CORONAVIRUS ITALIA, BOLLETTINO 26 GENNAIO/ Ministero Salute: 541 morti, 10.593 casi

- Davide Giancristofaro Alberti

Bollettino coronavirus 26 gennaio, i nuovi dati del Ministero della Salute: 541 morti, 10.593 nuovi casi, calo dei ricoveri e delle terapie intensive

coronavirus covid italia 13 lapresse1280 640x300
Terapia intensiva (LaPresse)

Salgono purtroppo i conteggi tanto sui casi quanto sulle vittime da coronavirus nelle ultime 24 ore: 541 morti, 86.422 totali da inizio pandemia. Il totale dei nuovi contagi registrati sono 10.593, mentre i guariti-dimessi sono 19.256: ad oggi, 482.417 sono gli italiani positivi dal Covid-19 con un calo netto di 9.213 unità rispetto a ieri.

Il tasso di positività rilevato dall’ultimo bollettino del Ministero della Salute scende al 4,4% (-1,6%) con 240.102 tamponi e test rapidi processati tra lunedì e martedì: sul fronte ricoveri invece, sono 458.690 i positivi Covid in isolamento domiciliare, 2.372 terapie intensive occupate (-49 rispetto a ieri, 162 ingressi del giorno) e 21.335 ricoverati in corsia, meno 69 rispetto alle ultime 24 ore. La circolazione del Covid nelle Regioni d’Italia vede la Lombardia con 1.230 nuovi casi, Lazio 1.039, Campania 976, Emilia Romagna 993: sono invece stati vaccinati fino ad oggi 26 gennaio 2021 1.490.821 italiani. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Salgono purtroppo i conteggi tanto sui casi quanto sulle vittime da coronavirus nelle ultime 24 ore: 541 morti, 86.422 totali da inizio pandemia. Il totale dei nuovi contagi registrati sono 10.593, mentre i guariti-dimessi sono 19.256: ad oggi, 482.417 sono gli italiani positivi dal Covid-19 con un calo netto di 9.213 unità rispetto a ieri. Il tasso di positività rilevato dall’ultimo bollettino del Ministero della Salute scende al 4,4% (-1,6%) con 240.102 tamponi e test rapidi processati tra lunedì e martedì: sul fronte ricoveri invece, sono 458.690 i positivi Covid in isolamento domiciliare, 2.372 terapie intensive occupate (-49 rispetto a ieri, 162 ingressi del giorno) e 21.335 ricoverati in corsia, meno 69 rispetto alle ultime 24 ore. La circolazione del Covid nelle Regioni d’Italia vede la Lombardia con 1.230 nuovi casi, Lazio 1.039, Campania 976, Emilia Romagna 993: sono invece stati vaccinati fino ad oggi 26 gennaio 2021 1.490.821 italiani. (agg. di Niccolò Magnani)

IL BOLLETTINO DI IERI

Verrà emesso nel giro di poche ore, indicativamente entro le ore 17:30, il nuovo bollettino del ministero della salute di oggi, martedì 26 gennaio 2021, il report contenente tutti i dati riguardanti la pandemia di covid in Italia, a cominciare da nuovi casi, guariti e vittime. Nell’attesa degli ultimi aggiornamenti, rivediamo brevemente il bollettino del ministero della salute di ieri, quando i casi scoperti sono stati “solo” 8.561, un nuovo dato inficiato dai pochi tamponi processati, come da consuetudine il lunedì (143.116 test analizzati contro i 216.211 di domenica).

Cresce nel contempo il tasso di positività, anche se di poco, portandosi dal 5.3% di domenica al 5.9 di ieri, e purtroppo sono aumentate anche le vittime, ieri altre 420 per un totale che ha ormai sfiorato quota 86mila, per l’esattezza 85.881 (domenica i decessi erano stati in calo, 299). Per quanto riguarda la situazione ospedaliera, tornano a salire i posti letto occupati in terapia intensiva, con un incremento di 21 ricoveri in più (secondo giorno di fila di crescita, totale 2.421), mentre nei reparti di degenza normale l’aumento è stato ancora più consistente, +115.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 26 GENNAIO, TRE REGIONI “ROSSO SCURO”

In merito all’incremento regionale, Lombardia ed Emilia Romagna hanno fatto registrare un aumento a quattro cifre, rispettivamente +1.484 e +1.164, mentre a seguire troviamo Sicilia, Lazio e Campania ma con un “surplus” rispetto a domenica di tre cifre. E proprio l’Emilia Romagna rientra in quelle regioni che secondo l’Unione Europea hanno un colore “rosso scuro”, ovvero, quelle zone dove l’epidemia è dilagante. Assieme alla regione di Bonaccini troviamo anche il Veneto e il Friuli Venezia Giulia nonché la provincia di Bolzano. Al momento non vi è ancora l’ufficialità in quanto si tratta “solamente” di una proposta della Commissione Europea, ma nel caso in cui passasse, le persone residenti in queste regioni sarebbero sottoposte all’obbligo di test e di quarantena per poter viaggiare all’estero.

BOLLETTINO CORONAVIRUS MINISTERO SALUTE 25 GENNAIO



© RIPRODUZIONE RISERVATA