Video / Francia-Germania (2-0): gol e highlights della partita (Europei 2016, semifinale)

- La Redazione

Video Francia-Germania (2-0): highlights e gol della partita di Euro 2016 disputata giovedì 7 luglio allo Stade Velodrome di Marsiglia, seconda semifinale degli Europei francesi

velodrome_marsiglia
Lo Stade Velodrome di Marsiglia (LaPresse)

Euro 2016 è stato caratterizzato sin dall’inizio dagli scontri tra tifoserie, e ieri sera dopo la semifinale tra Francia e Germania, i tifosi non sono stati da meno. Nella notte infatti sono stati registrati sugli Champs-Elysées a Parigi degli scontri tra giovani tifosi e forze dell’ordine. Tutto questo è avvenuto proprio durante i festeggiamenti dei francesi dopo la vittoria contro la Germania che vale la finale degli Europei 2016. Gli agenti in tenuta antisommossa hanno dovuto lanciare dei gas lacrimogeni nei confronti dei tifosi visto che quest’ultimi lanciavano ripetutamente bottiglie di vetro e petardi. Non solo questo: i tifosi hanno anche incendiato cassonetti di rifiuti proprio sulla via principale di Parigi dove le famiglie con bambini stavano festeggiando la vittoria della Francia. Sono quindi accorsi diversi camion della polizia per fermare l’azione dei violenti, ma Parigi è stata nuovamente teatro di disordini nella notte. 

La Francia vince 2-0 contro la Germania e stacca il pass per la finale di Euro 2016. Una vittoria davvero sentita per i francesi che al Velodrome di Marsiglia non hanno potuto non festeggiare insieme ai propri tifosi sugli spalti in una maniera non del tutto inedita in questa competizione europea. I giocatori francesi infatti si sono appostati sotto la curva ed hanno festeggiato con la Geyser Dance, la tipica esultanza dell’Islanda dopo ogni vittoria. La danza consiste proprio nel battere le mani all’unisono con un ritmo che aumenta di secondo in secondo prima del grido finale liberatorio che ieri hanno provato anche i tifosi francesi. Sui social gli utenti si sono scatenati con l’hashtag #geyserdance, accusando proprio i giocatori  di averla copiata all’Islanda dopo una vittoria quasi storica contro la Germania. Nella scorsa partita l’Islanda aveva salutato tutti i tifosi proprio con questa esultanza dopo la sconfitta contro la Francia. 

La Francia conquista la finale di Euro 2016 battendo la Germania ed Evra e Pogba si scatenano nel post partita in un’intervista ad una tv svizzera nel quale rivendicano la sconfitta della ‘loro Italia’ proprio contro i tedeschi. I due giocatori della Juventus hanno chiesto al giornalista di poter metter in piedi un vero e proprio teatrino dove Evra ricopriva il ruolo dell’inviato e Pogba quello dell’intervistato. I due svelano di aver vinto anche per l’Italia: “Ho ricevuto tanta energia dagli italiani, da tutti quelli che mi hanno detto, ora andate a vincere contro questa Germania” ha detto il centrocampista della Juventus Paul Pogba. Infine un piccolo messaggio anche all’allenatore bianconero, Massimiliano Allegri, con i due che chiedono sempre in tono scherzoso più giorni di ferie dopo Euro 2016: “Questa sera abbiamo giocato con una motivazione in più, vincere per avere da Allegri e dal suo staff una settimana in più di vacanza” concludono i due.

Grande gioia per tutti i tifosi francesi, che hanno visto la loro nazionale conquistare la finale di Euro 2016 dopo la vittoria ai danni dei tedeschi. Un gol per tempo ha permesso alla Francia di battere la Germania per 2-0: Antoine Griezmann ha firmato la preziosissima doppietta, colpendo prima su calcio di rigore e poi di rapina. Francia che quindi ritorna in finale agli Europei dopo sedici anni: l’ultima è quella dell’edizione 2000 vinta contro l’Italia grazie al golden gol di David Trezeguet. A proposito di reti, da segnalare che i Bleu sono arrivati a quota 14 ad Euro 2016: con un altro gol eguaglierebbero il loro record in una singola edizione del torneo continentale, stabilito nel 1984 con 14 (vinsero anche quella volta). Complessivamente la Francia ha segnato più in questi Europei che in tutti i tre precedenti: nel 2004 i transalpini avevano realizzato 7 gol, nel 2008 soltanto 1 mentre quattro anni fa si erano fermati a quota 3. Griezmann è salito a 6 nella classifica marcatori di Euro 2016: ora si trova a sole 3 marcature dal record condiviso dal connazionale Michel Platini e da Cristiano Ronaldo, a segno 9 volte nelle fasi finali della manifestazione.

La Germania campione del mondo in carica si arrende ai padroni di casa della Francia, gli uomini di Low pagano il conto delle troppe energie spese nel precedente scontro con l’Italia e si arrendono ai Blues che in finale incontreranno il Portogallo di Cristiano Ronaldo. Tiri totali: 17 Germania, 15 Francia; questo dato conferma che è stata comunque una partita equilibrata, in cui i tedeschi hanno avuto le loro occasioni per portarsi in vantaggio o andare comunque a segno, da segnalare il palo di Kimmich quando la Francia era già avanti 2 a 0, a dimostrazione che oggi non era serata per la compagine di Low. Possesso palla: 65% Germania, 35% Francia; supremazia territoriale sterile dei tedeschi che soprattutto nel primo tempo avevano dato l’impressione di poter sopraffare gli avversari dirigendo le danze in mezzo al campo, ma alla fine gli episodi hanno premiato i transalpini. In particolare, allo scadere del primo tempo, il calcio di rigore provocato dal mani di Schweinsteiger ha spianato la strada al trionfo dei francesi, con Griezmann che dagli undici metri ha trasformato il penalty e nella ripresa ha fatto doppietta, mettendo il sigillo sul successo della Francia. Chiusure: 12 Germania, 22 Francia; i difensori transalpini hanno concesso pochissimi spazi agli attaccanti avversari.

Il centravanti Antoine Griezmann, ai microfoni della tv francese al termine della partita: ” una sensazione belissima essere arrivati in finale, è il frutto dell’enorme lavoro compiuto da noi giocatori, dallo staff medico e da tutti quelli che stanno dietro le quinte. Ringrazio questo gruppo meraviglioso che sta ottenendo grandissimi risultati. A questo punto speriamo di completare l’opera e di alzare la Coppa verso il cielo. Contro la Germania è stata comunque durissima, ho avuto la fortuna di trasformare il primo rigore e poi di fare doppietta nella ripresa. Sono contento dei gol che faccio, ma ogni partita fa storia a sé e spero un giorno lontano di potermi avvicinare ai livelli di Platini. Il pubblico è davvero straordinario, ci sta letteralmente trascinando e dobbiamo essere eternamente grati ai nostri tifosi per tutto il supporto e l’affetto che ci stanno dimostrando”.

Video non disponibile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori