DIRETTA / Lazio-Sparta Praga (risultato finale 0-3) info streaming video e tv: disfatta inaspettata dei capitolini (Europa League 2016, oggi 17 marzo)

- La Redazione

Diretta Lazio-Sparta Praga, info streaming video e tv: risultato live e cronaca della partita che si gioca allo stadio Olimpico per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League

FesteggialaLazio
Foto Infophoto

Diretta Lazio-Sparta Praga: All’Olimpico la Lazio fa harakiri e saluta l’Europa League perdendo per 3 a 0 contro lo Sparta Praga. Nei minuti finali della partita, conditi anche da tre minuti di recupero del tutto inutili, i padroni di casa mancano nuovamente la porta sulla punizione dalla distanza con Biglia all’86’ e Candreva è ancora meno preciso al 90′. Con l’emilinazione dei capitolini si conclude il cammino delle squadre italiane nelle competizioni europee della stagione in corso.

Diretta Lazio-Sparta Praga: Quando siamo giunti all’ottantesimo minuto, ovvero ad appena dieci dalla fine dei tempi regolamentari, lo Sparta Praga è ancora in vantaggio sulla Lazio per 3 a 0. Nemmeno le sostituzioni con gli ingressi di Matri e Felipe Anderson aiutano la squadra di Pioli, capace di produrre solamente scarse azioni offensive al 57′ con Parolo, al 65′ proprio con Matri ed al 74′ con Candreva, e con i Cechi che si concedono di attendere l’avversario nella propria metà campo consapevoli dell’imminente passaggio del turno.

Diretta Lazio-Sparta Praga: Il match tra Lazio e Sparta Praga è arrivato al decimo del secondo tempo ed il risultato è sempre di 0 a 3. I capitolini rischiano subito ad inizio ripresa contenendo in corner un’azione avversaria e rispondono con un tiraccio strozzato di Keita al 47′. Ci prova allora Mauri al 52′ sul lancio in profondità di compagno ma Bicik respinge e Klose al 53′ non trova la deviazione fortunata sul tiro di Candreva.

Diretta Lazio-Sparta Praga: A Roma Lazio e Sparta Praga sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul punteggio di 0 a 3. Dopo un tiro dalla distanza di Candreva al 32′ da una parte ed una conclusione di Dockal al 35′ contenuta da Marchetti, la formazione ceca trova il terzo goal della serata grazie alla girata al volo di Julis sul cross dalla sinistra di Frydek al 44′.

Diretta Lazio-Sparta Praga: La sfida tra Lazio e Sparta Praga è ormai giunta alla mezz’ora del primo tempo e le due squadre sono ferme sullo 0 a 2. I padroni di casa provano ad emergere da questa brutta situazione con due conclusioni larghe, una con Klose al quarto d’ora e poi con la girata fuori dallo specchio di Parolo al 19′. Il portiere Bicik inoltre nega il goal al 25′ a Mauri, colpevole di non aver messo in rete il pallone da posizione più che favorevole dal centro dell’area.

Diretta Lazio-Sparta Praga: Allo Stadio Olimpico di Roma la partita tra Lazio e Sparta Praga è iniziata da dieci minuti ed il risultato è di 0 a 2. I Biancocelesti, questa sera in maglia nera, partono forte con il tiro di Candreva respinto da Bicik già al primo minuto. Gli ospiti cercano allora di reagire con un possesso prolungato finchè non trovano il doppio vantaggio prima con Dockal al 10′ su assist di Krejci e poi con lo stesso Krejci al 12′, su suggerimento di Julis.

Sta per iniziare Lazio-Sparta Praga: vediamo le formazioni ufficiali di una partita che potrebbe rendere la Lazio l’unica squadra qualificata ai quarti nelle coppe di questa stagione; il ritorno degli ottavi allo stadio Olimpico sorriderà ai biancocelesti in caso di vittoria o di pareggio per 0-0; con un 1-1 si va ai tempi supplementari. Calcio d’inizio alle ore 19. : 22 Marchetti; 29 Konko, 13 Bisevac, 2 Hoedet, 19 Lulic; 20 Lucas Biglia, 16 Parolo; 87 Candreva, 6 S. Mauri, 14 Keita B.; 11 Klose. In panchina: 99 E. Berisha, 18 Gentiletti, 33 Mauricio, 23 Onazi, 32 Cataldi, 10 Felipe Anderson, 17 Matri. Allenatore: Stefano Pioli : 35 Bicik; 16 Zahustel, 5 Brabec, 25 Holek, 26 Costa; 9 Dockal, 11 Marecek, 6 Vacha, 23 Krejci; 30 Julis, 14 Frydek. In panchina: 27 MIller, 2 Mazuch, 24 Jiracek, 18 T. Konaté, 8 Matejovsky, 7 Fatai, 21 Lafata. Allenatore: Zdenek Scasny 

Si avvicina; per la terza volta i biancocelesti ospitano la formazione ceca in partite ufficiali. Fino a questo momento le sorti sono state alterne: nei due precedenti Lazio e Sparta Praga si sono sempre sfidate nella fase a gironi di Champions League, e allo stadio Olimpico la formazione biancoceleste ha ottenuto una vittoria e un pareggio. Il 20 settembre 2000 fu un netto 3-0 con il gol di Diego Simeone e la doppietta di Simone Inzaghi; il primo ottobre 2003 invece 2-2 con Simone Inzaghi ancora protagonista e autore di due gol (il secondo su rigore) per pareggiare il doppio vantaggio dello Sparta Praga firmato da Sionko e da Karel Poborsky, che nell’anno e mezzo precedente aveva giocato proprio con la Lazio.

La chiave tattica di Lazio-Sparta Praga si prospetta davvero molto interessante. Salvo sorprese, le due squadre dovrebbero giocare con un 4-2-3-1 e dunque moduli speculari; significa che i duelli individuali assumono ancora più importanza. A centrocampo per esempio sarà molto importante la regia di Lucas Biglia, che si trova a fronteggiare un centrocampo muscolare e bravo nel contenimento senza palla; l’argentino chiederà una mano a Parolo che, per lo più, sarà l’incursore tra le linee che può prendere d’infilata i mediani e costringere i centrali a uscire dalla loro posizione, così da rendere ancora più efficaci gli esterni della Lazio. Stefano Mauri da una parte e Frydek dall’altra ricopriranno un ruolo importante nello scacchiere tattico, essendo i guastatori che possono muoversi sulla trequarti facendo mancare i riferimenti al reparto arretrato avversario.

Uno sguardo alle statistiche principali di Lazio-Sparta Praga, dopo le prime 7 partite che le due squadre hanno giocato in questa Europa League. I gol realizzati sono a favore della Lazio, che ne ha messi a segno 18 contro i 15 dello Sparta; i biancocelesti sono anche più efficaci sotto porta, visto che hanno tirato meno (100 contro 119) e trovato maggiormente lo specchio (sono 48 tiri, per lo Sparta Praga ce ne sono 46). Il possesso palla è identico: per entrambe siamo al 49% che è un dato comunque accettabile. Nettamente più falloso lo Sparta Praga, che ha commesso 168 irregolarità dalle quali sono scaturite 25 ammonizioni (quasi 4 a partita) e un’espulsione. Una in più l’espulsione per la Lazio, che ha anche subito 18 ammonizioni; 111 i falli commessi, sono invece 115 quelli subiti con i giocatori dello Sparta Praga che ne hanno subiti 28 in meno. La Lazio poi dovrà stare particolarmente attenta ai calci piazzati: lo Sparta ha battuto 61 calci d’angolo, con una media di quasi 9 a partita.

Di Europa League sarà diretta dall’arbitro Ruddy Buquet. Per il direttore di gara francese cifre che, basate su 37 partite internazionali (la fonte è World Referee), parlano di una certa severità: le ammonizioni sono 4,41 a partita e i rigori sono 0,41 – vale a dire quasi uno ogni due gare arbitrate. Non ci sono precedenti con la Lazio, due invece quelli con lo Sparta Praga e tutti recenti: lo scorso anno Buquet aveva diretto il terzo turno preliminare di Champions League vinto dal Malmoe 2-0, mentre quest’anno nel playoff di Europa League lo Sparta Praga – sempre in trasferta – ha pareggiato 3-3 contro il Thun, un risultato servito a qualificarsi per la fase a gironi. L’ultima volta in cui Buquet ha arbitrato un’italiana risale al 2014-2015: fase a gironi di Europa League, Young Boys-Napoli 2-0. Non un precedente troppo confortante…

Lazio-Sparta Praga, diretta dall’arbitro Buquet,  giovedì 17 marzo 2016 alle ore 19.00 deciderà chi tra i Capitolini e i ceki avanzerà ai quarti di finale di Europa League 2015-2016 nella partita di ritorno degli ottavi. Dopo l’1-1 dell’andata la sfida si preannuncia sul filo dell’equilibrio. La Lazio si è garantita un piccolo vantaggio che lo Sparta dovrà riuscire a ribaltare o con un pareggio ricco di gol o con un blitz allo stadio Olimpico, per evitare la delusione dell’eliminazione dalla competizione. 

Delusione che sarebbe ancor più grande però per una Lazio che vede nell’Europa League l’unico obiettivo concreto per riuscire a scacciare i cattivi pensieri di una stagione fin qui deficitaria sul piano dei risultati. Entrambe le squadre hanno vinto i rispettivi impegni di campionato domenica scorsa. La Lazio ha piegato grazie ad una doppietta di Miro Klose, finalmente sbloccatosi in campionato, una coriacea Atalanta riuscendo a fare bottino pieno nonostante il massiccio turn over messo in atto da Pioli, con molti elementi risparmiati per questo decisivo ritorno degli ottavi di finale.

Lo Sparta Praga è passato sul campo del Sigma Olomouc grazie alle reti di Marecek e di Julis, entrambe siglate nel secondo tempo, restando secondo in classifica a sei lunghezze di distanza dalla capolista Viktoria Plzen.

Il match d’andata allo stadio Letnà di Praga, terminato sull’uno a uno con le reti siglate da Frydek e da Marco Parolo, è capitano nel mezzo di due impegni di campionato che hanno visto imbattute le due formazioni. Sparta Praga vincente sia in casa contro lo Jablonec, sia come detto in trasferta contro il Sigma Olomouc. La Lazio prima di battere l’Atalanta ha ottenuto un difficoltoso pareggio sul campo del Torino, con i granata rimontati da un rigore trasformato da Lucas Biglia.

Da quando il campionato ceko è ripartito dopo la pausa invernale, lo Sparta Praga ha ottenuto quattro vittorie consecutive, la Lazio invece è riuscita a fare bottino pieno solamente in due delle ultime otto partite disputate nel massimo campionato italiano.

Per la Lazio ci sono già stati due incroci casalinghi contro lo Sparta Praga nella storia delle Coppe Europee. La formazione biancoceleste ha battuto con un secco tre a zero i ceki nella fase a gironi di Champions League del duemila, mentre il primo ottobre del 2003, nella stessa competizione, i capitolini rimontarono due gol allo Sparta. Mattatore assoluto di entrambi gli incontri fu Simone Inzaghi, capace di realizzare una doppietta sia nella prima occasione sia nella seconda.

L’attuale tecnico della Primavera della Lazio fu lo spauracchio dei ceki: servirebbe a Pioli un centravanti così in una stagione in cui le punte centrali biancocelesti non sono state del tutto all’altezza. Vedremo se i due gol realizzati da Klose contro l’Atalanta potranno essere il preludio per un grande finale di stagione da parte del campione del mondo tedesco.

I bookmaker sembrano comunque decisamente convinti delle possibilità della Lazio di accedere ai quarti di finale di Europa League. La vittoria interna dei biancocelesti viene quotata 1.70 dall’agenzia 888.it, mentre l’eventuale pareggio viene proposto ad una quota di 3.75 da Eurobet. William Hill rilancia a 5.50 il successo esterno che regalerebbe il passaggio del turno ai ceki.

Lazio-Sparta Praga, giovedì 17 marzo 2016 alle ore 19.00, potrà essere seguita in diretta tv e in esclusiva da tutti gli abbonati Sky sul canale 201 (Sky Sport 1 HD) del boquet satellitare, con partita disponibile anche in diretta streaming video con un collegamento via internet grazie all’applicazione Sky Go, che si può attivare senza costi aggiuntivi – per tutti gli abbonati – su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori