ITALIA GERMANIA/ Pronostico Euro 2016, il punto di Tarcisio Burgnich (esclusiva)

- int. Tarcisio Burgnich

Pronostico Italia-Germania, il punto di Tarcisio Burgnich: intervista esclusiva all'ex difensore della Nazionale sul quarto di finale di Euro 2016, che si gioca al Bordeaux Atlantique

ItaliaGermania_amichevole Foto La Presse

, quarto di finale a Euro 2016, si gioca al Bordeaux Atlantique, sabato 2 luglio alle ore 21. Siamo arrivati alla sfida più importante, quella contro i campioni del mondo in carica: dopo la grande vittoria contro la Spagna, la nostra Nazionale sfida Joachim Loew e i suoi ragazzi. La Germania è forte, fortissima: non ha ancora subito gol in questo Europeo e ha dato un’impressione di grande solidità, pur non riuscendo a concretizzare tutte le opportunità create e concedendo qualcosa dietro. Germania favorita, ma la tradizione parla per noi: in partite ufficiali, di Europeo o Mondiale, l’Italia non ha mai perso e ci sono almeno quattro precedenti (le semifinali Mondiali 1970 e 2006, la finale del Bernabeu 1982, la semifinale di Euro 2012) che sono ormai entrate nella storia. L’Italia sarà senza lo squalificato Thiago Motta e non ha recuperato De Rossi e Candreva; sarà una partita decisamente tirata, bella e ci auguriamo vincente per la nostra Nazionale. Per un pronostico e un punto su Italia-Germania, e per presentare i motivi principali di questo quarto di finale di Euro 2016, IlSussidiario.net ha contattato in esclusiva Tarcisio Burgnich, che segnò nella partita del secolo dello stadio Azteca, 46 anni fa.

Cosa si aspetta in Italia-Germania? Vedo l’Italia favorita; se la Nazionale dovesse confermare quanto fatto vedere contro Belgio e Spagna non avrebbe problemi a battere la Germania.

Come mai? Abbiamo una squadra compatta e unita, il gruppo è la componente più importante. Sappiamo variare il nostro gioco, è questa è una grande caratteristica del calcio italiano; in più Antonio Conte ha saputo veramente lavorare nel migliore dei modi

Azzurri senza De Rossi: chi potrebbe giocare al suo posto? L’assenza di De Rossi non sarà cosa da poco, visto che ha un grande senso della posizione. Penso che per caratteristiche tecniche dovrebbe giocare più facilmente Sturaro al suo posto.

Farebbe giocare Bonucci da regista davanti alla difesa? Certo Bonucci non è Pirlo, non ha la sua qualità tecnica; tuttavia ha dimostrato di avere piedi buoni. Perchè no, anche lui potrebbe stare in quella posizione.

Il reparto offensivo dell’Italia sarà confermato? Ha fatto bene finora, perchè non confermarlo? Giocheranno ancora Pelle e Eder.

Azzurri pronti a puntare sulle ripartenze e sulla velocità? Credo proprio che questa sarà la nostra tattica di gioco.

Germania più forte tecnicamente: come potrebbe giocare con l’Italia? Al solito modo, la Germania come l’Inghilterra a differenza di noi non cambia mai modulo di gioco. Sempre avanti, sempre in un’idea di calcio uguale da tanto tempo.

Pensa che la Germania possa giocare con la difesa a 3 per essere speculare a noi? No, per i motivi che ho detto prima: i tedeschi non cambiano mai il loro sistema di gioco e non lo faranno nemmeno stavolta.

La Germania non ha subito ancora un gol, anche la difesa è un punto fermo per la squadra di Loew? E’ una cosa che va a loro merito: la solidità difensiva è sempre stata nelle loro corde. Vedremo se sapranno tenere la difesa blindata anche contro di noi.

Cosa ricorda della partita Italia-Germania del 1970? Nel primo tempo eravamo in difficoltà, sentivamo la fatica delle partite precedenti che avevamo giocato in altura, in condizioni difficili. Poi venimmo fuori: nell’ultima mezzora successe di tutto. Saltarono le tattiche, si giocò a viso aperto fino all’ultimo minuto.

Lei fece anche gol… Segnai il gol del 2-2, fu un gol bellissimo – di sinistro – e alla fine anche decisivo…

Il suo pronostico su Italia-Germania? Ribadisco: vince l’Italia. Gli Azzurri sembrano non aver paura di nessuno…

(Franco Vittadini-Claudio Franceschini)







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori

Ultime notizie di Nazionali

Ultime notizie