piangere in macchina sulle note di “Sei Bellissima” con il suo superiore che le dice di prendersi una pausa e riposarsi. Quando tutti pensano che l’assassino di Gioia sia ormai in carcere Eva non si arrende e cerca di battere piste alternative per evitare di lasciare libero un killer. Il suicidio di Paolo mette dei dubbi ad Anita che mostra le sue perplessità ad Eva, il gesto di tagliarsi le vene secondo lei sembra essere fatto da un’altra persona. (agg. di Matteo Fantozzi)

Eva torna dal padre

Nell’ultima puntata di Bella da morire colpo di scena per Eva Cantini. La ragazza che sembrava davvero vicina ad iniziare una storia seria con Marco Corvi è costretta a lasciarlo per tornare dal padre. Questo perché l’uomo ha dimostrato ancora una volta di essere violento, alzandole le mani dopo una litigata di gelosia e mandando in frantumi il suo smartphone dopo averlo lanciato sul muro per un messaggio ricevuto da lei. Il marito di Giuditta arriva a casa del suo amante e vi trova la donna, decide così di colpirlo violentemente sul volto con un pugno. Corvi intanto si è introdotto in casa della sua ex senza avvertirla, questa lo accoglie con un fucile e lo obbliga a iniettarsi quello che dice essere un sonnifero. Ma cosa c’è davvero nel futuro di questi? Stasera scopriremo molte cose oltre all’assassino di Gioia. (agg. di Matteo Fantozzi)

Corvi ci ricasca

Eva Cantini nel finale di Bella da morire vuole scoprire assolutamente chi ha ucciso Gioia. L’accusato ora è Paolo Bonsini che la donna vuole braccare nella sua fuga, per farlo cadere in errore. Di certo però non sarà facile riuscirlo a prendere con Marco Corvi che è pronto a darle una preziosa mano. Giuditta intanto ha deciso di lasciare il marito per finalmente ufficializzare quello che da tempo è il suo vero amore. Proprio Marco svela ad Eva che sono arrivati dei messaggi sul suo cellulare, mentre la donna non accetta che guardi nelle sue cose. Corvi perde la pazienza perché le ha scritto un uomo che aveva conosciuto online e tra i due scoppia una feroce lite anche se Eva cerca di essere la più accomodante dei due non riesce a tranquillizzare il ragazzo.

Chi ha ucciso Gioia?

Bella da morire torna con il finale di stagione, oggi finalmente scopriremo chi ha ucciso Gioia. Eva Cantini e Marco Corvi sono alla ricerca della verità di fronte alla morte di una giovanissima ragazza. Sicuramente l’indizio che più ha aperto la strada a puntare il dito verso Paolo Bonsini è quel residuo di vernice gialla sotto le sue unghie. Continuano gli intrecci e scopriremo anche se tra Marco ed Eva ci sarà qualcosa di una semplice storia di sesso. L’uomo ancora non ha rivelato cosa c’è dietro al segreto che si porta dietro e che l’ha portato a frequentare un gruppo di uomini violenti. In più Giuditta Doria potrà dare il suo contributo alle ricerche, sempre senza scalfire quelle che sono le emozioni di Ignazio Iurini che ha rilevato proprio da lei il caso. (agg. di Matteo Fantozzi)

Paolo Bonsini è colpevole?

Tutto pronto per la puntata finale di Bella da morire, la fiction con protagonista Cristina Capotondi. Nella puntata in onda questa sera, domenica 5 aprile, finalmente i telespettatori potranno scoprire chi è l’assassino di Gioia Scuderi, la giovane modella trovata morta in fondo al lago dall’ispettrice Eva Contini. Il principale sospettato dell’omicidio è Paolo Bonsini. La polizia e l’ispettrice stanno cercando in tutti i modi di trovarlo. Intanto Eva Cantini e Marco Corvo decidono di lasciarsi per via di un nuovo evento di violenza domestica; la donna trova rifugio nella casa del padre, ma viene seguita da Sofia. Intanto la Pm Giuditta Doria si reca da Iurini, ma il marito attacca con pugno il rivale in amore. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Qual è la verità su Gioia?

Nella prima serata di oggi, domenica 5 aprile 2020, Rai 1 trasmetterà gli ultimi due episodi di Bella da morire in prima Tv assoluta. Saranno il settimo e l’ottavo di riportiamo le anticipazioni

EPISODIO 7 e 8 – Siamo arrivati al finale di stagione. L’intuito di Eva potrebbe averle permesso di intuire chi ha ucciso Gioia: i sospetti riguardano ancora Paolo, il cognato della vittima. In un video girato da Gioia in passato, l’uomo infatti la guardava con desiderio. Ora però la Cantini deve fare tutto il possibile per assicurarlo alla Giustizia e catturarlo: Paolo si è dato alla fuga dopo aver aggredito la moglie, che ha intuito tutto sulla morte della sorella. La notizia raggiungerà anche il padre di Gioia, mentre Rachele riceverà una visita inaspettata a casa: Edoardo, il padre di Matteo scoprirà dell’esistenza del bambino. A causa di una forte gelosia, Eva fa di nuovo marcia indietro su Marco. Quest’ultimo infatti avrà un’esplosione di rabbia che potrebbe spingere l’Ispettrice a chiudere di nuovo la loro relazione e a cercare rifugio a casa del padre. I due ritorneranno però gomito a gomito quando scopriranno dove si nasconde Bonsini, che a quanto pare potrebbe essere già stato ucciso dal vero assassino. Ancora una volta Eva userà il suo intuito per chiudere il caso, ma questa volta sarà proprio lei ad essere in pericolo.

BELLA DA MORIRE, DOVE SIAMO RIMASTI

Ecco dove siamo arrivati la scorsa settimana nella fiction Bella da morire: le indagini proseguono: Corvi (Matteo Martari) risale fino a un piccolo spacciatore che potrebbe permettere di trovare il responsabile della morte di Gioia (Giulia Arena). Nell’appartamento di Cocci c’è anche Miriam, la figlia del collega Federico. Intanto, Eva (Cristiana Capotondi) ritorna in carcere per parlare con Graziano, ma non conclude nulla. Corvi invece scopre che Miriam ha visto Graziano la sera del delitto e decide di dire tutto a Eva. L’Ispettrice invece ruba il video dall’ufficio della Doria (Lucrezia Lante Della Rovere) e lo diffonde online, spingendo il capo a sospenderla. A sorpresa, la Doria decide di prendere le sue difese in conferenza stampa e decide di abbandonare il lavoro, lasciando il caso a Iurini. La PM le rivela poi di voler ricucire lo strappo con il marito e obbliga a Iurini di prenderla nella sua squadra, dietro ricatto. Quando la domestica di Graziano ritratta l’alibi fornito, Eva è costretta a chiedere a Miriam di fare una dichiarazione. Nel frattempo, Anita (Margherita Laterza) trova dei granelli di vernice gialla sotto le unghie di Gioia, mentre Eva viene informata che Matteo ha costretto Camilla a baciarlo.

Il bambino però racconta una versione diversa e durante un incontro a casa della nipote di Gioia, Eva nota la presenza di vernice gialla in una foto con la zia. Grazie ad uno dei video di Gioa, Eva inizia a sospettare di Paolo, il cognato di Gioia. Dopo essere entrata di nascosto nella sua casa, Eva accompagna Rachele (Benedetta Cimatti), che vuole affrontare l’uomo che in passato ha abusato di lei. Scopre però che le cose potrebbero essere diverse: era ubriaca e non lo ha mai fermato. Rachele decide così di tornare a casa e poi di riallacciare i rapporti con il padre. Anita invece conferma che la vernice trovata su Gioia e quella in casa del cognato sono identiche. La Doria si offre per parlare con Iurini perchè autorizzi la perquisizione. Quella sera, Eva raggiunte Corvi in una sala biliardo e finge di non saper giocare solo per batterlo. Poi i due si baciano di nuovo. Il giorno dopo, Eva avvisa Sofia di uscire di casa, ma la donna viene aggredita dal marito, che poi fugge prima del suo arrivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità